BlackBerry KEYone: le more sono davvero tornate? – RECENSIONE

di Claudio Sardaro 0

Lo abbiamo visto e provato in occasione del MWC 2017 di Barcellona: dopo un test approfondito ecco cosa ne pensiamo del BlackBerry KEYone!

Grazie a TCL, già da oltre 1 anno, BlackBerry è tornata finalmente sul mercato proponendo smartphone basati su Android. Per la prima volta dopo tantissimi mesi torna quindi sul mercato uno smartphone con tastiera fisica alla vecchia maniera, ma secondo i canoni di BlackBerry!

Lo diciamo in anticipo: il primo approccio a questo smartphone non è sicuramente stato facile viste le consolidate abitudini all’interazione con gli smartphone solo attraverso lo schermo, ma dopo un periodo di adattamento siamo pronti a dirvi la nostra sul dispositivo.

Design

Parliamo di un dispositivo davvero molto solido, ben costruito e piacevole da maneggiare. Il corpo del device è composto da una scocca unibody in alluminio sulla quale posteriormente trova spazio una placca plastica con finitura nera gommata per aumentarne il grip. Sul fronte troviamo non solo il display con una risoluzione un po’ sui generis (di cui parleremo tra poco), ma anche e soprattutto la tastiera stile BlackBerry inconfondibile vista sui device di molto tempo fa. Manca la rotella o il pad ottico per muoversi nell’interfaccia perché è tutta la tastiera ad essere capacitiva e sfiorandola permette di scorrere tra pagine e menù. Sui bordi arrotondati troviamo inoltre lo slot nano SIM e microSD, il connettore USB-C, il bilanciere del volume, il tasto di accensione/spegnimento e un tasto personalizzabile. Le dimensioni sono abbastanza generose e sono di 149.1 x 72.4 x 9.4 mm ed il peso è di 180g.

Schermo

Il display è un’unità da 4,5 pollici IPS con una risoluzione di 1080×1620 pixel che quindi ha una densità di 434ppi ed è di poco superiore al FullHD visto l’aspetto di forma. La superficie è chiaramente touch, ha un’ottima resa visiva e cromatica e permette di visualizzare sia contenuti multimediali che testo in modo davvero perfetto. Per i contenuti multimediali bisognerà chiaramente accontentarsi di un polliciaggio inferiore rispetto a quello che abitualmente utilizziamo sulla maggior parte degli altri device in commercio.

Ottimo il sensore di luminosità ambientale che regola automaticamente la retroilluminazione del display in modo sempre preciso. Manca invece una modalità notturna che, vista la natura del device, potrebbe davvero far comodo. Ci auguriamo chiaramente che BlackBerry possa implementarla attraverso un futuro aggiornamento software.

Hardware

Negli ultimi 12 mesi abbiamo più e più volte elogiato l’ottimo Snapdragon 625 di cui è dotato anche questo BlackBerry KEYone. È un processore sufficientemente potente per eseguire tutti i task per i quali questo dispositivo è stato ideato ed è coadiuvato da 3GB di memoria RAM, 32GB di memoria interna espandibili (fino a 2TB!). Durante la riproduzione multimediale e i videogiochi il device non scalda più di tanto, ma soprattutto consuma davvero pochissimo. Complice l’ottima batteria, di cui parleremo tra poco, e la piattaforma hardware possiamo definire questo BlackBerry KeyONE come uno dei dispositivi più bilanciati degli ultimi mesi.

Connettività

La tradizione BlackBerry non viene smentita: pieno supporto al Wi-Fi ac dual-band, LTE, GPS e Glonass oltre che Bluetooth 4.2 rendono il device davvero completissimo. Non c’è purtroppo il supporto dual-sim. Per il resto la connettività cellulare ha sempre soddisfatto le aspettative e in più di qualche caso è riuscito a fare meglio di molti altri top di gamma. Anche le antenne Wi-Fi sono davvero ottime e permettono uno scambio dati sempre stabilissimo anche in 5Ghz.

Audio

Il KEYone sembra nato per riprodurre parlato non solo in capsula, ma anche attraverso l’altoparlante di sistema. Grazie al lavoro svolto, BlackBerry è riuscita ad ottenere un audio potente, bilanciato e che riproduce il parlato in modo davvero impeccabile. Anche per quanto riguarda la riproduzione musicale non possiamo che elogiare la capsula scelta dal produttore. È davvero un peccato per la mancanza del doppio speaker stereo, ma per questo tipo di device è un qualcosa sulla quale si può certamente soprassedere. Ottimo inoltre anche l’audio in uscita dal jack da 3,5mm posto superiormente.

Software

BlackBerry ha lavorato molto per portare su Android, al momento in versione 7.1.1, lo stesso livello di sicurezza dei propri vecchi device. Il lavoro condotto parte dal codice più profondo del device e grazie al supporto tempestivo dell’azienda, gli aggiornamenti di sicurezza sono sempre rapidissimi. Ottima inoltre la suite di programmi BlackBerry tra cui il BlackBerry HUB che permette di tenere sempre sotto controllo mail, notifiche e chiamate in modo totalmente personalizzabile. Con pochi swipe e qualche impostazione sarete subito operativi e non perderete mai una notifica.

Nonostante le centinaia di notifiche, la miriade di mail ricevute e le tantissime app installate l’interfaccia è sempre rimasta molto fluida e piacevole da utilizzare.

Ottima inoltre la possibilità di sostituire le icone del launcher di sistema con quelle di qualsiasi pacchetto compatibile presente sul PlayStore. Il dispositivo sarà inoltre aggiornato presto ad Android 8.0.

Fotocamera

Quanto è importante la fotocamera su un device business? Credo sia una delle domande che gli ingegneri di BlackBerry si facciano oramai da una vita e, almeno in questo caso, le rinunce non sono poi state così marcate.

Il sensore posteriore da 12 megapixel ha un’apertura focale f/2.0 e riesce a catturare video fino alla risoluzione di 4K a 30fps o 1080P a 60fps. Se per i video non possiamo certamente gridare al miracolo, per le foto si può e si deve certamente elogiare il produttore: le foto con buona luce sono più che buone proprio come quelle in condizione di luce scarsa. Con poca luce i dettagli sono certamente meno definiti, ma non eccessivamente bruciati.

Il sensore anteriore da 8 megapixel ha invece un’apertura f/2.2 e gode di un flash display per le foto in notturna. Generalmente i selfie vengono catturati piuttosto bene con buona luce, meno con luce scarsa. Anche questo sensore è in grado di catturare video, ma solo a 1080P a 30fps.

IMG_20170903_0958417 IMG_20170903_0959044 IMG_20170903_0959112 IMG_20170903_0959351 IMG_20170906_2328137

Batteria

Come detto in precedenza, il connubio processore/batteria è davvero perfetto! A bordo troviamo infatti una batteria da ben 3505mAh che permette di non ricaricare il device per 1 giorno e mezzo di utilizzo! Per un device di questo genere si tratta di un risultato davvero ottimo e forse indispensabile. Il dispositivo è dotato inoltre della ricarica rapida di Qualcomm che permette di ottenere il 50% di carica in soli 36 minuti.

Conclusioni

BlackBerry è finalmente tornata? Abbracciando Android anche su questo tipo di device e mettendo al centro dell’esperienza d’uso la tipica tastiera possiamo dire di sì. Il problema starà nel far capire all’utenza un tempo affezionata che è possibile abbandonare i vari iPhone e Galaxy Note che oramai da troppo tempo hanno preso proprio il posto dei vecchi BlackBerry.

È un device consigliato anche all’utenza consumer che, per i più disparati motivi, si trova a dover scambiare molte mail e messaggi in movimento e che magari vuole riscoprire i vantaggi di una tastiera fisica.

L’unico problema sta nel prezzo: sul web il BlackBerry KEYone si può acquistare a circa 520€ prezzo decisamente alto per le caratteristiche tecniche del dispositivo, ma in linea con i top di gamma attuali. In un certo qual modo anche questo BlackBerry lo è, non sulla carta, ma nell’esperienza d’uso e nella qualità costruttiva.

[[Amazon_Link_Text]][[Amazon_Link_Text]][[Amazon_Link_Text]][[Amazon_Link_Text]][[Amazon_Link_Text]]

7.9

Design
7.0
70%
Display
7.5
75%
Hardware
8.0
80%
Software
9.0
90%
Batteria
10.0
100%
Fotocamera
7.5
75%
Prezzo
6.0
60%
Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link