Google Pixel 4: prime indiscrezioni su una novità interessante

di Claudio Stoduto 0

Per alcuni aspetti forse sarebbe ancora presto per parlare del nuovo Google Pixel 4 visto che mancano ancora non pochi mesi  ad una sua possibile presentazione ufficiale. I Pixel 3 si sono dimostrati ancora una volta degli ottimi smartphone che, nonostante i mille problemi legati alla diffusione anticipata delle immagini e dei prodotti persi, alla fine hanno saputo conquistare il cuore degli utenti.

Come detto però più volte, il mondo tecnologico corre e lo fa ad una velocità incredibile che spesso nessuno di noi riesce a raggiungere o almeno avvicinarsi a tale. A tal proposito quindi non ci sembra affatto strano che in Rete inizino ad arrivare quelli che sembrano essere i primi veri dettagli di questa nuova famiglia di smartphone che però vedrà la luce solamente ad ottobre o novembre circa, quindi fra più di otto mesi dalla data odierna.

Ciò che è emerso in queste ore riguarda più da vicino la componente radio dei nuovi smartphone di Google. Entrando in quello che è lo specifico, si sta parlando finalmente delle possibilità di avere un sistema Dual SIM Dual Active il che renderebbe quindi attive entrambe le schede che potranno essere inserite all’interno del nuovo Pixel 4. A differenza quindi del Pixel 3 oggi in commercio, questo modello potrebbe abbandonare la tecnologia Dual SIM Single Stand-by che ad oggi sostanzialmente, come dice il nome stesso, permetteva di avere si le due linee attive ma con una delle due schede praticamente messa in una sorta di fase di ibernazione che consentiva solamente l’arrivo delle chiamate e degli SMS. In questo modo invece verrà abilitata anche la navigazione su internet permettendo al dispositivo di, paradossalmente, non perdere mai un colpo. Non è certo una novità per il settore, anzi tutto il contrario. Abbiamo già visto in passato altri terminali avere questa stessa tecnologia già di default, strano che Google ci sia solamente arrivata ora a distanza di qualche anno (forse di troppo).

Per il resto sullo smartphone sono emerse poche altre novità. Vi ricordiamo che poche settimane fa Google aveva brevettato un possibile design di quello che dovrebbe essere il prossimo concetto estetico del Pixel 4. Spazio quindi ad un display realmente borderless che manderebbe in pensione il non troppo bello risultato del 2018. Infatti, in tal senso, sono state moltissime le critiche ricevute dall’azienda americana nei confronti del notch non troppo perfetto visto sul Pixel 3 XL. Si poteva fare decisamente meglio da questo punto di vista pensando soprattutto al prezzo di vendita ed alla potenzialità di questo smartphone, almeno secondo noi. Il retro invece non dovrebbe cambiare rispetto a quanto visto sino ad oggi, anzi in realtà pare proprio che possa rimanere identico con anche la presenza del sensore delle impronte digitali posto al centro della scocca. Già perché senza una protuberanza anteriore o una potenziale camera a scomparsa, è difficile integrare una soluzione dedicata al riconoscimento del volto per cui in Google si sono attrezzati nel rimanere fedeli ad una tecnologia che forse in molti hanno mandato in pensione troppo presto per un sostituto non ancora ben chiaro, concreto e delineato.

Non mancherà il processore Snapdragon 855 di Qualcomm a cui si dovrebbero poi aggiungere ben 6 GB di memoria RAM. In questo senso Google avrà ancora una volta la possibilità di vedere come questa CPU si comporterà su tutti gli altri top di gamma dell’anno prima di installarla sul suo smartphone di punta. Un bel vantaggio, no?

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link