Oppo A79: render stampa e specifiche quasi complete

di Claudio Stoduto 0

Si torna nuovamente a parlare di Oppo e di un nuovo potenziale smartphone dell’azienda cinese che vedremo nelle prossime settimane: Oppo A79.

Emerso lo scorso mese durante la certificazione TENAA, ormai uno standard per molti degli smartphone orientali, arrivano oggi delle conferme in merito al prodotto, al suo design ed in parte anche sulla scheda tecnica.

Come possiamo notare dalla foto, le indiscrezioni parlavano di un display full screen e così parrebbe essere rimasto. L’azienda ha infatti deciso di entrare anche lei in questo settore del mercato portando ai suoi potenziali acquirenti un prodotto con delle cornici abbastanza ridotte ed un aspetto di forma del display conforme a quello di molti altri terminali del periodo.

Entrando più nel dettaglio, questo pannello, da quanto emerso, dovrebbe essere da ben 6.01 pollici di diagonale con appunto l’aspetto di forma in 18:9. Parlando di risoluzione invece Oppo ha deciso di non spingersi troppo oltre e di andare più sul classico scegliendo il Full HD+ da 2160 x 1080 pixel.

Andando invece dentro lo smartphone, il cuore del prodotto sarà mosso dal processore MediaTek MT6763T, un Helio X23, coadiuvato da ben 4 GB di memoria RAM e 64 GB di spazio interno dedicato all’utente. Al momento non ci sono dettagli sulla possibilità di espandere o meno tramite la microSD lo storage interno.

Completano poi la dotazione hardware una fotocamera posteriore da ben 16 megapixel, una anteriore dalla medesima risoluzione, una batteria da ben 2900 mAh ed il sistema operativo Android Nougat 7.1 con la relativa personalizzazione proprietaria dell’azienda.

Il prezzo di vendita dovrebbe aggirarsi intorno ai 360 dollari al cambio attuale, ma come sempre vi ricordiamo di attendere la presentazione ufficiale prima di poter tirare dei giudizi in merito a questo aspetto.

Oppo dovrebbe comunicare qualche dettaglio in più in merito al lancio ufficiale ed alla disponibilità del prodotto nelle prossime ore. Potrebbe quindi attenderci una presentazione a brevissimo giro di boa e magari un lancio anche in altre aree del mondo che la stessa azienda non aveva mai toccato prima, tra cui speriamo anche l’Italia.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link