Recensione Xiaomi AirDots: le MIGLIORI True-Wireless ECONOMICHE?

di Andrea Cervone 0

In principio furono le AirPods e poi tutto il resto. Bisogna riconoscere ad Apple di aver creato un trend che oggi è dominante nel mondo degli smartphone. Il prezzo delle auricolari senza fili di Apple è però decisamente proibitivo e quindi altri produttori hanno iniziato ad offrire ai consumatori delle alternative più economiche. Tra queste ci sono senza dubbio le AirDots di Xiaomi di cui vi parleremo in questo articolo.

La confezione delle Xiaomi AirDots è insospettabilmente ricca: troviamo, oltre alle cuffie, il dock di ricarica, il cavo microUSB/USB, quattro gommini di riserva e il manuale di istruzioni. Dal punto di vista del design le cuffie si presentano molto eleganti e minimali. Anche il case fa la sua parte e risulta perfettamente studiato per le auricolari. All’interno ognuna di esse verrà fissata tramite un magnete, quindi anche in caso di apertura accidentale le cuffie non dovrebbero fuoriuscire dall’astuccio. Una volta estratte dalla confezione le cuffie entreranno immediatamente in modalità di ricerca: se avremo già abbinato un dispositivo allora si connetteranno in automatico, altrimenti sarà richiesto il pairing da eseguirsi tramite le impostazioni del Bluetooth del dispositivo.

 

L’abbinamento con il nostro dispositivo Android utilizzato per i test (uno Xiaomi, tra l’altro) non è stato immediato, o meglio lo è stato ma con un grosso inconveniente: le cuffie riproducevano l’audio in mono e non in stereo. Per far riprodurre l’audio in stereo è infatti necessario eseguire un particolare pairing. La prima cosa da fare è estrarre una cuffia dal case e premere per circa 30 secondi sulla superficie touch, quindi bisognerà estrarre la seconda auricolare e ripetere la medesima operazione; fatto questo bisognerà inserire gli auricolari nel case e mantenerli al suo interno per almeno 5 secondi. Estraendole nuovamente saranno finalmente sincronizzate con loro e l’audio verrà riprodotto in stereo.

La qualità audio è molto buona durante l’ascolto di musica, podcast e altri contenuti audio-only. In verità è buona anche la qualità durante l’ascolto di film, serie TV, ecc ma con i video abbiamo notato una asincronia tra il parlato e le immagini che può risultare parecchio fastidiosa e che apparentemente non può essere corretta gestendo le impostazioni dello smartphone. Un vero peccato! Anche in chiamata le AirDots non convincono, ma qui i problemi sono soprattutto legati al microfono che cattura tutti i suoni nelle vicinanze e alla capsula auricolare che gracchia un po’ e offre un audio non pulitissimo. Parlando di controlli, invece, le cuffie offrono una superficie esterna touch: con un singolo tocco si potrà mettere in play o in pausa la riproduzione, mentre con un doppia tap verrà attivato l’assistente vocale. Per spegnere le auricolari servirà invece permeare a lungo sulle cuffie. Manca purtroppo un sensore che rilevi la presenza delle cuffie nelle orecchie e blocchi automaticamente la riproduzione quando rimuoviamo le stesse.

Una volta nelle orecchie le AirDots risulteranno piuttosto discrete, ma al tempo stesso non meravigliose dal punto di vista prettamente estetico. C’è da dire che essendo delle in-ear stanno davvero bene nelle orecchie ed è davvero difficile che fuoriescano, anche durante l’attività fisica più intensa. A livello tecnico possiamo poi contare sul Bluetooth 5.0, una tecnologica che garantisce bassi consumi, un range di connessione più ampio e stabile e anche la possibilità di collegare due dispositivi simultaneamente alle cuffie.

A stupirci delle AirDots è stata l’autonomia: ogni cuffia è dotata di una batteria da 40mAh che consente di ottenere fino a 5/6 ore di riproduzione con una singola ricarica. Il dock di ricarica può ricaricare circa tre volte entrambe le cuffie grazie alla sua batteria da 300mAh. La ricarica completa del case non è però velocissima e richiede infatti più di un’ora per essere portata a termine. Le cuffie invece passano da 0 a 100 in circa un’ora.

Le cuffie AirDots di Xiaomi possono essere acquistate su GearBest per 65 euro (spesso sono attive delle promo che permettono di acquistarle a 15-20€ in meno). Se state cercando delle true-wireless e non volete spendere una fortuna, nonostante i relativi limiti, le AirDots sono uno dei prodotti migliori che possiate portarvi a casa.

8.1

Compatte, discrete, economiche e con un buon audio. Peccato per i delay durante la riproduzione video, per il pairing impervio e per l'assenza del blocco della riproduzione automatico quando le togliamo dalle orecchie. Prezzo invitante e prodotto appagante. Da prendere in considerazione nonostante le limitazioni.

Design
7.0
70%
Suono
8.0
80%
Comodità
8.5
85%
Autonomia
9.0
90%
Interazione
7.0
70%
Prezzo
9.0
90%
Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.