Xiaomi Mi 8 Explorer Edition: le vendite partiranno dal 30 luglio

di Claudio Stoduto 0

Torniamo a parlare dello Xiaomi Mi 8 Explorer Edition, uno dei terminali più interessanti che la società cinese ha presentato nel corso di queste settimane.

Per chi se lo fosse perso durante la sua presentazione ufficiale, si tratta dell’attuale modello di punta della società che mostra una veste grafica accattivante, bellissima e per molti aspetti unica nel suo genere. Infatti la back cover di questo smartphone è stata fra le prime ad essere lanciata senza alcun trattamento estetico, ma preferendola quindi nuda, cruda e trasparente. C’è quel qualcosa di mistico e diverso in uno smartphone che mostra i suoi componenti interni tanto che molte aziende hanno poi iniziato a prendere spunto ed a realizzare persino delle pellicole adesive per i loro prodotti.

Ad ogni modo ad oggi non erano più arrivate conferme sulla disponibilità di questo dispositivo. Infatti non c’erano state notizie su un suo prezzo di vendita così come per una possibile data di commercializzazione. Sembrava di essere davanti all’ennesimo prodotto di Xiaomi che sarebbe potuto arrivare in futuro, ma a data da destinarsi.

Finalmente ci siamo. Dal prossimo 30 luglio, come annunciato in queste ore, sarà possibile acquistare lo smartphone ad un prezzo intrigante a modo suo. Parliamo infatti di 460 euro al cambio odierno, con nessuna conferma purtroppo per la versione globale. Su questo aspetto ci vorremmo soffermare, perché sebbene il Mi 8 sembri ormai in procinto di arrivare anche in Italia, per questa variante le voci sono pari a zero. Xiaomi certo ha un grande seguito ed un grande fascino fra gli utenti, ma deve sicuramente snellire la commercializzazione dei terminali nella sua veste globale evitando dei ritardi notevoli come visto anche ora con il Mi 8 in queste settimane.

Vedremo mai questo Xiaomi Mi 8 Explorer Edition anche in Italia? E se si, a che prezzo secondo voi lo potremo acquistare?

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.