Samsung: brevettato lo smartphone Quad Edge, a tutto schermo!

di Nikolas Pitzolu 0

Prima o poi ci arriveremo e la tendenza per gli anni a venire è questa: uno smartphone con il display che ricopre completamente la parte frontale!

Da un anno a questa parte più o meno tutti i maggiori produttori (ma anche quelli minori) stanno creando, sviluppando e commercializzando dispositivi che fanno dell’ottimizzazione delle cornici la loro maggiore peculiarità per poter essere competitivi.

Da Huawei ad Apple, da LG a OnePlus con 5T, da Xiaomi a Samsung. Proprio quest’ultima ha in previsione una graduale riduzione delle cornici per rendere sempre più accattivanti i propri dispositivi.

E il brevetto depositato dall’azienda Sud Coreana parla chiaro: un’intera parte frontale completamente occupata dal display. Come? Vediamolo assieme con questo brevetto!

Innanzi tutto, si sta cercando di creare degli angoli Edge anche per quanto riguarda la parte superiore e inferiore, così da poter utilizzare tutta la superficie totale frontale e ricoprirla di Pixel.

Ma come fare per poter implementare sensore di luminosità, fotocamera frontale, sensore di prossimità, auricolare, etc? Soluzione piezo-ceramica come quella di Xiaomi Mi Mix? Non proprio, Samsung avrebbe deciso di percorrere un’altra strada per ora molto futuristica.

Dare la capacità alla parte alta del display di diventare trasparente, in modo tale da sapere quando utilizzare i componenti precedentemente elencati e accentuare – appunto – la trasparenza. Se fosse fattibile non sarebbe assolutamente una brutta idea, ma comunque non risolverebbe il problema del sensore delle impronte digitali sotto al display: tra questo e il dito dell’utente ci sarebbe comunque un display, concreto o trasparente che sia. Ma andiamo oltre!

Abbiamo intravisto nel tempo alcune soluzioni con display trasparenti ma non possono assolutamente replicare le prestazioni di un attuale pannello Amoled, nella maniera più assoluta!

Ci sarebbero comunque problemi legati all’elettronica troppo vicina alle antenne e, quindi, si dovrebbe affrontare anche questo aspetto non favorevole.

Insomma, l’idea è ottima ma attualmente non c’è la tecnologia (per lo meno legata alla produzione di massa) che ce la potrebbe far vedere in commercio e utilizzare.

Nel brevetto è anche presente una soluzione che Samsung potrebbe integrare nei prossimi Galaxy (non S9 comunque): un display orizzontale installato sulla parte alta posteriore dello smartphone per visualizzare notifiche, orario, appuntamenti, informazioni in chiamata, dettagli di alimentazione, etc.

Infine vi segnaliamo che il brevetto di Samsung è reale ma non da comunque la certezza o indicazioni sulla reale strada intrapresa dalla società Sud Coreana, anche se una tecnologia del genere da qui ai prossimo 3/5 anni non arriverà.

E penso che le indicazioni sul Galaxy X che, anno dopo anno, ha rimandato sempre più la propria uscita, ne sia la conferma! Per ora godiamoci il sogno che tutto ciò si possa realizzare al più presto!

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link