Xiaomi Redmi 6 è ufficiale con il nuovo Helio P22

di Claudio Stoduto 0

Xiaomi lancia un ulteriore nuovo smartphone nella fascia bassa del mercato, il nuovissimo Xiaomi Redmi 6 con alcune caratteristiche interessanti e che lo rendono un po’ diverso dai suoi fratelli presenti già sul mercato.

La notizia è arrivata questo pomeriggio dopo il lancio ufficiale in Italia del nuovo Xiaomi Redmi S2. Xiaomi Redmi 6 in parte lo va ad associare nella fascia bassa del mercato in cui la società cinese ha costruito, piano piano, il suo grande successo degli ultimi anni.

Entrando più nello specifico vengono confermate ed allo stesso tempo rivoluzionate, alcune delle specifiche tecniche che sono emerse nel corso di questi ultimi giorni. Partendo  dal processore con cui sarà equipaggiato questo nuovo Xiaomi Redmi 6, la scelta è ricaduta sul recentissimo MediaTek Helio P22. Si tratta di una CPU conosciuta anche con il nome in codice MT6762 che avrà a disposizione anche il nuovo modello della GPU PowerVR di ultima generazione: la GE8320. Per essere più specifici parliamo di un prodotti che non appartiene esattamente alla fascia più bassa del mercato ma a quella che potremo definire media. La RAM a disposizione partirà dai classici 3 GB per salire sino ai più tradizionali 4 GB relativamente a fronte di 32 GB di memoria interna o 64 GB, ovviamente in entrambi i casi espandibile tramite la microSD sacrificando uno dei due slot dedicati alle nano SIM. Molto interessante anche il comparto fotografico che sarà dotato di una fotocamera principale da bene 12 megapixel con i pixel di dimensione pari a 1,25 μm, ed una secondaria da ben 5 megapixel che dovrebbe coadiuvare gli scatti in condizioni non del tutto ottimali. Il display sarà un pannello da 5,45 pollici con risoluzione HD+ con un aspetto di forma in 18:9, il che lo renderebbe più comodo da utilizzare. Come anticipato, lo smartphone sarà dotato di un doppio carrellino per le nano SIM con il supporto alle reti 4G VoLTE, il Wi-Fi in versione ac ed infine il Bluetooth 5.0, uno dei pochi in questa fascia di mercato che rende ancora una volta Xiaomi un passo in avanti.

Nota finale relativa al prezzo di vendita. Sulla carta lo smartphone potrebbe costare circa 125 dollari, tasse escluse. Analizzando le varie caratteristiche a disposizione ed appunto il suo valore di mercato, anche questa volta Xiaomi parrebbe aver fatto il classico miracolo dei suoi offrendo un prodotto ad un prezzo molto più concorrenziale di tutti i competitors presenti all’interno di questo panorama del settore. Certo non parliamo del primissimo prodotto da andare a consigliare, però intorno alla fascia dei 120 o meglio dei 150 euro forse potrebbe essere difficile da andare a battere per quest’anno.

Attendiamo quindi l’annuncio anche per la versione globale che potrebbe arrivare nel corso delle prossime settimane. Speriamo che possa essere venduto anche in Italia e che il prezzo, al netto delle varie tasse in cui differisce il nostro Paese, non possa essere troppo diverso.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link