Xiaomi VS Apple: ecco il confronto tra il Face Unlock 3D e il Face ID

di Nikolas Pitzolu 0

Circolano voci che Xiaomi Mi 8 potrebbe essere reale e avere un riconoscimento del volto 3D. Ecco quindi il confronto fotografico con il Face ID di Apple!

Abbiamo chiari riferimenti che a fine mese Xiaomi presenterà la nuova famiglia di dispositivi Mi 7. Il punto è che se questo ce lo aspettavamo, sono iniziate a circolare voci che ci sarà anche uno smartphone per festeggiare l’ottavo compleanno e si chiamerà Mi 8.

Il punto è che solo quest’ultimo avrà il riconoscimento del volto in 3D e, grazie alla fuga di notizie di oggi, possiamo mostrarvi come sarà fatto dal punto di vista hardware.

Tra l’altro l’evento è stato annunciato ufficialmente ma oltre a questo non sappiamo altro in merito.

Xiaomi Mi 7: nuovo evento in arrivo a Shenzhen?

Si perché quello che vedete nell’immagine sottostante è il modulo che o Mi 7 o Mi 8 avrà nel tanto amato e odiato notch e avrà tutta una serie di sensori che serviranno al dispositivo per riconoscere il volto in tre dimensioni e aumentarne le capacità di sicurezza e di utilizzo in scarse condizioni di luce.

Attualmente solo iPhone X utilizza questo tipo di scansione e la sicurezza è davvero alta, fermo restando che Apple ha fatto in modo di renderla esclusiva per il proprio smartphone del decennale.

Ovviamente all’interno della tacca troviamo anche altri sensori, come quello di prossimità e di luminosità che – accompagnato allo Speaker – gestiscono le conversazioni e il tipo di luminosità da applicare al display.

Però, come per iPhone X, i componenti principali sono partendo da sinistra:

  • Camera ad infrarossi per illuminare il volto in basse condizioni di luce ambientale ma non solo;
  • Fotocamera frontale standard da 20 MPX;
  • Proiettore di punti sul volto per analizzare le similitudini e procedere al riconoscimento facciale avanzato.

Le aziende interessate alla costruzione di questo nuovo modulo di riconoscimento sono state Qualcomm, Himax Technologies e Truly Opto-electronics.

Come per il riconoscimento di iPhone X a fare il lavoro di scansione è la TrueDepth camera. Anche sullo Xiaomi ci sarà ma cambierà il nome per motivi di copyright.

Un fascio luminoso, accoppiato all’immagine raccolta dal sensore ad infrarossi e all’acquisizione dei dettagli bidimensionali della cam frontale, viene “sparato” sul nostro volto alla ricerca di punti in comune con il volto base registrato inizialmente.

Per concludere, che fine farà il sensore delle impronte digitali? Sarà accoppiato al Face Unlock 3D per avere un metodo di sblocco aggiuntivo o verrà rimosso?

Le informazioni si fanno sempre più interessanti e la fine di maggio si avvicina, vedremo se davvero Xiaomi vorrà seguire iPhone X con il festeggiamento del suo anniversario e implementare in esclusiva su Android un nuovo scanner 3D del volto.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link