HiSense U30: un nuovo smartphone di fascia media con il buco – CES 2019

di Claudio Stoduto 0

Il CES 2019 non è soltanto tecnologia in senso stretto, ma anche novità per il mercato mobile con HiSense che lanciato un nuovo dispositivo interessante per alcuni aspetti e che mostra quello che sarà il filone del settore in questo 2019: il buco nel display frontale.

HiSense U30, questo il nome scelto per il dispositivo, arriva alla fiera americana con tutti i buoni propositi per essere considerato uno smartphone interessante sotto vari aspetti e punti di vista. Potremmo anche definirlo innovativo per vari aspetti fra cui proprio il foro anteriore. Da questo punto di vista infatti avremo una fotocamera che potrebbe essere posizionata dalla parte opposta rispetto a quella del Galaxy S10. Se Samsung parrebbe aver scelto il lato destro, HiSense ha scelto la strada opposta mettendo il sensore sulla sinistra. Ovviamente non è il primo esemplare che vediamo con questo genere di design, ma allo stesso tempo possiamo dire che quasi tutte le linee sono ben curate. Certo va fatto notare che, nonostante non sia presente il notch, sia la cornice superiore che quella inferiore sono in realtà leggermente più presenti e marcate di quelle laterali. Facendo più riferimento a quella inferiore diciamo che si poteva fare decisamente meglio, ma purtroppo è un problema di tutti gli smartphone Android di quest’ultimo periodo per cui possiamo lamentarci ben poco.

Parlando invece un attimo delle specifiche tecniche, siamo davanti ad un display da ben 6,3 pollici di diagonale che metterà a disposizione una risoluzione Full HD+. Niente 2K o simili anche per via delle presenza di un processore di fascia media che, quindi, non sarebbe in grado di supportare tale definizione. Soffermandoci ancora un attimo sul display però, va detto che non si tratta del nuovo Infinity-O di Samsung che abbiamo già visto in qualche rumors, bensì di un modello prodotto da una società cinese con base a Tianma. A spingere lo smartphone in tutte le sue funzionalità ci sarà quindi il processore Snapdragon 675 di Qualcomm con 6 GB di memoria RAM e 128 GB di spazio interno. Spostandoci invece sul retro per parlare delle fotocamere, questo HiSense U30 verrà equipaggiato con un primo sensore da 48 megapixel di Samsung, che sarà la lente principale, e da un sendo modul oda 5 megapixel per realizzare scatti ausiliari al primo. Sulla camera anteriore non sono stati forniti parecchie dati se non la definizione che sarà da 20 megapixel. Purtroppo non sappiamo se sarà in grado di essere sfruttata per il rinascimento facciale o meno. In termini di sicurezza però, possiamo dire che nel retro dello smartphone verrà posto un sensore per la lettura delle impronte digitali che sarà in grado di sbloccare il dispositivo.

Insomma questo HiSense U30 sembra essere un dispositivo con le carte in regola per fare benissimo sul mercato. Al netto della personalizzazione software e della versione del sistema operativo Android con cui verrà venduto, siamo davanti ad un potenziale Best Buy a nostro avviso. Arriverà in alcuni mercati selezionati fra cui anche l’Europa a partire da marzo. Al momento il prezzo non è stato comunicato ma sicuramente non ci attendiamo cifre folli, anzi potrebbe facilmente stupirci.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link