Galaxy A8 2018: il display prima di tutto! – RECENSIONE

di Francesco Siciliani 0

Galaxy A8 2018 è un mid-range dalle buone specifiche tecniche, dall’ottimo display e da materiali premium. Ma soffre anche di qualche difetto.

Galaxy A8 è per la prima volta disponibile nel nostro paese e va a sostituire la precedente lineup “A” che si suddivideva in A3, A5 e A7. Questo medio di gamma sarà di buona qualità al punto da giustificare un prezzo non eccessivamente conveniente? Scopriamolo nella nostra recensione completa!

Design

Galaxy A8 2018, per la prima volta nel nostro paese, si caratterizza per un design compatto ed ergonomico nonostante le dimensioni da 5.6 pollici del display. Si tratta di un pannello in formato 18:9, però, che quindi lo rende meno scomodo di quanto si possa pensare e conseguentemente più facile da usare con una sola mano. I materiali scelti da Samsung sono di ottima fattura. Troviamo infatti su questo A8 2018 vetro e alluminio. Il retro in vetro rende più piacevole la presa, con i bordi stondati e raccordati sotto forma di linee pulite ed eleganti. Il frame in metallo non è dei più sottili, infatti misura ben 8,5 millimetri, ma fornisce un buon compromesso e offre un piacevole distacco con il vetro. Finiture perfette e assemblaggi studiati attentamente, con la garanzia di avere a disposizione la certificazione IP68 per la resistenza ad acqua e polvere. Insomma, sotto il punto di vista del design non sembra di usare un device di fascia media, seppure medio-alta nello specifico.

1 2 4 3

Il peso di Galaxy A8 2018 non è ridotto e si sente, soprattutto in tasca. Il dispositivo infatti pesa 172 grammi. Niente di impossibile da accettare, sia chiaro, ma serve qualche giorno d’abitudine. Fortunatamente il peso è bilanciato e quindi il Galaxy A8 2018 si tiene bene in mano.

Sulla parte frontale troviamo il display, la doppia fotocamera frontale, la capsula auricolare e il LED di notifica. Sul retro è presente il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali, spostato rispetto ai modelli “A” dell’anno scorso, la fotocamera e il flash LED. Per ciò che concerne le parti laterali, troviamo il bilanciere del volume, gli slot per SIM e microSD, il pulsante d’accensione e lo speaker audio sulla parte destra.

Schermo

Il display di Galaxy A8 2018 è un pannello da 5.6 pollici in rapporto 18:9 con risoluzione Full HD+ (2220 x 1080 pixel). Questo quindi significa che troviamo a disposizione un pannello perfetto per l’anno in corso, nonché pienamente in linea con i trend visti l’anno scorso e per tutto il 2017. Troviamo una qualità d’immagine strabiliante sotto ogni punto di vista, dai contrasti alla buona resa cromatica per la tipologia di pannello. Buone le opzioni software per personalizzare la visualizzazione dei contenuti a schermo e piacevolissima la densità di 441ppi. I neri sono profondissimi anche se gli angoli di visuale peccano un po’ in condizioni limite.

Nel complesso, si tratta di un pannello perfetto per l’uso quotidiano, per la visualizzazione di contenuti multimediali come film, video e serie TV, e per apprezzare le immagini scattate dal device. C’è la modalità always-on, vitale su un display AMOLED, che è anche attiva quindi reagisce alle interazioni degli utenti e non rende il display solo un mero visualizzatore di notifiche, orario e alcune informazioni. Insomma, Samsung ci vizia con i display dei suoi smartphone, mid-range compresi.

Hardware

Parliamo di hardware e quindi di cosa muove questo piacevolissimo mid-range di Samsung. Troviamo un chip Exynos 7885 octa core da 2.2GHz con GPU Mali G-71 e 4GB di RAM. Personalmente mi sarei aspettato un paio di GB in più ma poi sarebbe stato difficile distinguerlo dai top di gamma. Lo spazio di archiviazione però è parecchio sottotono e possiamo considerarlo come un difetto piuttosto pronunciato. Troviamo infatti solo 32GB di spazio, nonché una sola versione del terminale a listino, quindi non è possibile acquistarlo con un taglio maggiore. Fortunatamente, Samsung ci ha messo una pezza e ha permesso l’espansione via microSD in uno slot dedicato che non richiede quindi il sacrificio di uno dei due slot SIM disponibili su A8 2018.

Le performance sono perfette per un device di questa categoria. Niente di rilevante a livello di blocchi, rallentamenti o problemi vari. Chiaramente non siamo sui livelli di un top di gamma ma questo A8 2018 non farà sentire a nessuno la mancanza di potenza rispetto ad un top, soprattutto a chi non vuole spendere più di 700-800€ per uno smartphone. Per chi lavora in modo frequente con lo smartphone, chi necessita il massimo delle performance e via discorrendo chiaramente un po’ di limiti si sentono, ma dipende appunto dalle esigenze. Chi acquista un mid-range non si pone questi problemi. Da segnalare qualche piccolo blocco relativo alla UI di Samsung, probabilmente non ancora ottimizzata per questo genere di dispositivo.

A livello gaming nessun problema. Il dispositivo fornisce un’esperienza di gioco fluida, ad un elevato frame-rate e con la massima quantità di dettaglio. Chiaramente la “sola” risoluzione Full HD+ aiuta tantissimo in questo perchè riduce le richieste di risorse rispetto ad un display 2K (QHD). Ancora, questo è uno degli unici medi di gamma ben compatibili con il VR, altra caratteristica che lo rende interessante.

Non manca un sistema di riconoscimento del volto anche se sarebbe stato meglio non includerlo. Il sensore non funziona al buio e non ci riconosce se usiamo occhiali da sole o abbigliamento pesante (berretti e sciarpe). Peccato perchè quando funziona è anche abbastanza veloce, ma parliamo di una volta su dieci. Così però è inutile e frustrante ed è meglio disabilitarlo. Fortunatamente il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali è molto comodo da raggiungere, al contrario di quello di S8 e Note 8.

Connettività

A livello di connettività troviamo su Galaxy A8 2018 tutto quello che può servire. WiFi ac dual-band, Bluetooth 5.0, USB-C, Jack da 3,5mm per le cuffie, GPS, NFC e addirittura MirrorLink (quante autovetture ancora lo utilizzano?). La rete LTE è gestita molto bene e non soffre di alcun problema. Buono l’audio in chiamata e stabile la connessione telefonica.

Audio

L’altoparlante posizionato sulla parte destra del dispositivo è davvero ben studiato. Questo ci permette di ascoltare bene l’audio anche durante le sessioni di gioco in orizzontale, senza coprirlo con le dita, e durante la visualizzazione di video e contenuti multimediali. L’audio in vivavoce è pulito ma non ha un volume eccezionalmente alto. Di contro, l’audio in riproduzione multimediale si caratterizza per un volume decisamente più alto e per una buona qualità complessiva. Il suono è bilanciato ma non riproduce bene tutte le frequenze, soprattutto le più basse. In cuffia tutto bene anche se le in-ear fornite in confezione sono davvero troppo basic. E’ bene che ci siano ma se ne avete altre, usatele anche perchè con un po’ di regolazioni software si apprezza tantissimo la qualità audio.

Software

Durante l’utilizzo ci troviamo davvero bene con l’interfaccia e con il software, soprattutto se abbiamo già usato o se usiamo altri prodotti Samsung recenti. E’ praticamente tutto uguale a tanti altri terminali grazie ad un family feeling parecchio presente nella personalizzazione Samsung Experience. Il sistema è basato su Android Nougat, purtroppo, anche se è in arrivo un update ad Oreo per il mese di Marzo 2018. Peccato perchè con Oreo pre-installato questo smartphone sarebbe stato da consigliare ad occhi chiusi ma bisogna, come sempre con Samsung, portare pazienza con gli update.

Ho apprezzato le solite funzionalità comode come il sistema per usare un doppio account con social e app di messaggistica, le varie personalizzazioni, i temi e via discorrendo. Ottimo il livello di sicurezza grazie alle patch di Dicembre installate. Come dicevo prima però, l’interfaccia non è pienamente ottimizzata e soffre di alcuni blocchi durante l’utilizzo.

Fotocamera

Se la fotocamera posteriore non è doppia, quella anteriore lo è e fa benissimo anche i ritratti. Andiamo con ordine e svisceriamo prima quella posteriore. Troviamo un sensore da 16MP con apertura f/1.7 e flash LED. Questa fotocamera riesce a gestire bene gli scatti, le luci e il livello di dettaglio. Troviamo una qualità davvero elevata in tantissime condizioni di scatto, senza considerare le modalità PRO presenti nel software della fotocamera. A piena luce non c’è niente di cui lamentarsi anche se al buio le performance calano, come su tutti gli smartphone. La fotocamera però ha un’apertura piuttosto ampia e questo aiuta in diversi casi quando manca illuminazione. Di conseguenza, le foto risultano comunque sufficienti anche al buio o in luoghi poco illuminati come locali notturni e via discorrendo. Non siamo comunque ai livelli dei top, va assolutamente meglio la fotocamera di S8 così come di Note 8.

La fotocamera frontale è invece doppia con un sensore da 16 megapixel affiancato da uno da 8MP con apertura f/1.9. Questo permette alla fotocamera di eseguire scatti standard oppure grandangolari e di gestire molto bene la modalità ritratto con i contorni ben gestiti e un’ottima profondità di campo, regolabile in base alle esigenze. L’apertura però non è ampia come sul posteriore quindi attenzione a scattare durante le ore notturne o in condizioni di luce scarsa. Sembra un dato di poco conto eppure l’apertura f/1.7 è notevolmente più luminosa di una f/1.9.

20180131_214944 20180131_221747 20180201_000636 20180201_000731 20180201_113540 20180201_113558 20180201_113905 20180201_115410 20180201_120838 20180201_120952 20180201_121224 20180201_121307 20180201_121312 20180201_121600 20180201_121627 20180201_195557 20180201_220939

La registrazione video avviene ad un massimo di 1080p (Full HD) a 30fps. Ci saremmo aspettati la registrazione 4K a 30fps, modalità disponibile su alcuni competitors, anche di fascia più bassa. Samsung ha dovuto quindi differenziare questo mid-range dagli altri smartphone della famiglia per abbassare il rischio di cannibalizzare gli altri modelli.

L’unica pecca del setup fotografico di Galaxy A8 2018 è la mancanza della stabilizzazione ottica (OIS), ma solo se compariamo queste performance con quelle di un top di gamma. Per la fascia di riferimento non c’è niente fuori posto.

Batteria

La batteria di questo Galaxy A8 2018 è da 3000mAh. Si tratta di un valore nella media che non lo caratterizza come uno smartphone dall’autonomia infinita ma che, nell’uso quotidiano, raggiunge risultati soddisfacenti. Si arriva quindi a sera senza problemi, senza contare le modalità di risparmio energetico incluse nel software. Supportata anche la ricarica rapida. Niente di cui lamentarsi quindi, anche perchè dai nostri test abbiamo notato che il ciclo di scarica della batteria è piuttosto costante, nonostante durante la giornata l’utilizzo tenda a variare. L’alimentatore in confezione è da 9V 1,67A.

Qualità/Prezzo

Il prodotto, di listino è disponibile a 529,90€. Si tratta di un prezzo un po’ troppo elevato anche se ben posizionato nel listino Samsung. Bisogna sempre considerare i prezzi online e le promozioni di store e volantini. Ad esempio, Galaxy S8 potrebbe costare praticamente lo stesso di A8 2018.

Il prezzo però è già più basso se lo si acquista da Amazon o da Eprice. Di seguito i prezzi aggiornati alla stesura dell’articolo:

Infine, ricordiamo che c’è una promo interessante che permette di ottenere un Gear VR di Samsung con l’acquisto di Galaxy A8 2018 entro il 14 Febbraio 2018. I colori infine sono tre: Black, Orchid Grey e Gold.

7.7

Galaxy A8 2018 è un device che può contare su diversi pregi e pochi difetti. Benissimo il display, così come l'hardware per la categoria, ma frustrante il sistema di sblocco con il volto.

Design
8.0
80%
Display
8.0
80%
Hardware
7.0
70%
Connettività
8.0
80%
Audio
7.5
75%
Software
7.5
75%
Fotocamera
8.0
80%
Batteria
8.0
80%
Prezzo
7.0
70%

Pro

Materiali
Display
Performance per la categoria
Fotocamera frontale

Contro

Peso
Sblocco con il volto
Lag UI
Fotocamera al buio
Prezzo di listino

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link