Xiaomi Mi Play: il Mi9 da 180€! – RECENSIONE

di Andrea Cervone 0

Xiaomi Mi Play è il nuovo smartphone di Xiaomi pensato per offrire tutto ciò che non può mancare in uno smartphone moderno ad un prezzo accessibile per la maggior parte degli utenti.

Design

Xiaomi Mi Play si presenta con la stessa estetica degli ultimi smartphone del brand cinese, ma qui per contenere i prezzi si è dovuti ricorrere a dei materiali meno pregiati: ad esempio sul posteriore non troviamo il vetro ma una plastica di ottima fattura che però trattiene un po’ troppo le impronte. Sulla parte posteriore del dispositivo sono situate le due fotocamere e il sensore di impronte, preciso ma non velocissimo, che viene comunque aiutato da un sensore per il riconoscimento del volto (bidimensionale) che autorizza lo sblocco in pochissimi istanti, anche se con una sicurezza relativa. Sul fronte troviamo la fotocamera per i selfie che viene racchiusa in un minuscolo notch a goccia, mentre l’altoparlante viene spostato al limite della cornice superiore ed è decisamente grande. Nella parte inferiore dello schermo c’è solo una leggera cornice che non include alcun pulsante fisico.

Schermo

Xiaomi Mi Play include uno schermo IPS da 5.84 pollici con rapporto di forma 18:9 e una risoluzione pari al FullHD+. Caratteristiche che non ci si aspetta da un Device così economico. A sorprendermi è stata però la qualità di questo pannello che non ha davvero nulla da invidiare alle proposte della fascia media. La luminosità è discretamente alta, buono il contrasto mentre rivedibili sono gli angoli di visione. La risposta del touch è molto precisa in qualsiasi circostanza. Se il notch a goccia non dovesse essere di vostro gradimento, poi, potrete sempre nasconderlo dalle impostazioni della MIUI.

Hardware

La dotazione hardware di Xiaomi Mi Play prevede un processore che è tutta una sorpresa per il brand cinese: Xiaomi ci ha probabilmente abituato bene, ma questa volta fa un passettino indietro, ma per fortuna solo a livello di scheda tecnica: all’interno di Xiaomi Mi Play troviamo infatti un processore Mediatek Helio P35, un octa-core da 2.3 GHz che viene accompagnato da 4 GB di RAM e da 64 GB di memoria, espandibili anche senza rinunciare alla seconda SIM (entrambe in formato Nano). Utilizzare questo dispositivo non è chiaramente un’esperienza appagante come quella che offre un top di gamma, ma comunque il buon Xiaomi Mi Play riesce ad assecondarci praticamente in ogni frangente della vita quotidiana. Nei giochi e nelle app più pesanti soffre un pochino, ma è ben più che comprensibile.

Audio

Il sistema audio di Xiaomi Mi Play è semplicissimo: troviamo una capsula singola e quindi l’audio in uscita è mono. La qualità non è elevatissima e come spesso capita su dispositivi di questa fascia i bassi sono tutt’altro che pronunciati. A salvare il dispositivo è la presenza del connettore jack che consente di collegare le pratiche cuffie con cavo.

Connettività

A livello di connettività Xiaomi Mi Play si propone con la compatibilità parziale con il 4G/LTE (a causa dell’assenza di banda 20 in questo modello da noi testato) include un WiFi a doppia banda, il Bluetooth 4.2 e la Radio FM. Manca purtroppo l’NFC ma su questa fascia di prezzo è ben più di una mancanza scusabile. La ricezione del dispositivo è generalmente buona, sia utilizzando il dispositivo con singola SIM che in modalità dual-SIM. Buona anche la qualità della comunicazione in chiamata, sia utilizzando la capsula che il vivavoce.

Fotocamera

Su Xiaomi Mi Play sono presenti tre fotocamere, due posteriori e una frontale: partendo da quest’ultima l’ottica risulta parecchio grandangolare (ma non ultra-grandangolare) e ha a disposizione un sensore da 8 megapixel. I selfie sono di buona qualità, ma risultano forse un po’ troppo impastati. Sul retro troviamo invece una fotocamera tuttofare da 12 megapixel e una fotocamera secondaria che è di aiuto solo durante l’utilizzo della modalità ritratto e che permette di gestire al meglio la profondità di campo. Le foto di giorno sono davvero uno spettacolo per la fascia di riferimento, soprattutto di giorno: il livello di dettaglio è altissimo e la riproduzione dei colori è davvero fedele; di notte la situazione peggiora un po’ e anche qui gli scatti tendono a diventare un po’ impastati, ma nel complesso Xiaomi Mi Play sorprende con le sue modeste fotocamere. Anche i video non sono male, ma peccano con un dettaglio non elevatissimo e una stabilizzazione rivedibile.

Software

E qui casca l’asino: purtroppo Xiaomi Mi Play viene offerto, per il momento, solo in versione China, quindi senza banda 20 e soprattutto con ROM China. Per il momento non esiste alcuna ROM EU e tanto meno una ROM specifica per il nostro Paese. Il telefono arriva quindi all’utente sprovvisto di PlayStore, servizi Google e di tutte le app di Big-G. A tutto questo si può rimediare con semplicità, mentre la mancanza più importante è l’assenza dell’italiano all’interno del sistema operativo cinese con cui viene offerto Xiaomi Mi Play. Tuttavia il dispositivo arriva comunque con la MIUI 10 basata su Android 9.0 con tutti i vantaggi e soprattutto con tutte le funzionalità esclusive per il mercato cinese già attive, tra cui lo store di temi e il già citato riconoscimento del volto.

Batteria

Su Xiaomi Mi Play la batteria è da “soli” 3.000 mAh, ma con questi numeri il piccoletto di casa Xiaomi è in grado di far registrare comunque un’autonomia stellare: si riescono infatti a completare anche due giornate di utilizzo medio con un totale di 6-7 ore di schermo. Stressando il dispositivo con applicativi pesanti si chiude senza problemi la giornata con ancora il 20-30% di autonomia. Ci sono poi le opzioni di risparmio energetico della MIUI ma su piattaforma Mediatek ci sono sembrate un po’ meno incisive rispetto allo standard di Xiaomi.

Prezzo e Conclusioni

Xiaomi Mi Play può essere acquistato su GearBest al miglior prezzo in rete attualmente (circa 180€) da questa pagina. Chiaramente è un dispositivo per utenti che sanno quello che stanno acquistando, ossia un dispositivo con ROM China e (inizialmente) senza servizi Google, PlayStore e italiano. Alle prime due si può ovviare, mentre per l’ultima, al momento, non c’è una vera soluzione, se non una speranza chiamata ROM EU di cui per ora non si hanno avvisaglie.

7.3

Compatto, ben studiato e con autonomia e fotocamera che sorprendono. Il processore Mediatek si comporta davvero bene grazie alle ottimizzazioni della MIUI, sfortunatamente disponibile solo in versione cinese. Promosso ma consigliato solo a chi sa cosa acquista.

Design
7.0
70%
Schermo
8.0
80%
Prestazioni
7.0
70%
Audio
6.0
60%
Fotocamera
8.0
80%
Connettività
7.5
75%
Software
5.0
50%
Batteria
8.5
85%
Qualità/Prezzo
8.5
85%

Pro

- Prezzo contenuto
- Buone prestazioni
- Ottima fotocamera (per il prezzo)
- Autonomia longeva

Contro

- Software cinese
- No banda 20

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.