Google sta investigando sui Pixel 2 XL con lo schermo bruciato

di Claudio Stoduto 0

C’è grande agitazione in casa Google dopo le recenti apparizioni di alcuni gravi problemi sui nuovi Pixel 2 XL, gli ultimi smartphone appena presentati.

Giusto la scorsa settimana era scaduto il primo embargo relativo al prodotto che ha permesso l’arrivo delle prime recensioni di alcuni colleghi americani i quali hanno sin da subito lodato Google per le ottime performance ottenute con questo suo nuovo smartphone.

Tuttavia, a distanza di soli pochi giorni, l’azienda ha dovuto iniziare a fare i conti con una serie di utente altamente scontenti del loro costo nuovo smartphone a causa di un grave problema al display.

Infatti vari Google Pixel 2 XL hanno iniziato ad avere il display nella parte inferiore letteralmente bruciato. I pixel sembrano completamente spenti e collassati dopo l’uso di nemmeno una settimana causando quindi la parziale rottura del display che mostra solamente una parte di ciò che c’è su di esso e niente di più.

Inevitabilmente, come sempre accade in queste situazioni, sono subito partite le varie crociate nei confronti dell’azienda con una base del discorso che faceva sempre capo all’alto prezzo dello smartphone ed al conseguente non voler avere alcun minimo problema.

Tuttavia non è la prima volta né per Google e nemmeno per altre aziende se ben ricordate. Spesso infatti accade che queste prime tornate di prodotti nuovi realizzati siano realmente fallati a causa di una partita dei componenti non esattamente di qualità. Va detto anche che spendendo così tanto per un cellulare in molti si aspettano qualcosa come la perfezione e non tollerano troppo questi difetti, però Google ha sempre dimostrato anche di avere una buonissima risposta per gli interventi in assistenza.

L’azienda ha ovviamente aperto un’indagine interna per cercare di capire meglio cosa sia realmente successo su questi prodotti. Le cause non sono ancora state comunicate ma in molti presumono che si possa semplicemente trattare di una serie di display fallati, come detto in precedenza. Altre motivazioni per adesso sembrano scongiurate prime fra tutte quelle che parlavano di una fuoriuscita di liquidi dalla batteria che iniziava a cedere o quella che voleva invece il dispositivo troppo caldo sotto stress al punto tale da mandare ko completamente il display.

Attendiamo una risposta ufficiale da Google nelle prossime ore con la speranza che il problema possa essere risolto, nel frattempo siamo certi che questi prodotti verrano sostituiti con dei nuovi modelli.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.