ASUS Zenfone 5 2018, ritorno al futuro? – RECENSIONE

di Claudio Sardaro 0

ASUS torna alla carica con il nuovo Zenfone 5: un nome che richiama il passato, che ne ricorda i connotati, ma catapulta la gamma nel 2018. In attesa del fratellone 5z presentato durante MWC 2018, ecco la recensione del medio gamma quasi best buy!

Design

È forse tra i più importanti punti di forza del dispositivo: linee squadrate, ma morbide unite ad un’ottima scelta dei materiali conferiscono un senso di grande solidità al device. Frame in alluminio e il vetro anteriore e posteriore sono ben assemblati, privi di gap e non rendono scivolosa l’impugnatura. Complice la scelta di inserire un ampio display IPS FullHD+ con aspetto 18:9 borderless è davvero facile raggiungere ogni angolo del display e non avere problemi nella digitazione. Il display con notch è forse l’aspetto di design più criticabile del device: durante la prova non ci ha tuttavia creato alcun problema, anzi! Proprio questo elemento permette di limitare al massimo il bordo inferiore migliorando le dimensioni del dispositivo.

ASUS propone due colorazioni per questo Zenfone: Meteor Silver e Midnight Blue entrambe cangianti e davvero molto belle da vedere. Le dimensioni sono di 153×75,65×7,7mm ed il peso di soli 155g. Dimensioni e peso ben distribuito permettono di utilizzare il device in totale sicurezza anche senza una cover, a patto di prestare attenzione.

zenfone12 zenfone11 zenfone10 zenfone1

Display

Come anticipato, si tratta di una buona unità da 6,2 polliciIPS FullHD+ con aspetto 18:9 dotato inoltre di notch: più piccolo di quello visto su iPhone X, ma più grande rispetto alla gamma Huawei P20. Se con gli angoli di visuale non abbiamo alcun problema, il discorso cambia sotto la luce del sole: in queste condizioni, purtroppo, è davvero complesso avere una buona visuale e potreste ritrovarvi spesso a dover usare una mano per fare ombra e riuscire ad utilizzare il device. Questo problema è causato dai soli 500 nits di luminosità.

La resa cromatica è molto interessante, i colori sono molto saturi di default, ma questa sembra essere una tendenza molto apprezzata dagli utenti ultimamente. A parte il problema alla luce diretta del sole, il display risulta essere di buona qualità e sicuramente è in linea con le aspettative su questo device.

Hardware

L’ottima scheda tecnica ha sempre contraddistinto la serie e anche questo Zefone 5 non delude: è mosso dallo Snapdragon 636, è dotato di 4GB di memoria RAM e 64GB di memoria interna espandibile via MicroSD fino a 2TB. Il SoC è inoltre dotato di AI, utilizzata nel comparto fotografico, e garantisce prestazioni davvero ottime al device. Anche grazie all’ottima GPU Adreno 509 le performance grafiche sono davvero buone. In generale la scheda tecnica permette di soddisfare anche gli utenti più esigenti che però devono “accontentarsi” di un device più economico di un top di gamma. Non manca il sensore per lo sblocco posteriore e lo sblocco facciale attraverso la fotocamera frontale. In entrambi i casi il device riesce a sbloccarsi in modo davvero fulmineo.

Connettività

Lo Zenfone 5 è dotato di tutte le connettività che qualsiasi utente vorrebbe trovare su uno smartphone del 2018: Wi-Fi ac, GPS e Glonass, Bluetooth  5.0, NFC e LTE Cat. 13. Il dispositivo è inoltre dual-sim dual stand-by e garantisce un’ottima ricezione anche in zone poco coperte. Nella vita di tutti i giorni Wi-Fi e connettività cellulare si comportano davvero molto bene. È inoltre presente il jack da 3,5mm e connettore USB-C per ricarica e trasferimento dati.

Audio

ASUS ha insistito molto su questo aspetto del suo Zenfone 5 dotandolo non solo di certificazione DTS, ma anche di un dual speaker stereo davvero fenomenale. L’esperienza d’ascolto multimediale è probabilmente la migliore della categoria e non solo permette di godere a pieno di contenuti multimediali anche più complessi, ma permette di immergersi in sessioni di videogaming intense. L’audio proveniente dal jack da 3,5mm è ottimo e l’azienda ha deciso di valorizzarlo inserendo in confezione degli auricolari in-ear compatibili con lo standard DTS. Promosso a pieni voti quindi per quanto riguarda la qualità audio.

Software

A bordo troviamo la nuova versione 5 della ZenUI basata su Android 8.0 Oreo. ASUS ha lavorato molto per snellire l’interfaccia riuscendoci, ma non riuscendo ad essere particolarmente originale. Il device risulta sempre fluido, ben studiato e tutte le funzionalità sono lì dove qualsiasi utente vorrebbe trovarle. L’usabilità è quindi a livelli altissimi complice anche l’ottima scheda tecnica del device.

Fotocamera

Questo è forse il punto più dolente del dispositivo. La dual camera posteriore stabilizzata da 12 megapixel f/1.8 non riesce a rispettare le aspettative date dall’azienda. In condizioni di scarsa luminosità gli scatti non sono particolarmente soddisfacenti. Discorso diverso in buone condizioni di luce.

Ciò che non possiamo perdonare al sensore principale possiamo invece perdonarlo al grandangolare da ben 120° 8 megapixel. In questo caso, seppur in condizioni di luminosità scarsa le cose non migliorano rispetto al principale, è davvero bello scattare foto panoramiche che per un uso social sono davvero perfette.

La fotocamera anteriore è da 8megapixel f/2.0 e, anche in questo caso, è buona di giorno, ma delude in condizioni di luce scarsa.

Foto 24-04-18, 09 27 12 Foto 24-04-18, 09 26 59 Foto 24-04-18, 09 26 41 Foto 24-04-18, 09 26 24 2018-04-24 13.24.16 2018-04-24 13.24.09 2018-04-24 13.24.03 2018-04-24 13.23.57 2018-04-24 13.23.51 2018-04-24 13.23.46 2018-04-24 13.23.40 2018-04-24 13.23.35 2018-04-24 13.23.29 2018-04-24 13.23.22 2018-04-24 13.23.13 2018-04-24 13.23.00

La stabilizzazione ottica del sensore principale, unita a quella software, fa davvero un buon lavoro durante la registrazione video: il dispositivo permette di registrare video fino a 4K 30fps con la fotocamera posteriore e 1080p 30fps con quella anteriore. In entrambi i casi la qualità non è male, ma la gestione della luce potrebbe certamente essere migliorata.

Almeno nella nostra prova, la presenza dell’AI non ha inciso più di tanto. Con un futuro aggiornamento software siamo sicuri che le cose miglioreranno.

Batteria

Nonostante la presenza di un’unità da 3300mAh dotata di ricarica rapida, il dispositivo non riesce a portare a sera se utilizzato in modo pesante. La piattaforma hardware dovrebbe garantire comunque ampi margini di miglioramento che, siamo sicuri, arriveranno presto attraverso un aggiornamento. Lo Zenfone 5 non è dotato di ricarica wireless, ma è una mancanza da poco.

Ci saremmo certamente aspettati di più da questo smartphone visto anche il lavoro di ottimizzazione software decantato da ASUS.

ASUS Zenfone 5 – Conclusioni

ASUS Zenfone 5 convince, ma non fino in fondo. Considerando il prezzo di lancio di 399€ ci saremmo certamente aspettati qualcosa di meglio dal comparto fotografico e dalla batteria. Online abbiamo già visto sconti di oltre 70€ che fanno valutare il device secondo una chiave differente. A parte l’offerta lancio di trade-in proposta da ASUS, ci sentiamo di consigliare caldamente il device attendendo un ribasso di circa 100€: a 299€ diventerà un best-buy vista la cura del design, la ricercatezza dei materiali e alle ottime prestazioni.

8.0

ASUS Zenfone 5 è un dispositivo che convince sotto molti punti di vista, meno sotto altri. Diventerà sicuramente una valida alternativa ad un mercato medio gamma che sta diventando tuttavia sempre più competitivo.

Design
9.0
90%
Display
7.5
75%
Hardware
8.0
80%
Connettività
9.0
90%
Software
8.5
85%
Audio
9.5
95%
Fotocamera
7.0
70%
Batteria
6.5
65%
Prezzo
7.0
70%
Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link