Google presenta i nuovi laptop Pixelbook

di Luca Ansevini 0

Durante l’evento Google appena concluso, il colosso di Mountain View ha presentato diversi nuovi prodotti tra i quali i nuovi Google Pixelbook, ovvero le nuove soluzioni ibride di Google che uniscono le funzionalità avanzate di un laptop alla praticità di un tablet.

Con Google Pixelbook l’azienda si prefigge l’obiettivo di proporre una macchina dalle alte prestazioni e dalla grande affidabilità, il tutto con la praticità di un dispositivo 2 in 1 convertibile grazie alla cerniera che consente al display di compiere una rotazione di ben 360 gradi.

La diagonale del display touchscreen LCD integrato è pari a 12.3 pollici, con risoluzione Quad HD 2400×1600 e una densità di pixel per pollice pari a 235ppi. Al fine di garantire il massimo delle prestazioni ma anche diverse opzioni a livello di configurazione sarà possibile scegliere tra una CPU Intel i5 oppure i7 di 7a generazione, un quantitativo di RAM fino a 16 GB ed uno storage interno SSD fino a 512GB; PIxelbook sarà dotato di due porte USB Type-C (con possibilità di output video in 4K) ed un jack audio da 3.5mm, oltre ad una connettività Bluetooth 4.2 ed un modulo WiFi 802.11 a/b/g/n/ac.

Tutta questa tecnologia è racchiusa in un chassis molto compatto in soli 10mm di spessore, un peso contenuto di solo 1kg e sarà in grado di offrire un’autonomia dichiarata di circa 10 ore, con la possibilità di ottenere ben 2 ore di utilizzo con soli 15 minuti di ricarica.

Il vero cuore pulsante di questo prodotto sta però nella grande integrazione tra hardware e software grazie ai diversi miglioramenti introdotti da Google su Chrome OS sopratutto grazie all’integrazione dell’intelligenza artificiale di Google Assistant, che potremo richiamare sia tramite il comando vocale ‘Ok Google‘ oppure da tastiera mediante un tasto dedicato; Google ha introdotto diverse altre funzionalità quali ad esempio l’integrazione di Google Drive (disponibile anche offline) e la compatibilità con tutte le applicazioni disponibili sul Play Store.

I Pixelbook potranno inoltre avvalersi di una soluzione semplice ed immediata per ovviare all’eventuale assenza di connettività, agganciandosi automaticamente ad uno smartphone Pixel in modalità Hotspot nel caso non sia presente alcune connessione WiFi nota nelle vicinanze.

Google ha pensato anche all’aspetto creativo del proprio prodotto integrando un digitalizzatore Wacom e presentando la nuova Pixelbook Pen, una penna made in Mountain View compatta ed ergonomica che presenta una latenza dichiarata di soli 10ms, un angolo di scrittura fino a 60° e ben 2000 livelli di pressione. Pixelbook Pen sarà dotata anche di un tasto fisico che consentirà di richiamare rapidamente Google Assistant e compiere diverse azioni con il nostro dispositivo, come ad esempio condividere sui Social un ritaglio fotografico effettuato con la penna oppure ricercare su Google il significato o la traduzione di una parola evidenziata.

Pixelbook sarà disponibile dal 31 ottobre in Stati Uniti, Canada e Regno Unito ad un prezzo di partenza di 999$ per la versione base fino ad arrivare a 1649$ per la versione top di gamma; per acquistare Pixelbook Pen saranno invece necessari 99$, con disponibilità a partire dal 31 ottobre sempre in Stati Uniti, Canada e Regno Unito.

Un prodotto certamente interessante che potrebbe incontrare qualche difficoltà per via di un sistema operativo ancora non molto diffuso, ma che grazie alla sempre maggiore integrazione con il sistema operativo Android per dispositivi mobile potrebbe vedere migliori chiari di luna. Per maggiori dettagli vi rimandiamo alla pagina ufficiale sullo store di Google.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link