Android P, disponibile la prima developer preview: ecco cosa cambia!

di Luca Ansevini 0

Era nell’aria, era attesa ed ecco finalmente arrivare la prima developer preview del futuro major update di Android, ovvero Android P!

Con questa prima release abbiamo quindi finalmente la possibilità di dare un’occhiata a quello che sarà l’imminente futuro di Android, fermo restando che si tratta ovviamente ancora di un software in stato decisamente embrionale e che sarà sicuramente soggetto a svariate modifiche in futuro.

Possiamo comunque iniziare a dare uno sguardo a quello che Google ha introdotto in questa release, che a prima vista risalta senza dubbio per la grande quantità di colori introdotti da big G. Ma procediamo con ordine e andiamo a vedere nel dettaglio tutte le novità di questa prima developer preview.

Status bar notch-friendly

Ormai lo abbiamo capito tutti; come largamente emerso anche durante il MWC 2018 anche i produttori di smartphone concorrenti di Apple hanno deciso di adottare il tanto chiacchierato notch introdotto su iPhone X e proprio questa prima developer preview mostra una status bar ridisegnata, con l’orario che si sposta sul lato sinistro per consentire l’adozione del notch. Le notifiche saranno come sempre rappresentate sul lato sinistro della barra di stato ma oltre le quattro differenti applicazioni sarà raffigurato un punto, che ci segnalerà di ulteriori notifiche di altre app oltre le quattro visualizzabili.

Interfaccia rinnovata e più colorata

Google ha spesso rivisto l’interfaccia grafica del suo sistema operativo e come anticipato all’inizio con Android P sembra voler aggiungere un tocco in più di colore al suo software; come potete infatti vedere dall’immagine poco sopra, il menù delle impostazioni guadagna tanti nuovi colori.

Anche i toggle rapidi subiscono una piccola variazione; in caso infatti di attivazione di uno dei toggle la relativa icona sarà colorata in blu, per poi tornare grigia in caso di disattivazione della relativa funzione. Da notare inoltre gli angoli più morbidi e arrotondati rispetto al passato.

Qualche piccola novità anche per quanto riguarda la dock, che introduce un background volto a creare maggiore stacco tra la homescreen e la sezione riservata alla dock. Anche la barra di ricerca Google guadagna un microfono sul lato destro, così da facilitare e velocizzare l’accesso a Google Assistant.

Il carattere Product Sans sembra guadagnare ancor più terreno, come visibile dai comandi ‘Deny’ e ‘Allow’ nell’immagine poco sopra. Non è tuttavia chiaro se tale novità sia solo dovuta allo stato di developer preview della release o sia a tutti gli effetti una decisione di Google.

Tante piccole novità quindi in attesa di scoprire quali saranno invece le nuove funzioni che Google introdurrà successivamente nel corso del tempo. Vi piacciono queste piccole novità? fatecelo sapere nei commenti.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link