Google Pixel 3: le patch di dicembre sistemano i problemi della fotocamera

di Claudio Stoduto 0

In attesa di capire meglio quali saranno le novità in casa Google nel corso delle prossime settimane, oggi parliamo dell’aggiornemento ricevuto per i Pixel 3 proprio in queste ore e che va ben oltre dal semplice rilascio delle patch mensili relative alla sicurezza del dispositivo.

È stato sicuramente un mese interessante quello che si sta per chiudere per Google e per tutti i suoi prodotti. Siamo davanti ad un’azienda che ha spinto moltissimo dal punto di vista fotografico nelle sue due ultime generazioni di smartphone di punta al punto tale da classificarsi sempre in cima a tutte le classifiche mondiali. È in dubbio come sia il Pixel 2, specie nella variante XL, prima e poi il Pixel 3 quest’anno abbiano ulteriormente alzato l’asticella del mercato in termini fotografici spingendo la concorrenza a dover recuperare e rimediare a quanto fatto (Apple in primis).

Tuttavia abbiamo visto anche come, spesso a livello software, Google non fosse perfetta quanto invece i suoi dispositivi. Infatti abbiamo notato più di una volta alcune problematiche che hanno afflitto i vari Pixel sotto vari aspetti, ultima delle quali la possibilità di avere qualche problema con le applicazioni di terze parti. Esse infatti, una volta aperte e chiesti i permessi per l’utilizzo costante del sensore, andavano in crash o creavano problemi all’intero sistema. Un esempio è dato da WhastApp o Instagram, insomma due applicazioni di poco conto per intenderci, che davano come responso Impossibile attivare la fotocamera o il alcuni casi anche un scritta poco rassicurante come Fatal error. Per la serie quindi “Houston abbiamo un problema” ed in questo caso diremo noi anche bello grande visto che non era limitato solamente ad alcuni elementi poco utilizzati magari.

Fatto sta che ad ogni modo Google parrebbe essere scesa ai ripari. La società americana ha infatti rilasciato proprio in queste ore un aggiornamento per i dispositivi della sua gamma che ha inserito al suo interno proprio una soluzione a questo potenziale problema. Infatti viene riportato, dentro il changelog, come si sia cercato di lavorare sulla qualità della camera ulteriormente e di correggere laddove fossero presenti dei problemi software e/o di incompatibilità con il sistema, proprio i casi prima citati. Il tutto riguarderebbe sia i Pixel 2 che i Pixel 3, quindi sia i modelli del 2017 che i nuovi modelli presentati pochi mesi fa così da scongiurare (eventualmente e qualora ci sia il caso) una potenziale problematica anche sul resto della gamma.

Insomma potremmo definirlo tranquillamente un anno ottimo ma non perfetto per Google che ha visto come, più e più volte, i suoi prodotti si siano messi al centro dell’attenzione mediatica per delle ottime soluzioni salvo poi invece veder cadere su delle piccole cavolate. Ad ogni modo siamo tranquilli ancora oggi nel definirli come si degli smartphone cari questi Pixel 3, ma allo stesso tempo dei prodotti concreti sotto tanti punti di vista in particolare modo quello fotografico. Di recente vi ricordiamo anche l’introduzione della nuova modalità dedicata agli scatti in notturna che ha fatto il giro del mondo, ovviamente in positivo, ed ampliando ulteriormente parte del gap con la concorrenza.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link