Recensione Xiaomi Redmi Note 5: SPENDERE BENE 200€! – VIDEO

di Andrea Cervone 0

Xiaomi Redmi Note 5 è il nuovo portabandiera della linea economica di smartphone Xiaomi. Ci troviamo dinanzi ad un prodotto maturo, bello da guardare e appagante in ogni aspetto. Pecca leggermente di originalità su retro, ma è uno di quei telefoni per cui sarete più che felici di investire circa 200€, ma anche qualcosina in meno se lo acquisterete, come noi, da GearBest. Scopriamolo nella nostra recensione!

Design

Sul fronte estetico non c’è molto da dire: Xiaomi Redmi Note 5 è uno Xiaomi Redmi 5 Plus sul fronte a cui è stato “abbinato” il retro di un iPhone X… o quasi. Inutile nascondersi dietro ad un dito: il “lato B” in alluminio del nuovo smartphone Xiaomi è palesemente ispirato a quello del top di gamma di Apple. Infatti troviamo la doppia fotocamera verticale, con LED flash al centro, posizionata sul lato sinistro del device.

Più in basso, al centro, è invece stato inserito il sensore di impronte che risulta velocissimo e precisissimo, come da tradizione recente degli smartphone Xiaomi. Sulla cornice destra del dispositivo troviamo il bilanciere del volume e il tasto di accensione, mentre sul lato destro è presente il solo carrellino per la doppia SIM in formato nano o per una SIM e una microSD per estendere la memoria di fabbrica (da 32 GB sull’unità da noi testata).

Schermo

A catturare l’attenzione su Xiaomi Redmi Note 5 è senza dubbio lo schermo. Si tratta di un pannello IPS da 5.99 pollici in risoluzione Full HD e con rapporto di forma 18:9. Questo schermo garantisce un’elevata luminosità e un’ottima taratura dei colori. Ottimi anche gli angoli d visuale e piuttosto profondi i neri, almeno per gli standard dei pannelli IPS. Il dettaglio c’è tutto ed è inoltre prevista la modalità “notte” che rende più caldi i colori nelle ore di buio per evitare di affaticare gli occhi. In tutto ciò il touch risponde bene ed è sempre molto preciso durante l’utilizzo quotidiano.

Hardware

Xiaomi Redmi Note 5 è uno dei primi smartphone Xiaomi del 2018 a montare il nuovo processore Qualcomm Snapdragon 636 che regala prestazioni ormai in linea con quelle dei veri e propri top di gamma. Chiaramente non ci troviamo dinanzi ad uno Snapdragon 845 sotto mentite spoglie, ma le prestazioni ci sono tutte, così come la fluidità nelle operazioni quotidiane e nei giochi. Veramente impressionante. Lo smartphone, poi, non scalda e gestisce anche molto bene la RAM che può essere da 3 o da 4 GB (noi abbiamo provato la versione da 4 GB di RAM). Non vengono quasi mai ricaricate le applicazioni ed è possibile utilizzare senza rallentamenti anche due applicazioni in simultanea sullo schermo. Veramente risultati eccellenti per uno smartphone “quasi” entry-level!

Connettività

Davvero completa è la connettività di questo smartphone, ma c’è un unico appunto da fare: purtroppo Xiaomi Redmi Note 5 si ricarica, esattamente come il predecessore, tramite un connettore microUSB. Per l’USB-C ci sarà ancora da aspettare evidentemente. Nella versione da noi provata, acquistata da GearBest, troviamo il supporto alla banda 20, in quanto trattasi di versione Global (occhio a cosa acquistate e da dove, con GearBest andate sul sicuro) con tanto di PlayStore e lingua italiana. Oltre questo c’è il sensore ad infrarossi, il WiFi doppia banda e addirittura il Bluetooth 5.0. Non manca nemmeno la radio FM. Unico assente è invece l’NFC, ma è un’assenza assolutamente giustificabile in un telefono di questa fascia.

Audio

Lo speaker su Xiaomi Redmi Note 5 è singolo (quindi audio mono) ed è posto nella parte inferiore a destra del dispositivo. È esposto quindi al rischio di essere coperto accidentalmente, magari durante il gioco o la visione di contenuti. Il volume non è altissimo ma si lascia comunque sentire agilmente, mentre sul fronte della qualità generale c’è ancora un po’ di strada da fare. Per fortuna c’è anche il connettore jack per collegare le cuffie con cavo, qualora vogliate beneficiare di un ascolto di qualità superiore senza ricorrere ai dispositivi Bluetooth.

Software

A bordo di Xiaomi Redmi Note 5 troviamo la nuova MIUI 9.5 in versione stabile basata su Android 8.1. Xiaomi ha quindi recuperato tutto il terreno perso sul fronte degli aggiornamenti (pensate che fino a non molto tempo fa l’azienda cinese lanciava ancora smartphone con Marshmallow a bordo!) ed equipaggia ora l’ultimissima versione pubblica di Android con tanto di patch di sicurezza aggiornate a marzo 2018. Le novità, poi, all’atto pratico, sono poche e quasi nulle: c’è si la risposta rapida alle notifiche, ma in pieno stile Xiaomi e non Google; viene riproposta la “shelf” già visita in passato, una schermata con tutti i widget accessibile dall’estrema sinistra nella Home; manca sempre il drawer delle applicazioni (e addirittura scompare lo store di temi) ma arrivano delle nuove gesture in stile iPhone X: con uno swipe dal basso verso l’alto si potranno chiudere le applicazioni, mentre per aprire le app recenti sarà necessario effettuare sempre uno scorrimento dal basso verso l’alto bloccandosi, però, per una frazione di secondo con il dito a metà schermo.

Il tasto indietro viene “tradotto” in gesture con un semplice scorrimento orizzontale (da sinistra verso destra o viceversa, è indifferente). Gesture comode ma che non sono esenti da piccoli lag e che talvolta possono dare problemi con i giochi o quando abbiamo la tastiera su schermo. Dettagli, ma alla fine ho preferito tornare ai tasti standard, anche perché con essi posso non solo passare al volo dall’ultima app alla penultima (premendo due volte il tasto Multitasking) ma anche richiamare la modalità ad una mano, cosa non fattibile quando si preferiscono le gesture.

Fotocamera

Su Xiaomi Redmi Note 5 troviamo tre fotocamere: la frontale è da 13 megapixel e scatta selfie davvero ottimi per la fascia di prezzo e forse anche migliori della media, mentre la doppia posteriore (12 + 5 megapixel) gode di HDR automatico, di modalità ritratto, di funzionalità zoom e può scansione codici QR.

E la qualità? Beh, al di la delle mie aspettative. Il passo in avanti rispetto a Xiaomi Redmi 5 Plus si avverte sia negli scatti di giorno che in quelli di notte. I primi molto definiti e all’occorrenza in grado di generare un bello sfocato; i secondi decisamente meno rumorosi e più definiti rispetto a quelli di Redmi 5 Plus ma che comunque mettono in luce una qualità inferiore. Buoni anche i video che arrivano fino alla risoluzione Full HD a 30 fps.

IMG_20180518_161114 IMG_20180519_095308 IMG_20180518_155329 IMG_20180519_102508 IMG_20180518_234816 IMG_20180519_155311 IMG_20180518_224858 IMG_20180519_000218 IMG_20180518_235827 IMG_20180520_181229

Batteria

A bordo di Xiaomi Redmi Note 5 è montata una generosa batteria (non rimovibile) da 4.000 mAh. Già di per se il dato tecnico lascia ben sperare, ma l’abbinata con il processore Snapdragon 636 non fa altro che migliorare ulteriormente le cose. Con un utilizzo particolarmente stressante ho chiuso alcune giornate addirittura con il 40% di batteria residua (non è un errore, lo ripeto: con il 40% di batteria residua). Parliamo di giornate davvero intense, trascorse all’estero e con utilizzo di due SIM in simultanea, tantissima navigazione GPS e web, chiamate e utilizzo di app social.

Insomma, uno degli utilizzi più stressanti che si possa fare di uno smartphone. Il tutto senza ricorrere a modalità di risparmio energetico che comunque ci sono e migliorano ulteriormente i risultati finali se attivate (manualmente o in automatico). Con un utilizzo normale del dispositivo ho chiuso le mie giornate addirittura con un 60% di batteria residua in alcuni casi. Davvero un’autonomia pazzesca e che fa gola un po’ a tutti i rivali. Semplicemente eccellente. La ricarica, poi, è davvero rapida e lo smartphone si ricarica del 50% in mezz’ora utilizzando l’alimentatore incluso in confezione.

Conclusioni e Prezzi

Xiaomi Redmi Note 5 è il fiore all’occhiello della nuova linea Redmi di Xiaomi. Dopo aver provato le versioni “standard”, che già ci avevano convinto alla grande, abbiamo trovato in Xiaomi Redmi Note 5 il prodotto perfetto per chiunque sia alla ricerca di un phablet con dimensioni importanti, processore potente, buona fotocamera e una batteria longeva. Che poi, pensandoci, sono proprio queste, in linea teorica, le caratteristiche più importanti in un dispositivo, specialmente se economico. Beh, Xiaomi Redmi Note 5 vi offre tutto questo e vi regala anche uno schermo di ottima qualità, un’esperienza software appagante e personalizzabile e una connettività completa. Davvero difficile chiedere di più su queste cifre.

Se siete interessati ad acquistare Xiaomi Redmi Note 5 vi consigliamo di procedere da questo link che vi rimanderà alla pagina del prodotto su GearBest (LINK ACQUISTO). Questo sito, divenuto ormai un punto di riferimento internazionale per l’acquisto di smartphone Xiaomi (e non solo) consente infatti di ottenere il miglior prezzo su Xiaomi Redmi Note 5 (attualmente in sconto a 180€) in versione Global, cioè la stessa provata da noi e che include, oltre alla banda 20, la ROM europea con PlayStore e lingua italiana. La spedizione è rapida, senza costi di importazione per l’utente e lo shop offre 24 mesi di garanzia. Data anche la bontà del prodotto sarebbe davvero un’occasione sprecata farsi scappare questi prezzi allettanti.

 

8.1

Completo, affidabile e concreto. Xiaomi Redmi Note 5 è senza dubbio il miglior esponente della linea Redmi 2018 dell'azienda cinese ed è a tutti gli effetti uno dei migliori candidati per ottenere il titolo di "Best-Buy" dell'anno nella fascia degli smartphone da 200€. Ha tutto al posto giusto, piace e convince. Una scelta ben più che consigliata per tanti, tantissimi utenti. L'acquisto della versione Global da GearBest è fortemente consigliato per ragioni di prezzo e di compatibilità con le reti italiane (e non solo). Dispositivo eccellente per il prezzo di vendita!

Design
7.0
70%
Schermo
8.0
80%
Hardware
8.5
85%
Connettività
8.0
80%
Audio
6.5
65%
Software
8.0
80%
Fotocamera
7.5
75%
Batteria
9.5
95%
Qualità/Prezzo
9.5
95%

Pro

- Ottimo schermo
- Prestazioni (quasi) top
- Software completo e aggiornato
- Buone fotocamere
- Batteria impareggiabile

Contro

- Connettore microUSB
- Audio migliorabile

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link