Huawei P30 Pro: arrivano le prime immagini del prodotto

di Claudio Stoduto 0

In questa fredda domenica invernale che anticipa il Natale, torniamo a parlare di Huawei e del suo prossimo smartphone di punta: il nuovo Huawei P30 Pro, che vedremo lanciato nel corso della prima metà del prossimo anno.

Lo facciamo a seguito delle ultime voci che ci hanno mostrato quelli che dovrebbero essere i primi accessori proteggi schermo dello smartphone con tanto di display curvo nei lati. Questa potrebbe essere la prima grande novità del dispositivo in questione che, udite udite, parrebbe essere stata appena confermata in questi ultimi minuti.

Già perché in Rete, come potete notare dalla fotografia dell’articolo, è apparsa quella che potrebbe senza dubbio essere la prima immagine semi ufficiale dello smartphone. A farla emerge è il solito insider @venyaGeskin1 e proprio per questo pensiamo possa essere più che ufficiale e concreta da questo punto di vista.

Analizzando quando apparso, ci sono un paio di considerazioni da fare in merito a questo nuovo prodotto. Siamo davanti a quello che potrebbe essere un’evoluzione sia del P20 Pro dello scorso anno, ma allo stesso tempo anche del Mate 20 Pro visto poche settimane fa. Indubbiamente c’è un mix di entrambi questi dispositivi all’interno di questa immagine che mostrano sempre di più come Huawei prenda la linea Mate come riferimento per poi sviluppare nuovamente la linea P. Salta subito all’occhio di chiunque come il notch sia praticamente scomparso a favore di una tacca oggi composta solamente da una piccola goccia centrale che, al netto di tutto, conterrà solamente la camera anteriore per le videochiamate e le fotografie. Si nota poi come, un po’ in controluce, ci sia una feritoia che andrà a corrispondere alla cassa anteriore per le telefonate, ma la vera domanda riguarda tutta la dotazione sensoristica, dove è finita? Parliamo del relativo modulo per la luminosità, della prossimità e magari di un sensore per il riconoscimento del viso per uno sblocco più concreto ed efficiente. Il secondo elemento che appare è relativo alle cornici che non sembrano scomparire del tutto ma anzi si assottigliano nella parte laterale di destra e sinistra per rimanere invece leggermente più spesse nella zona inferiore e superiore. Un po’ come se fosse il Samsung Galax S9 e quindi non un prodotto con dei bordi purtroppo omogenei. La terza grande novità riguarda l’introduzione dei bordi curvi anche su questa famiglia di smartphone dopo l’arrivo ufficiale sugli ultimi Mate 20 Pro. Huawei parrebbe aver deciso quindi per questa soluzione anche su per il nuovo modello in arrivo allineandosi di conseguenza proprio alla stessa Samsung che ormai da anni porta avanti questo concetto sui suoi prodotti di punta. Che sia una mossa giusta o sbagliata non lo sappiamo, di certo però non tutti gli utenti riescono ad apprezzare la curvatura di un display anzi. Infine l’ultima novità dovrebbe esssere anche qui la presenza di un quarto sensore fotografico che andrebbe ad aggiungersi ai tre già presenti dal procedente modello e che dovrebbe ulteriormente aiutare nella realizzazione finale dello scatto. Ora quale possa essere la sua utilità è ancora una questione tutta da decifrare, ma Huawei parrebbe aver deciso in tal senso. Non mancherebbero poi tutta una serie di accessori come il doppio flash LED ed anche un doppio microfono posti a lato delle camere in maniera abbastanza simmetrica. A tal proposito la conformazione estetica finale  potrebbe essere identica a quella del modello precedente con l’unica eccezione del quarto sensore distaccato.

Al netto delle specifiche tecniche, si parla addirittura di ben 12 GB di memoria RAM, questo prodotto potrebbe facilmente dire la sua fra tutti i top di gamma in arrivo nel corso dei prossimi mesi. Addirittura si dice che possa anche integrare il nuovo sensore Sony IMX607 da ben 38 megapixel che potrebbe quindi garantire anche una definizione di altissimo livello pur rimanendo comunque coscienti che si tratta di uno smartphone e non di una reflex o una macchina professionale. Nessuna menzione invece alla rete 5G anche se qualch voce dice che possa esserci un remota possibilità che possa arrivare già in fase di presentazione insieme ad un modello più commerciale così poi da poterci lavorare magari con una parte di utenti più “beta tester” da questo punto di vista.

A voi non sta già salendo l’hype per questo smartphone?

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.