Xiaomi Redmi 4X: il telefono perfetto per l’estate! – RECENSIONE

di Andrea Cervone 0

Penso davvero di aver trovato il telefono perfetto per l’estate. E no, non si tratta di un rugged pronto a tutto (acqua, polvere, cadute, ecc) ma di un banalissimo smartphone asiatico da poco più di 100€. Uno smartphone forse un po’ troppo anonimo (ma per alcuni va bene così) con buone prestazioni, uno schermo soddisfacente, un software piacevole e una batteria davvero impressionante. Sto parlando di Xiaomi Redmi 4X, un telefono che mi è davvero piaciuto tantissimo.

Design e Materiali

Non sarà il design più originale di sempre, ma Xiaomi Redmi 4X è moderno e piacevole da tenere in mano. Il retro è realizzato in allumino (di qualità discutibile, dato che al tatto ricorda la plastica) e presenta due inserti in plastica per trasmettere il segnale all’esterno della scocca. Lo schermo è leggermente curvo ai bordi e la disposizione degli elementi è quella classica degli Xiaomi Redmi di quarta serie.

È uno smartphone compatto e per questo si maneggia davvero bene con una mano. Risulta inoltre piuttosto leggero e offre un buon grip durante l’utilizzo.

Schermo

Non sarà nulla di particolare, siamo d’accordo, ma lo schermo di Xiaomi Redmi 4X è più che sufficiente per la fascia di prezzo. Si tratta di un pannello IPS in risoluzione HD con una diagonale da 5 pollici. Nonostante la risoluzione non altissima per gli standard attuali, su questa diagonale di schermo il Full HD non è indispensabile.

Anche con la risoluzione 1280 x 720 pixel non avremo infatti problemi e sarà quasi impossibile scorgere i pixel. Per il resto sono molto buoni i contrasti, è elevata la luminosità massima e la risposta del touch è sempre precisissima, come da tradizione Xiaomi.

Hardware

L’hardware di questo smartphone è decisamente interessante in relazione alla fascia di prezzo. In un mercato affollato, su queste cifre, da telefoni montanti processori MediaTek di dubbia qualità, Xiaomi si distingue ancora una volta dalla massa introducendo a bordo di Redmi 4X il processore Snapdragon 435, un octa-core cloccato a 1.4 GHz che viene accompagnato da 3 GB di RAM, davvero più che sufficienti per questa tipologia di prodotto.

Le prestazioni offerte da questa dotazione hardware sono davvero ottime per la fascia di riferimento: Redmi 4X si comporta benissimo nell’utilizzo quotidiano e scalda davvero poco. Se però lo metteremo alla prova con i giochi più pesanti (Real Racing 3, Asphalt 8) allora sarà probabile notare qualche rallentamento e anche un riscaldamento della parte posteriore, tale da farci ricevere degli avvisi dalla MIUI che ci inviterà a far raffreddare il telefono. La gestione della RAM resta sempre buona invece.

Decisamente preciso – anche se non velocissimo – il sensore di impronte, posizionato sul retro e che si raggiunge sempre con estrema facilità.

Connettività

Il nostro Redmi 4X ci è stato fornito da GearBest in versione Global. Ciò significa che il telefono è pronto al 100% per il nostro mercato: appena scartato troveremo, infatti, l’italiano e il PlayStore già presenti. Ma non è tutto: questo modello è compatibile con tutte le reti 4G/LTE italiane essendo presente la banda 20. Per il resto, Redmi 4X offre un Bluetooth “solo” 4.2 e una porta di ricarica microUSB, leggermente anacronistica ormai. C’è un LED di notifica, integrato al di sotto del tasto Home, ma è solo monocolore. Presente anche la radio FM e il sensore ad infrarossi per controllare altre apparecchiature, mentre manca l’NFC.

Redmi 4X offre un’ottima ricezione (c’era da aspettarselo) e la qualità in chiamata è piuttosto buona, sia in uscita che in entrata (capsula ok, vivavoce gracchia un po’ a volume elevato).

Audio

Solo sufficiente è invece l’audio: lo speaker offre un’equalizzazione piuttosto piatta e in linea con la fascia di riferimento. Il volume massimo non è elevatissimo, ma comunque sarà possibile ascoltare qualche leggera distorsione quando lo imposteremo al massimo.

Software

Non ci siamo invece con il software. O meglio, ci siamo a metà. Purtroppo c’è ancora la vecchia MIUI 8 che, intendiamoci, va ancora benissimo! Il problema è che si tratta di una personalizzazione di Android basata, ancora nel 2017, su Marshmallow (Android 6.0). Considerato che ci si sono tantissimi smartphone ormai in uscita (o già usciti) con Android 7.0 Nougat in questa fascia di prezzo, sicuramente Xiaomi poteva fare uno sforzo in più (o prima) per portare la MIUI 9 con Nougat anche su questo smartphone.

Speriamo arrivi in futuro, anche se la serie Redmi 4 non sembra fortunatissima in tema di aggiornamenti. In ogni caso, la MIUI 8 mantiene tutte le sue caratteristiche, offrendo un’esperienza di utilizzo semplice ma completa. Non mancano le opzioni di personalizzazione (che includono anche uno store di temi) e tantissime funzioni aggiuntive a cui si può accedere tramite l’app Impostazioni.

Fotocamera

Sulle fotocamere di Redmi 4X non c’è molto da dire: sono da 12 e da 5 megapixel e non hanno stupito. La qualità degli scatti è in linea con la media del settore. Si apprezzano gli sfocati pronunciati, ma bisogna anche sottolineare che la resa al buio è davvero scadente. La fotocamera anteriore delude più della posteriore, ma quanto meno ha un’ottica leggermente grandangolare. I video sono davvero scarsi, infine, e possono essere acquisiti fino a 1080p accettando qualche scatto e tremolio.

IMG_20170712_092903 IMG_20170712_095536 IMG_20170712_093042 IMG_20170711_233316_HDR IMG_20170712_092834 IMG_20170712_094058 IMG_20170712_094217

Batteria

Un fenomeno davvero. Redmi 4X è uno degli smartphone con la migliore autonomia che ho provato quest’anno. Se Redmi 4 Pro si è distinto per un’ottima durata della batteria, questo Redmi 4X riesce a fare ancora meglio di lui. Con un utilizzo standard è possibile completare due giornate senza grandi sforzi e sopratutto senza ricorrere alle efficienti modalità di risparmio energetico integrate nella MIUI.

Con un uso intenso non riuscirete comunque a scaricare il telefono nell’arco di una giornata, nemmeno mettendovi a giocare con il vostro telefono per lunghe sessioni. Grandiosa quindi l’ottimizzazione dello Snapdragon 435 e della MIUI 8 che consentono a questo telefono di essere utilizzato senza preoccupazioni.

Prezzo e Conclusioni

A questo prezzo e con questo hardware Xiaomi Redmi 4X è davvero un must-have… praticamente per tutti! E si, perché bastano 136€ (al momento della scrittura di questo articolo) per portarselo a casa acquistandolo da GearBest che, come detto, fornisce la versione Global già pronta per essere utilizzata nel nostro Paese.

Il telefono è valido, è validissimo: a partire dall’hardware di ottima qualità fino ad arrivare all’autonomia impressionante, senza dimenticare lo schermo di buona fattura e il software che, seppur non aggiornato, resta comunque piacevole. Smartphone ideale sia per chi volesse acquistarlo come muletto da lasciare sotto l’ombrellone, sia per chi volesse un telefono low-budget in grado di garantire prestazioni interessanti. Ancora una volta, brava Xiaomi!

7.1

Compatto, piacevole e anche performante. Software ok, ma Marshmallow ormai inizia ad essere anacronistico. Fotocamere sufficienti e autonomia mostruosa. Il prezzo? Contenutissimo... tanto da farvelo portare sotto l'ombrellone! Consigliato davvero a tutti!

Design e Materiali
7.0
70%
Hardware
7.0
70%
Connettività
7.0
70%
Audio
6.5
65%
Fotocamera
6.0
60%
Software
6.5
65%
Batteria
9.0
90%
Qualità/Prezzo
8.0
80%

Pro

- Schermo
- Prestazioni
- Batteria
- Prezzo

Contro

- Software

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link