OPPO A83 ufficiale: è un OnePlus 5T ma medio di gamma!

di Nikolas Pitzolu 0

Anche OPPO si fa vedere con le proprie proposte in questo fine di 2017: OPPO A83 arriva sul mercato e somiglia incredibilmente tanto a OnePlus 5T!

Che OnePlus e OPPO fossero molto vicine per motivi strutturali è chiaramente noto e palese: c’è una società Cinese centrale che controlla le due realtà.

Non si spiegherebbero i terminali molto ma molti simili tra loro se no, e nemmeno le schede tecniche di quest’ultimi ugualmente e nella maggior parte delle volte simili tra loro.

Sicuramente poi, in Italia, OnePlus è la più conosciuta tra le due: ma ciò non toglie che i terminali OPPO non siano apprezzati.

Quindi in questo fine 2017 viene rilasciato l’OPPO A83 ed è notevole vedere come, per l’ennesima volta, abbia molto in comune al OnePlus 5T: chiaramente sposta il suo posizionamento alla fascia media.

La ragion di essere acquistato, secondo l’azienda, è che questo terminale abbandona completamente il sensore delle impronte digitali che conosciamo per far utilizzare in maniera unica lo scanner del volto tramite la fotocamera frontale.

Posteriore in metallo – qui in colore ramato – e una fotocamera in configurazione singola che tra poco analizzeremo nella scheda tecnica.

Nel profilo laterale i classici tasti canonici , oltre a questo possiamo scorgere nella parte bassa il foro dedicato a jack audio da 3,5 mm: sempre – ancora – molto gradito.

Frontalmente un design che già conosciamo, una fotocamera frontale, sensore di luminosità, prossimità e Earpiece per le chiamate. Bordi molto ottimizzati dagli angoli arrotondati in aspect ratio 18:9.

Ora veniamo alle specifiche tecniche, da puro medio di gamma:

  • Display da 5,7 pollici in risoluzione HD +, a tecnologia IPS LCD con un aspetto di forma 18:9;
  • SoC Mediatek Helio P23 in configurazione octa core;
  • Memoria integrata da 32 GB e memoria RAM disponibile pari a 3 GB (espansione con Micro SD disponibile);
  • Fotocamera singola da 13 MPX al posteriore, con Flash a led;
  • Fotocamera singola da 8 MPX all’anteriore, senza Flash;
  • Connettività WiFi, Bluetooth 4.2, GPS e GLONASS, modem LTE 4G e ricarica veloce tramite Micro USB;
  • Sensore delle impronte digitali non presente, sostituito in maniera univoca dal Face Unlock al frontale;
  • Dual Sim Dual Standby;
  • Batteria da 3180 mAh integrata con ricarica rapida;
  • Jack audio da 3,5 mm presente;
  • Sistema Operativo Android 7.1.1 Nougat con personalizzazione ColorOS 3.2.

E’ una bella sfida quella imposta dal brand Cinese, sopratutto aver avuto il coraggio di rimuovere completamente il sensore delle impronte digitali.

In questo contesto storico di transizione (tra sensore pronti per essere installati sotto al display e riconoscimenti del volto accurati) poteva ancora “accontentare” i clienti con una soluzione ibrida, ma tant’è, va premiato il coraggio.

Infine parliamo di disponibilità e prezzi che per ora saranno relegati solo ed esclusivamente alla Cina.

Unica variante disponibile quella da 32 GB di memoria interna con 3 GB di RAM al prezzo di circa 200 dollari. I colori a disposizione sono quello che vedete in foto e il Black sia al frontale che al retro.

Disponibilità prevista dal 29 dicembre – ovviamente in Cina – e per chi lo preordina sarà regalata in confezione la cuffia senza fili Bluetooth QY7, ideata e sviluppate proprio da OPPO.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link