Samsung: lo smartphone pieghevole includerà il 3D Touch?

di Andrea Cervone 0

Nel 2018 sembra proprio che Samsung voglia concretizzare uno dei suoi più ambiziosi progetti: quello di realizzare uno smartphone pieghevole che sia più di un concept, bensì un vero e proprio telefono pronto per le masse. Quel “Galaxy X” (o “Galaxy Z”?) di cui si è iniziato a parlare da qualche settimana. Secondo quanto riportato in queste ore, il nuovo smartphone potrebbe inoltre includere una funzionalità ripresa direttamente dal Melafonino (e da qualche altro smartphone Android, per onor di cronaca) ossia il 3D Touch.

Per chi fosse meno pratico, su iPhone 6s e successivi Apple ha introdotto la possibilità di riconoscere i vari livelli di pressione sullo schermo del dispositivo. Questa funzione è stata subito ripresa da Huawei in ambito Android (che l’ha però abbandonata dopo poco) e da pochi altri competitor. Samsung, almeno fino ad oggi, non ha mai introdotto nulla di simile sui suoi smartphone. Ebbene, le cose potrebbero cambiare proprio con il prossimo “Galaxy X”: su questo smartphone potrebbe infatti arrivare una sorta di 3D Touch che, però, funzionerà in modo leggermente diverso da quello di Apple: in base ad un brevetto registrato da Samsung, infatti, questa tecnologia dovrebbe applicarsi ad uno schermo flessibile, in grado di “piegarsi” leggermente sotto la pressione delle nostre dita.

Al momento non si hanno indicazioni in merito ai dispositivi che potrebbero utilizzare questa tecnologia e se questa arriverà effettivamente sul prossimo smartphone pieghevole di Samsung o se magari sarà prerogativa di tutti i top di gamma dell’anno dell’azienda coreana, inclusi i Galaxy S9 in arrivo a brevissimo. Ovviamente torneremo sull’argomento non appena avremo novità a riguardo.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link