Xiaomi Mi A3 potrebbe già essere in cantiere

di Claudio Stoduto 0

Xiaomi e la sua linea di smartphone della famiglia A hanno in parte rivoluzionato il mercato di fascia media del settore nonostante tutto ed i mille problemi che abbiamo più volte segnalato e riportato nel corso di queste settimane con i ritardi degli aggiornamenti.

Già perchè quando è arrivato il primo modello, lo Xiaomi Mi A1, tutti rimasero completamente stupiti dalla bontà del dispositivo e dalla possibilità di poter avere fra le mani realmente un prodotto concreto ad un prezzo al di sotto della media. Se ad essi poi aggiungiamo la presenza di una versione praticamente stock di Android, beh il gioco è praticamente fatto così come è stato. Poi è arrivato il secondo modello, il Mi A2, che ha deciso di raddoppiare la posta in campo con anche un modello Lite che per alcuni utenti ha avuto più senso e successo del modello tradizionale. È stato fatto un piccolo step in avanti sotto il punto di vista delle prestazioni e della costruzione, ma non tutti sono rimasti contenti per via della batteria ad esempio di durata inferiore e di una fotocamera che ci ha messo del tempo ad arrivare a livelli interessanti rispetto ai concorrenti.

Poteva mancare una terza generazione? Ovviamente no e menomale aggiungeremo noi. Stando a quanto riportato in queste ore, all’interno del firmware della MIUI 10 dello Xiaomi Mi 8 sono state trovare delle prime tracce che potrebbero facilmente essere ricondotte a questo nuovo Xiaomi Mi A3. Nello specifico è emerso un nome in codice come orchid_sprout che potrebbe riferirsi al dispositivo prima citato per il semplice motivo che il suffisso _sprout è stato utilizzato da Google negli altri modelli presentati nel corso di questi anni a partire dal Mi A1 per arrivare al Mi A2 Lite. Seguendo quindi questo filone, Xiaomi potrebbe essere già al lavoro su questo smartphone che ricordiamo, così come per tutti i suoi precedessori, avrà quasi sicuramente una sua controparte identica nel design e nelle specifiche ma dotata del sistema operativo MIUI 10 personalizzato dalla società cinese.

Purtroppo non ci sono dettagli sulla scheda tecnica di questo smartphone. Al momento le informazioni sono molto scarse e quasi del tutto limitate a quanto riportato oggi. Sicuramente però ci aspettiamo almeno un bel refresh della componente hardware con un potenziale salto in avanti a livello fotografico e nei confronti dell’autonomia. Questo perché siamo davanti ad un dispositivo che, nonostante tutto, sicuramente venderà parecchio e sarà al centro di molte discussioni degli utenti e dei vari forum online per diverso e diverso tempo, credeteci. Ad ogni modo magari possiamo pensare ad uno Snapdragon della linea 700 per aumentare ancora un po’ le prestazioni o, chi lo sa, una bella evoluzione dell’ottimo Snapdragon 660 che risulta oggi forse un po’ datato. Si parla molto, e finalmente diremo noi, della possibilità di vedere introdotto il modulo NFC che andrebbe quindi a colmare una delle grandi assenze di questa famiglia di smartphone per permettere quindi agli utenti di iniziare ad utilizzare e magari pagare tramite le proprie carte abilitate.

Appuntamento a quando? Sicuramente nel secondo quarto dell’anno con giugno forse più possibile come data di una presunta presentazione.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link