Xiaomi Mi Pad 4 è ufficiale!

di Claudio Stoduto 0

Dopo una lunga, lunghissima attesa ecco che finalmente Xiaomi ha presentato al pubblico il nuovo Xiaomi Mi Pad 4, il suo ultimo tablet dalle dimensioni compatte.

A distanza ormai di qualche anno dall’ultimo Mi Pad, l’azienda alla fine ha confermato tutte le indiscrezioni e gli indizi che ci aveva dato in questi ultimi giorni in merito al prodotto. Il lancio è stato ovviamente in grande stile per un prodotto che, sulla carta, sembra essere molto interessante per il suo panorama globale.

Xiaomi Mi Pad 4 non perde la sua grande caratteristiche dell’essere piccolo  ma allo stesso tempo potente. Infatti il tablet, nonostante il display più grande, risulta persino più compatto rispetto al modello precedente già di per sé molto vicino alle forme (se non identiche) di iPad Mini di Apple. Le dimensioni precise saranno di 200,2 x 120,3 x 7,9 millimetri a fronte di un aspetto di forma non più in 4:3 ma ora in 16:10. Alla fine anche questo nuovo formato è arrivato anche sui tablet di Xiaomi dopo tutta una serie di voci che erano circolate nelle settimane passate. La diagonale rimane sempre da 8 pollici mentre la risoluzione aumenta arrivando a 1920 x 1200 pixel, non ci sono dettagli o conferme in merito alla tecnologia del pannello purtroppo.

Passando ad analizzare invece quanto di buono c’è sotto la scocca del prodotto, avremo davanti un tablet dotato dello Snapdragon 660 di Qualcomm. Un processore non di ultima generazione ma dello scorso anno che proprio con Xiaomi, sul Mi Note 3, aveva mostrato tutte le sue enormi potenzialità in termini di prestazioni e consumi ridotti. Insieme ad esso ci saranno poi 3 o 4 GB di memoria RAM a seconda del taglio di memoria interna che verrà scelto da parte dell’utente e che partirà purtroppo dagli ormai classici 32 GB, peccato che non siano 64. Quest’anno però, dopo le numerose critiche, arriva il supporto alla microSD e quindi la memoria interna sarà facilmente espandile. Buona anche la fotocamera da 13 megapixel nel posteriore che vanta un’apertura f/2.0, la modalità bellezza ed infine la funzione HDR. Quella anteriore invece sarà una classica da 5 megapixel in grado di riconoscere anche il volto e di sbloccare quindi il dispositivo.

Infine non manca poi il Wi-Fi dual band ed il Bluetooth 5.0, rendendolo così uno dei primissimi tablet al mondo con tale tecnologia, che persino oggi è ancora sconosciuta fra molti degli smartphone top di gamma in commercio. Il connettore di ricarica sarà l’USB Type-C che permetterà anche di trasferire i file tramite il protocollo OTG, ma non sappiamo se supporterà, per ragioni di potenza ridotta, la possibilità di gestire un dongle esterno. Inoltre vi sarà un versione con il modulo LTE che permetterà quindi di navigare in completa autonomia anche in mobilità senza dover dipendere da una connessione Wi-Fi. Sarà da verificare, una volta in commercio, la compatibiltà con le reti globali o se sarà limitato a quello cinese. La batteria sarà da ben 6000 mAh, già di per sé estremamente capiente e che, grazie al processore ed alla o MIUI, potrebbe garantire una resa decisamente elevata e sopra la media generale della categoria.

Parlando del prezzo, Xiaomi Mi Pad 4 arriverà ad un prezzo molto concorrenziale. Al cambio attuale infatti, con i prezzi annunciati oggi, il modello di partenza con 3 GB di memoria RAM e 32 GB di memoria interna verrà venduto a circa 140 euro. Si sale poi a circa 180 euro per il modello da 4 GB di RAM e 64 GB interni per arrivare a circa 200 euro per il modello con il modulo LTE. Al momento non ci sono però notizie per il mercato italiano, in ogni caso ci sembra, ancora una volta, l’ennesimo prodotto di Xiaomi ben riuscito e con delle ottime potenzialità.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link