Xiaomi Redmi Note 7: venduti già 1 milione di esemplari

di Claudio Stoduto 0

A distanza di qualche settimana dalla sua messa in commercio, il Redmi Note 7 di Xiaomi torna a far parlare di sé il primo di quelli che secondo noi saranno un lunga serie di traguardi che questo dispositivo taglierà nel corso della sua vita sul mercato.

Durante la fase di lancio eravamo stati noi stessi a dire che si trattava sicuramente di un prodotto che avrebbe segnato la storia, nel bene o nel male. Nel primo caso si vedeva come si trattava di un prodotto concreto dal punto di vista tecnico e con alla base ben pochi difetti. Dall’altro invece c’era il leggero incremento di prezzo che avrebbe potuto spaventare gli utenti ma che in realtà abbiamo visto non essere affatto un problema, anzi.

Detto questo nelle scorse ore la società cinese ha dichiarato come in meno di un mese abbia già raggiunto il milione di unità vendute di questo dispositivo. Certamente non è un traguardo fantasmagorico se paragonato ad altri terminali molto più blasonati, ma nella sua nicchia di mercato è sicuramente un ottimo risultato specie considerando ancora la sua scarsa diffusione sul mercato. Già èerché questo dato al momento è circoscritto solamente per le vendite avvenute in Cina, lì dove il prodotto è stato lanciato e lì dove al momento è forte del suo grande potere sul mercato.

Ora bisognerà vedere cosa ne penserà il resto del mondo una volta che il dispositivo verrà ufficialmente commercializzato anche nel resto di esso. Le impressioni iniziali che abbiamo avuto un po’ tutti noi addetti al settore, è che questo prodotto possa realmente rompere ogni schema visto sino ad oggi nella fascia media di mercato. Xiaomi potrebbe aver fatto centro da sola mettendo persino in crisi gli utenti che possiedono altri suoi terminali appartenenti magari anche alla stessa fascia di prezzo. Diciamo tutto questo in merito non soltanto alla scheda tecnica in generale, ma anche e soprattutto per via dell’ottimo impianto fotografico. Infatti l’azienda ha spinto molto da questo punto di vista cercando di ottenere una delle migliori opzioni disponibili oggi sul mercato oltre che un prodotto performante. Certo non siamo ai livelli del Google Pixel 3 XL, per fare il riferimento al prodotto di punta, ma allo stesso tempo abbiamo a che fare con uno smartphone che potremmo facilmente definire sotto prezzato rispetto a quello che offre. Ricordiamo che il processore è l’ottimo Snapdragon 660 che abbiamo qualche volta criticato per via della non sua più recentissima presentazione ma che insieme ai 4 o 6 GB di memoria RAM ha dimostrato di essere ancora più che valido e di far girare questo smartphone a livelli altissimi. Non a caso è montato anche su altri terminali di Xiaomi come ad esempio l’ottimo Mi A2 che io stesso utilizzo ogni giorno che non mi ha mai dato alcun problema di sorta.

Insomma c’è tanto da dire su questo dispositivo di Xiaomi ma speriamo che arrivi il prima possibile anche qui da noi in Europa. Il pezzo potrebbe essere comunque interessante e compreso fra i 250 ed i 300 euro con le relative fluttuazioni poi di Amazon che lo farebbero scendere rapidamente ai livelli di tutti i suoi altri fratelli medi di gamma.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link