OnePlus 6: perché scegliere altro? – RECENSIONE

di Claudio Sardaro 0

OnePlus 6 è senza dubbio lo smartphone più atteso di questo periodo e le alte aspettative sono state rispettate. Recensire questo OnePlus non è stato semplice: è lui il Re attuale? Ecco cosa ne penso.

Design

Il nuovo OnePlus 6 è diverso dai OnePlus del passato, ma non si discosta dalle linee viste sui modelli precedenti. La tanto decantata linea Horizon che corre su tutto il profilo è presente anche su questo dispositivo donandogli un vero segno distintivo. Sul retro troviamo una scocca in vetro lucido nella versione Mirror Black e opaco sulla Midnight Black e Silk White. Esponendo alla luce la parte posteriore di tutte e tre le versioni sarà possibile vedere una S che corre su tutto il vetro. Si tratta di un effetto davvero piacevole, sicuramente distintivo e molto bello da vedere. Sulla parte destra troviamo il tanto amato switch a tre corse per selezionare vibrazione, silenzioso o modalità suoneria in modo rapido, ma soprattutto semplice. Sul fronte troviamo un display bodreless di cui parleremo più avanti e che cela il tanto discusso notch.

Sulla parte inferiore del device troviamo il connettore USB-C, il microfono principale e lo speaker di sistema. Sulla sinistra troviamo invece bilanciere del volume e carrellino per la doppia nano sim. Come detto, sulla destra troviamo il classico switch OnePlus e il tasto di accensione/spegnimento. La parte superiore ospita esclusivamente il microfono per la soppressione del rumore.

Il feeling restituito dal dispositivo è davvero piacevole seppure le dimensioni siano generose: 155,7 x 75,4 x 7,8 mm e il peso di 177g lo rendono non facilissimo da maneggiare, ma ugualmente piacevole da utilizzare. Il retro in vetro opaco è sicuramente più scivoloso di quello ruvido, ma è probabilmente più bello da vedere. Nella versione Midnight Black il frame in alluminio è opaco e molto piacevole al tatto. Il logo di OnePlus è presente solo sul retro dove troviamo anche il sensore di impronte digitali posto sotto flash e doppia fotocamera.

Schermo

Come altri top di gamma del momento, anche OnePlus 6 presenta un’unità AMOLED da 6,28 pollici 19:9 con un piccolo notch che ospita fotocamera frontale, capsula auricolare, sensore di luminosità e led di notifica. I bordi sono davvero ristrettissimi: lo screen to body ratio è dell’83,8% e il bordo inferiore, più pronunciato degli altri, è certamente uno dei più piccoli mai visti su uno smartphone Android. In tutte le condizioni il display si comporta davvero bene, il software permette di impostare i colori a piacimento e il notch si può nascondere: nell’interfaccia il tutto è parziale, nelle app è possibile invece modificare il settaggio in modo selettivo. Nel complesso si tratta di un’unità davvero ottima e sicuramente all’altezza degli attuali top di gamma. Non manca la modalità notturna e l’ormai consueta modalità lettura introdotta da OnePlus 5.

Così come la parte posteriore, il fronte è protetto da un vetro curvo Gorilla Glass 5 particolarmente resistente.

Hardware

OnePlus 6 è senza dubbio uno degli smartphone con la più completa scheda tecnica del mercato. Il processore è l’ottimo Snapdragon 845 con GPU Adreno 630 e ben 6 o 8GB di memoria RAM. Internamente è possibile scegliere tra 64, 128 o 256GB di memoria non espandibile UFS 2.1.  Il tutto si traduce in fluidità da far paura, velocità da far impallidire chiunque e nessuna incertezza. Giocare sarà semplice e veloce come mandare una mail da: le temperature di OnePlus 6 non sono mai un problema nonostante le minori proprietà dissipative del vetro. Che serva installare molte app in contemporanea o che si debbano compiere task complessi, sarà difficile trovare OnePlus 6 in fallo.

Sblocco facciale e sblocco con sensore biometrico posteriore sono entrambi rapidi e non falliscono praticamente mai. Lo sblocco facciale fa uso della fotocamera anteriore, ma anche al buio è stato davvero efficace complice la sufficiente, ma non eccessiva illuminazione offerta dal display. È inoltre presente l’impermeabilità, ma non è certificata ufficialmente.

Connettività

Anche sotto questo aspetto, OnePlus 6 è secondo a pochissimi dispositivi. Wi-Fi ac, Bluetooth 5.0, NFC, USB-C, jack da 3,5mm, A-GPS/Glonass/Galileo/BDS oltre che LTE Cat. 16 con supporto dual-sim sono certamente tutte le richieste degli utenti più esigenti del 2018.

Avremmo voluto vedere la specifica 3.0 per l’USB-C, ma è davvero l’unica critica che si può muovere nei confronti del device. La ricezione è ottima, non delude in nessuna situazione sia che si utilizzi il dispositivo in modalità single che in dual sim: in tal caso è semplice inoltre lo switch tra l’utilizzo dei dati tra le sim. Ottima è anche la portata del bluetooth e del Wi-Fi in ogni situazione.

Audio

Il comparto audio di OnePlus 6 è buono, ma sicuramente migliorabile. Se per le chiamate è ottimo, per la multimedialità non si può certamente dire lo stesso: lo speaker di sistema è soltanto uno ed è quindi mono, ma restituisce un audio corposo e ricco di tonalità alte e basse. Con uno speaker frontale l’esperienza sarebbe migliorata e la fruizione multimediale sarebbe stata all’altezza del resto dei top di gamma. Su questo “difetto” si può comunque sorvolare vista la buona qualità complessiva dello speaker montato a bordo.

Software

OnePlus 6 è mosso dall’ultimo Android O 8.1 personalizzato dalla OxygenOS 5.1.6. La personalizzazione è davvero light e aggiunge quel tanto che basta per migliorare l’esperienza d’uso del dispositivo. Grazie all’ottimo hardware, il software gira benissimo ed è privo lag. Così come visto su OnePlus 5T, anche il nuovo 6 è dotato di gesture in stile iPhone X che permettono di abbandonare la tipica barra di navigazione Android. Ottima la gestione delle impostazioni e delle possibilità native di personalizzazione del device. Il dispositivo è inoltre stato incluso nel programma di betatesting lanciato da Google di Android P.

Fotocamera

OnePlus 6 migliora di molto il comparto fotografico del modello precedente: a bordo troviamo un doppio sensore fotografico da 16+20 megapixel entrambi f/1.7, ma differenti nella grandezza dei pixel. Il sensore da 16 megapixel è inoltre dotato di stabilizzazione ottica che aiuta sia in condizioni di scarsa luce che nella registrazione video. I video vengono registrati fino a 4k 60fps oltre che in slow motion a 1080P a 240fps o 720P 480fps.

Anteriormente troviamo invece un sensore da 16 megapixel f/2.0 dotato di stabilizzazione digitale.

photo5832472636742020220 photo5832472636742020221 photo5832472636742020222 photo5832472636742020223 photo5832472636742020224 photo5832472636742020225 photo5832472636742020226 photo5832472636742020227 photo5832472636742020228 photo5832472636742020229 photo5832472636742020230 photo5832472636742020231 photo5832472636742020232

I sensori posteriori scattano ottime foto in tutte le situazioni, ma sono leggermente inferiori ai dispositivi come P20 Pro e Pixel 2 Xl. I video vengono registrati bene, ma anche in questo caso risultano inferiori rispetto ai dispositivi già citati. La fotocamera frontale è buona, in linea con le altre proposte presenti sul mercato. Visto il prezzo del dispositivo risulta essere un’ottima scelta anche per gli amanti della fotografia. Unica nota stonata è l’app della fotocamera che risulta poco ricca di impostazioni.

Batteria

L’unità da 3300mAh è ottima e garantisce una giornata intera di utilizzo intenso senza troppi problemi. Grazie alla ricarica rapida Dash Charge, OnePlus 6 è in grado di ricaricarsi in modo rapidissimo a patto che si utilizzino cavetti e caricatori originali OnePlus. L’azienda promette di ottenere il 70% di ricarica partendo da 0 in circa 30 minuti. Manca la ricarica wireless, sarebbe stato bello vederla visto il retro in allumino di questo smartphone.

Conclusioni e Prezzi

Vale la pena acquistare OnePlus 6? Se siete in cerca di un VERO top di gamma, ma non avete a disposizione un budget di oltre 700€, la risposta è ! OnePlus 6 è veloce, affidabile e privo di vere rinunce e soprattutto soddisfacente. Sin dall’esperienza unboxing, il dispositivo convince e fa sentire l’utente davvero coccolato vista la presenza della pellicola di protezione pre applicata e la cover in silicone presente in confezione.

OnePlus 6 è il dispositivo perfetto per tutti quei clienti più esigenti che cercano un’esperienza Android quasi pura e rapidi aggiornamenti. Che si provenga da un altro smartphone Android o un iPhone, difficilmente OnePlus 6 potrà deludervi.

OnePlus 6 è disponibile all’acquisto attraverso Amazon e lo store ufficiale dell’azienda: in tutti i casi la versione da 6GB/64GB costa 519€, quella da 8GB/128GB 569€ e quella da 8GB/256GB arriva a 619€. La versione limitata Silk White è disponibile solo attraverso lo store ufficiale nella versione 8GB/128GB; la Mirror Black è disponibile nelle varianti da 64GB e 128GB; la Midnight Black in quella 128GB e 256GB.

Il nuovo OnePlus 6 mi ha davvero rapito, sarà il mio dispositivo Android principale per i prossimi mesi e non mancherò nell’aggiornare questa recensione qualora dovessi scoprire nuovi aspetti del device non emersi nel corso di queste settimane. Stay tuned!

8.8

OnePlus 6 è uno dei top di gamma migliori disponibili ad oggi sul mercato. Non si discute! Il rapporto qualità/prezzo è difficilmente eguagliabile e certamente si tratta di un device lascerà ogni suo acquirente soddisfatto. Aggiornamenti tempestivi e software impeccabile sono la ciliegina sulla torta.

Design
8.5
85%
Hardware
10.0
100%
Schermo
8.0
80%
Connettività
10.0
100%
Audio
7.0
70%
Software
9.0
90%
Fotocamera
8.0
80%
Batteria
9.0
90%
Qualità/Prezzo
9.5
95%
Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link