Xiaomi Redmi 6 Pro è UFFICIALE: la qualità si paga meno!

di Nikolas Pitzolu 0

La lineup del produttore Cinese continua ad arricchirsi e lo fa con l’appena presentato Xiaomi Redmi 6 Pro: andiamo a conoscere il nuovo smartphone di fascia media.

Con un’apparizione prima sul sito ufficiale e poi con la presentazione poche ore dopo, ecco arrivare alle cronache tecnologiche anche Xiaomi Redmi 6 Pro.

Utilizziamo la parola “Anche” perché è davvero notevole la quantità di eventi che l’azienda Cinese organizza durante l’anno per rinnovare, immettere, creare i suoi smartphone e tutta la schiera di dispositivi e accessori, tra cui tablet, che porta a commercializzare durante l’arco dei 365 giorni.

Oggi è il turno del Redmi 6 Pro che continua sul filone dei dispositivi con Notch e fornisce un design si diverso, ma allo stesso tempo molto simile a tutta la schiera degli smartphone che quest’anno sono arrivati con questa nuova forma del display che porta inevitabilmente il form factor del dispositivo a 19:9.

Per quanto riguarda le cornici, per chi è attento alle simmetrie troverà strano che quella superiore sia diversa per spessore a quelle laterali e, quest’ultime, differenti ancora dalla cornice inferiore che è sempre la più marcata di tutte (e non solo sulla gamma Redmi di Xiaomi).

Al posteriore ci scontriamo con un design ripreso dai recenti Mi 8 ma ovviamente non sarà presente la versione “trasparente” del Mi 8 Explorer Edition. Fotocamera in verticale in configurazione Dual e sensore delle impronte digitali, sempre ben posizionato per un rapido e comodo raggiungimento.

Particolare l’attenzione per la connettività e il modulo SIM con uno slot che non ci obbliga ad utilizzare o due SIM o una SIM più la Micro SD (Redmi 5 ad esempio aveva questa configurazione) ma saranno presenti due slot per le due SIM e uno dedicato solo ed esclusivamente alla Micro SD: insomma, tre spazi in un carrellino.

Ma la scheda tecnica? Eccola ed è quella ufficiale estratta direttamente dal sito dell’azienda che lo ha mostrato in anteprima:

  • Display da 5,84 pollici in risoluzione Full HD+, a tecnologia IPS LCD con un aspetto di forma 19:9 per via del Notch;
  • SoC Snapdragon 625 octa core con GPU Adreno 506;
  • Memoria integrata da 32 GB e memoria RAM disponibile pari a 3 GB, l’altra versione con 64 GB di memoria integrata e memoria RAM pari a 4 GB. Sarà presente anche la versione di mezzo con 32 GB di memoria con 4 GB di RAM: tutti i casi con espansione Micro SD disponibile;
  • Fotocamera doppia sul retro in verticale (la prima da 12 MPX, la seconda da 5 MPX). La prima ha un f/2.2 ed è stabilizzata elettronicamente  mentre la seconda (f/2.4) è di supporto e raccoglie dati sulla profondità, quindi per aiutare il software ad effettuare un effetto bokeh corretto;
  • Fotocamera singola da 5 MPX all’anteriore con f/2.4 centrata e senza Flash;
  • Connettività WiFi a/c dual band, Bluetooth 4.2, GPS, GLONASS, modem LTE 4G+ e ricarica veloce tramite USB Type C;
  • Sensore delle impronte digitali circolare sul tasto dedicato sul retro;
  • Face Unlock bidimensionale sul frontale grazie alla cam ad alta risoluzione;
  • Dual Sim Dual Standby supportato con slot singoli dedicati e non ibridi;
  • Batteria da 4000 mAh integrata con ricarica rapida QuickCharge by Qualcomm;
  • Dimensioni di 149,33 X 71,68 X 8,75 mm e un peso di 178 grammi;
  • Jack audio da 3,5 mm presente;
  • Sistema Operativo Android 8.1 con personalizzazione MIUI 10 (la nuova e ancora in Beta versione customizzata della ROM Xiaomi ).

Potevano mancare degli algoritmi di intelligenza artificiale legati al miglioramento delle foto? Assolutamente no! Non solo saranno presenti nelle scene automatiche ma influenzeranno anche le altre modalità di acquisizione foto.

Presente un HDR dinamico e i video possono essere registrati in Full HD a 60 fps. Il dispositivo è anche capace di registrare filmati in slow motion in risoluzione 720p a 120 fps.

Tra le altre cose è presente anche l’emettitore IR per divertirvi a cambiare i canali della televisione ad esempio!

Terminiamo parlando di disponibilità, prezzi per le versioni e colori.

Da domani 26 giugno il terminale sarà già pronto per la vendita in Cina in tutte le varianti e siamo pronti a scommettere che non passeranno poi molti giorni per vederlo sui principali siti di import/export pronto per essere spedito worldwide.

Le colorazioni saranno le seguenti: Rosso, Celeste, Nero, Rose Gold e Sand. Tutte disponibili per tutte le varianti, sia per il modello da 32 GB che per il modello da 64 GB.

Ora veniamo ai prezzi, eccoli:

  • Xiaomi Redmi 6 Pro con 32 GB di memoria interna e 3 GB di RAM al prezzo di 131 euro (al cambio senza eventuali tasse);
  • Xiaomi Redmi 6 Pro con 32 GB di memoria interna e 4 GB di RAM al prezzo di 157 euro (al cambio come sopra);
  • Xiaomi Redmi 6 Pro con 64 GB di memoria interna e 4 GB di RAM al prezzo di 171 euro (sempre al cambio e senza eventuali tasse).

Chiaramente la Cina gode di un vantaggio sia fiscale sia di produzione in loco quindi i prezzi nel nostro paese non saranno questi, a maggior ragione se Xiaomi lo porterà ufficialmente in Italia.

Ma eventuali indicazioni e post ufficiali li riporteremo per dovere verso chi vorrà acquistare questi terminali.

Che ne pensate? Fa bene Xiaomi ad attaccare il mercato in questa maniera e, sopratutto, a riportare caratteristiche e tratti estetici molti simili (per non dire uguali) ad altri propri smartphone solo dal nome diverso?

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link