Xiaomi Redmi Note 5A: il miglior PHABLET ECONOMICO? – RECENSIONE

di Andrea Cervone 0

Fino a qualche anno fa era praticamente impossibile spendere poco ed essere appagati da uno smartphone. Acquistare un telefono da 100-150€ equivaleva a comprare “robaccia”, specialmente, poi, se questo telefono arrivava da un produttore Cinese. Nel 2018, ormai, questo concetto è stato sdoganato (o meglio, sbugiardato). Anche con una spesa così piccola è comunque possibile portarsi a casa degli ottimi smartphone. Certo, c’è ancora tanta robaccia, ma ci sono brand che sono stati in grado di realizzare diversi smartphone di ottima qualità anche sotto i 200€. Uno di questi brand è certamente Xiaomi. Quest’oggi vi parliamo di uno degli smartphone più economici di questa azienda, uno smartphone che ha però tutte le carte in regola per essere un vero best-bug nella fascia dei super-economici. Ecco a voi Xiaomi Redmi Note 5A, un super-economico che costa meno di 80€ in questo momento.

Caratteristiche tecniche:

  • Display: IPS da 5.5”, 16:9, 1280 x 720 (401 ppi)
  • Processore: Snapdragon 425/435 Octa-core Cortex-A53
  • RAM: 2/3/4 GB
  • Memoria: 16/32/64 GB (espandibile fino a 128 GB)
  • Fotocamera anteriore: 5 megapixel, f/2.2
  • Fotocamera posteriore: 13 megapixel, f/2.0
  • Connettività: LTE (no banda 20), WiFi mono-band, Bluetooth 4.2, Dual SIM
  • Batteria: 3.080 mAh
  • Software: Android 7.1 Nougat (MIUI 9)

Design

Xiaomi è famosa per realizzare ottimi smartphone economici e con questo Xiaomi Redmi Note 5A l’azienda si è ampiamente confermata. Il dispositivo è realizzato in plastica (ci può stare) di buona qualità, tanto da sembrare alluminio al tatto. Colpendo però la scocca con le dita l’incanto finisce subito. Tuttavia il telefono non scricciola e anche i tasti fisici sono piuttosto stabili. I tra pulsanti sono posti sul lato destro dello smartphone, mentre sulla sinistra troviamo il carrellino per le SIM e la microSD. I tasti di navigazione sono a sfioramento e sono posti nella parte inferiore del telefono (purtroppo non sono retroilluminati). In basso sono posizionati il connettore microUSB, lo speaker e il microfono.

In alto non manca il connettore jack e nemmeno la porta ad infrarossi. Anonimo il retro, su cui troviamo unicamente una fotocamera singola e un LED flash (ance lui singolo). Il design non sarà tra i più ricercati e originali, ma su un telefono così economico è sicuramente un aspetto che passa in secondo piano. Ah, dimenticavo: purtroppo manca il sensore di impronte digitali. Questo vuol dire che per sbloccare il telefono dovrete necessariamente ricorrere al codice di sicurezza o al vecchio pattern caratteristico di Android. Sui modelli più costosi il sensore biometrico è invece presente ed è sul retro del dispositivo.

Schermo

Su Xiaomi Redmi Note 5A troviamo uno schermo da 5.5” IPS. Si tratta di un 16:9 in risoluzione HD. Non il massimo sulla carta, ma nell’uso quotidiano non si è comportato affatto male. La luminosità è molto alta, l’angolo di visione è molto buono e i colori sono ben bilanciati. Si nota solo un refresh rate piuttosto basso che talvolta può risultare fastidioso, ma nulla di gravissimo. Nel complesso una buona unità in relazione al prezzo del telefono.

Hardware

Qui Xiaomi Redmi Note 5A fa davvero bene: a bordo di questo smartphone troviamo, infatti, il processore Qualcomm Snapdragon 425 (435 sulla versione Prime) accompagnato da 2 GB di RAM (3/4 sulla versione Prime). Nonostante la versione da noi provata sia quella più economica, i risultati in termini di prestazioni non sono stati poi così male. Certamente il telefono non sarà scattante come un top di gamma o come un medio di gamma, ma tra gli entry sicuramente non sfigura. Ottima anche la gestione della (seppur poca) memoria RAM a disposizione, merito probabilmente della MIUI 9 di Xiaomi. Nei giochi le prestazioni sono nella media: il dettaglio in molti titoli non è al massimo e qualche scattino lo noterete. Con i giochini più leggeri, invece, zero problemi… e forse conviene installare solo questi. Nel quotidiano non abbiamo poi notato praticamente mai dei riscaldamenti della scocca.

Audio

Come sempre, non vogliatemene, ma… audio da asiatico. La qualità non è buona, ma se vogliamo è al pari di altri smartphone asiatici (e intendo cinesoni) che costano il doppio o anche il triplo di questo Xiaomi Redmi Note 5A. L’equalizzazione è piatta e il volume è piuttosto basso. Di sicuro è una saggia decisione utilizzare le cuffie.

Connettività

Nella media degli smartphone asiatici di questa fascia. Niente banda 20, ma possibilità di inserire fino a due SIM senza rinunciare all’espansione di memoria. Assenti anche il WiFi dual-band e l’NFC, mentre il Bluetooth è solo in versione 4.2. Come detto prima, la ricarica e la sincronizzazione avvengono tramite il “vecchio” cavetto microUSB. La ricezione non è affatto male e anche la qualità audio in chiamata è più che sufficiente, sia dalla capsula che in vivavoce.

Fotocamera

Le fotocamere di Xiaomi Redmi Note 5A sono soltanto due: una posteriore e una anteriore. La posteriore è da 13 megapixel e ha una lente con apertura f/2.2. La fotocamera frontale è invece da 5 megapixel e ha una lente con apertura identica a quella della fotocamera posteriore. Il software è quello standard di Xiaomi, ricco di opzioni e modalità. La qualità degli scatti non è male in relazione al prezzo, ma siamo ovviamente distanti dalle foto di smartphone anche solo leggermente più costosi (come il già citato Xiaomi Mi A1). Il dettaglio di giorno e buono e il rumore è contenutissimo, mentre di notte gli scatti sono appena sufficienti. I selfie vengono bene, ma con un livello di dettaglio piuttosto scadente. Lato video la qualità non è buona: il telefono registra fino a 1080p in 30 fps con risultati finali al di sotto della sufficienza ma in linea con la fascia di riferimento.

IMG_20171216_091430 IMG_20171227_091423_HDR IMG_20171216_091525 IMG_20171216_091447 IMG_20171214_235039_HDR

Software

Xiaomi Redmi Note 5A arriva con la MIUI 8 ma out-of-the-box riceve subito l’aggiornamento alla ben più matura MIUI 9 basata su Android 7.1.2 Nougat. Il tutto con PlayStore e Google Apps se acquisterete lo smartphone tramite LightInTheBox (sito da cui lo abbiamo acquistato noi). La MIUI è sempre la stessa, con le aggiunte già viste nel video dedicato alla MIUI 9. Il software si presenta senza un drawer per le applicazioni e con buone opzioni di personalizzazione, nonché opzioni per regolare al meglio il funzionamento di determinati aspetti del dispositivo. Non mancano le app di gestione delle smartphone, il pulsante flottante Quick Ball, la possibilità di avere uno spazio privato sullo smartphone e uno store e di temi ancora piuttosto scarno. Presente anche la modalità semplificata e la modalità ad una mano per utilizzare meglio il dispositivo quando non possiamo tenerlo con due mani.

Batteria

Xiaomi Redmi Note 5A convince davvero tanto in tema di batteria. Quella montata sulla nostra unità è da 3.080 mAh e assicura una giornata completa di utilizzo anche con un 20/30% di autonomia residua. Questi ottimi consumi sono ovviamente merito sia della MIUI 9 che dello schermo meno risoluto rispetto allo standard. Ci sono anche un bel po’ di opzioni di risparmio energetico e senza troppa fatica potreste riuscire anche a completare una seconda giornata di utilizzo medio. Con un uso standard siamo riusciti ad arrivare a circa 6-7 ore di schermo attivo.

Conclusioni e Prezzi

È il momento di tirare le somme su questo Xiaomi Redmi Note 5A. Non è sicuramente un telefono che sorprende o che stacca la concorrenza con una o più killer-feature. Anzi si, una c’è ed è il prezzo. Il punto di forza di questo smartphone è sicuramente questo, ovviamente in relazione alla buona offerta dal punto di vista hardware. A questi prezzi è praticamente impossibile portarsi a casa un device con processore Snapdragon e con una batteria così performante. Non ha praticamente difetti, o meglio, quelli che ha sono limiti e per questo è veramente uno degli smartphone più “onesti” che abbiamo potuto provare di recente. Consigliato ad occhi chiusi a coloro che vogliono spendere poco, anzi pochissimo. Per chi vuole osare un pelo di più, il punto di riferimento è sempre lui: Xiaomi Mi A1.

Se siete interessati a mettere le vostre mani su questo ottimo smartphone economico, allora non vi resta che recarvi su LightInTheBox, il sito che offre al momento il miglior prezzo su questo prodotto. Attualmente Xiaomi Redmi Note 5A viene venduto nella versione base a meno di 80€, una cifra davvero contenuta per ciò che offre questo telefono. Le versioni più costose (che superano i 100€) si dimostrano meno interessanti proprio per l’estrema vicinanza a Xiaomi Mi A1 che resta un telefono totalmente diverso e per questo più conveniente nel caso in cui si voglia spendere qualche decina di euro in più.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link