Google ufficializza Android O: novità e link download (Developer Preview)!

di Andrea Cervone 0

Google ha ufficializzato oggi la nuova versione di Android che prende – attualmente – il nome di “Android O“. Oltre all’annuncio dell’aggiornamento, Google ha anche rilasciato la prima Developer Preview che gli utenti in possesso di uno smartphone Pixel o Nexus possono già scaricare a partire da ora.

Dopo un solo giorno dal rilascio della seconda versione beta di Android 7.1.2 Nougat per gli smartphone di Google, l’azienda ha ufficializzato oggi la nuova versione di Android, chiamata “Android O“. Al momento Google non ha svelato tutte le novità che arriveranno in questa release del suo sistema operativo mobile, anche perché, esattamente come Nougat, anche Android O nasce come work in progress e verrà quindi migliorato notevolmente durante il periodo di beta testing che ci accompagnerà fino alla presentazione ufficiale dell’OS che avverrà nel corso della Google I/O 2017 di giugno.

Tuttavia qualche novità è già stata scovata: in particolare Android O consentirà di limitare i processi in background per risparmiare batteria ed alleggerire il carico sul processore degli smartphone. Questi limiti saranno automatici e aiuteranno quindi gli utenti a beneficiare di dispositivi sempre performanti e più longevi lato autonomia.

Arrivano poi i “canali” per le notifiche: con Android O le notifiche di una determinata tipologia di applicazioni verranno raggruppate e potranno essere gestite in modo cumulativo da parte dell’utente. Le notifiche, poi, sono state anche leggermente ridisegnate come potete notare dallo screenshot che segue. Arrivano poi le API Autofill, grazie a cui gli utenti saranno in grado di selezionare il completamente automatico nei campi di testo delle applicazioni che supporteranno questa funzionalità. I dati memorizzati saranno tenuti al sicuro e non verranno diffusi… o almeno è questo ciò che promette Google.

Confermata anche la presenza della modalità Picture in Picture (PIP) che consente di continuare ad eseguire altre operazioni sullo smartphone mentre guardiamo un video che verrà riprodotto, però, solo in una piccola porzione di schermo. Altra conferma: icone dinamiche. Adesso le applicazioni potranno cambiare forma sui dispositivi aggiornati ad Android O. In particolare, ogni produttore di smartphone potrà realizzare una “maschera” in cui far rientrare le icone stock delle applicazioni realizzate dagli sviluppatori. In questo modo sarà possibile avere tutte le icone delle app installate con una determinata forma.

Infine Android O supporta codec Bluetooth di alta qualità come LDAC. In arrivo anche nuove funzioni WiFi, come WiFi Aware che consente alle applicazioni e ai dispositivi nelle vicinanze di essere visibili e di comunicare tra loro tramite WiFi, anche in assenza di un punto di accesso Internet.

Ma quando sarà disponibile Android O? Non prestissimo. Infatti bisognerà attendere la presentazione ufficiale dell’aggiornamento – che, come detto, arriverà al Google I/O 2017 di giugno – e successivamente i produttori di smartphone dovranno aggiornare i loro device per supportare Android O. I più fortunati saranno i Google Pixel e i Nexus (6P, 5X, Player e C) che riceveranno l’aggiornamento subito. Per chi è iscritto al Developer Program di Google, invece, Android O è già disponibile e può essere scaricato da qui.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.