Xiaomi Mi Max 3: ci siamo, arriva la certificazione in Cina

di Claudio Stoduto 1

Si torna a parlare in maniera ufficiale del nuovo Xiaomi Mi Max 3, il prossimo phablet che l’azienda cinese potrebbe presentare sul mercato globale.

Xiaomi potremmo ormai definirla come una delle poche società ad aver ancora creduto in questo genere di prodotti dalle dimensioni enormi e non facilmente utilizzabili da tutti quanti gli utenti. Xiaomi Mi Max di prima generazione a suo modo stupì un po’ tutti e poi la conferma si ebbe con il secondo modello, quello dello scorso anno, che comunque raggiunse degli ottimi risultati di vendita.

Secondo quanto riportato dagli ultimi rumors provenienti dalla Rete, il nuovo bestione di Xiaomi potrebbe essere stato identificato come il modello M1807E8S. La conferma sembrerebbe arrivare dall’ente cinese 3C la quale si dedica ormai da tempo alla registrazione di tutti i nuovi smartphone che, tendenzialmente, arrivano poi sul mercato cinese da lì a qualche mese.

Se non emerge alcun dettaglio ulteriore in merito magari al design, da queste indiscrezioni però arrivano delle importanti conferme per quanto riguarda la componentistica tecnica dello smartphone. Entrando nel dettaglio sembrerebbe confermata la presenza di un display con un aspetto di forma in 18:9 da ben 6,99 pollici ed una risoluzione Full HD+. Ok stiamo calmi, sulla carta sembra essere un display enorme ma ricordiamo che questi nuovi pannelli visti ormai dal 2017 permettono di ridurre non poco le dimensioni finali del dispositivo. Certo, non saremo davanti ad un iPhone 5S da tenere in mano comodamente, ma potrebbe esserci il vero rischio di avere tra le mani un Mi Max più compatto dei precedenti modelli visti sino ad ora. Passando invece a parlare del processore di cui sarà dotato questo dispositivo, la scelta finale è ricaduta sul nuovo Snapdragon 710 di Qualcomm presentato da pochissime settimane. Ci sono tante aspettative su di esso sia in termini prestazionali che di durata della batteria. A tal proposito sembra confermata la presenza di un modulo da ben 5500 mAh che, al netto appunto del discorso fatto sul processore, potrebbe fornire non poche soddisfazioni agli utenti. La GPU sarà ovviamente anche qui la nuova Adreno 616 che verrà anche supportata da ben 4 GB di memoria RAM e 128 GB di storage interno non espandibile tramite la microSD. Se per la prima siamo quasi certi della possibile presenza di un clessico modello più spinto (si parla anche di un’ipotetica versione da 8 GB), per la seconda non ci sono altre informazioni a riguardo. Infine Xiaomi avrebbe pensato anche a fare un sostanzioso upgrade al comparto fotografico cercando di garantire un doppio modulo posteriore potenzialmente interessante e di cui però si conoscono altri pochi dettagli.

A luglio in teoria potrebbe essere sollevato il velo su questo nuovo smartphone su cui un po’ tutti ci stiamo iniziando ad orientare. La conferma in tal senso era già arrivata dal CEO di Xiaomi, vedremo se verrà ufficializzato il tutto con un evento dedicato nelle prossime settimane.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link