UMIDIGI One Max: tantissima BATTERIA! – RECENSIONE

di Andrea Cervone 0

UMIDIGI One Max è un nuovo smartphone dell’azienda asiatica pensato per un’utenza attenta al proprio budget ma che, al tempo stesso, non vuole risparmiare su un aspetto fondamentale: l’autonomia. All’interno di questo dispositivo si fanno però spazio altre caratteristiche interessanti, in aggiunta a questa batteria che offre risultati davvero interessanti. Scopriamo insieme UMIDIGI One Max all’interno della nostra recensione completa.

Design

A livello estetico UMIDIGI One Max è tutto tranne che un dispositivo originale: il device si presenta infatti come un ibrido tra un OnePlus 6T e un Huawei P20 Pro, con un retro in tonalità cangiante che include due fotocamere e il doppio LED flash; sul fronte invece sono più forti i richiami al top di gamma di OnePlus con un notch a goccia e la capsula auricolare spostata nella parte superiore. Trova posto anche una piccola cornice inferiore, priva però di qualsiasi tasto fisico. I pulsanti sono infatti tutti posizionati sulla parte destra del dispositivo, con il bilanciere del volume in alto e con il tasto di accensione poco più in basso.

Parlando di quest’ultimo va segnalato che include anche un sensore di impronte digitali che però si è dimostrato sin da subito poco preciso e veloce, motivo per cui abbiamo spesso sbloccato il dispositivo inserendo il codice di sicurezza o ricorrendo al più preciso e immediato riconoscimento del volto (bidimensionale). Sul lato sinistro del dispositivo troviamo unicamente il carrellino per le NanoSIM, mentre in basso sono posizionati lo speaker, il connettore USB-C e l’ingresso jack.

Schermo

Lo schermo di UMIDIGI One Max è un IPS LCD da 6.3 pollici e con aspetto di forma 19:9. A deluderci è stata soprattutto la risoluzione che è pari all’HD+. Su uno schermo con questa diagonale un FullHD+ è praticamente uno standard per evitare di notare i singoli pixel, effetto che viene tristemente riproposto su questo dispositivo e con cui bisognerà convivere. Inoltre lo schermo non risulta particolarmente luminoso e anche i contrasti sono solo nella media. La saturazione del pannello è invece in linea con la fascia di prezzo. Purtroppo è proprio sullo schermo che UMIDIGI ha voluto risparmiare per proporre ad un prezzo più concorrenziale questo dispositivo.

Hardware

L’hardware di UMIDIGI One Max prevede la presenza di un processore MediaTek Helio P23 che viene accompagnato da 4 GB di RAM e da 128 GB di memoria di fabbrica, espandibili con microSD. Le prestazioni sono in linea con la fascia di prezzo e chiaramente non ci troviamo dinanzi ad un dispositivo reattivo: ha bisogno dei suoi tempi, ma nel complesso per un utilizzo base quotidiano se la cava piuttosto bene. Il SoC entra in difficoltà quando eseguiamo giochi pesanti o quando stressiamo maggiormente il dispositivo ricorrendo spesso all’apertura e alla chiusura delle app nel Multitasking.

Connettività

A livello di connettività il dispositivo ha messo in luce una buona ricezione e una buona qualità generale in chiamata, sia per l’utente che per l’interlocutore. Dal punto di vista della dotazione di base UMIDIGI One Max prevede il supporto alle reti 4G/LTE, il WiFi dual-band, l’NFC, la Radio FM e la possibilità di utilizzare il telefono con due NanoSIM, rinunciando però alla possibilità di espandere la memoria tramite MicroSD. Presente anche il connettore jack per collegare le cuffie con cavo e la porta USB-C per la ricarica.

Audio

Su UMIDIGI One Max l’audio fuoriesce da uno speaker posto nella parte inferiore destra del dispositivo e dalla capsula auricolare, di dimensioni generose, che funge da secondo altoparlante. Se le premesse ci erano sembrate ottime, nella pratica il telefono offre un effetto stereo decisamente limitato, con i due altoparlanti tendono a riprodurre le medesime frequenze e non c’è differenziazione tra i canali. Il volume massimo non è elevatissimo, tra l’altro. Per fortuna, come detto, troviamo a disposizione un ingresso jack per collegare le nostre cuffie con cavo.

Software

A bordo di UMIDIGI One Max c’è la solita interfaccia stock di Android AOSP, pensata per offrire un’esperienza tendenzialmente stock e senza fronzoli. Tuttavia non solo a bordo di questo dispositivo non troviamo Android 9.0 Pie (c’è ancora Oreo) ma a livello estetico la personalizzazione più “rozza” di Android comincia a mostrare tutti i suoi anni e sicuramente si potrebbe fare di meglio. Per mitigare questa sensazione di anzianità si consiglia di installare Nova Launcher o Launcher stock simili. Le funzioni personalizzate presenti nel sistema sono poche e fanno parte del classico pacchetto in dotazione con la piattaforma Mediatek. UMIDIGI però uno sforzo lo ha fatto, peccato che sia stato totalmente inutile, anzi deleterio: l’azienda cinese ha provato ad includere un sistema di navigazione a gesture per rimuovere totalmente i tasti fisici e almeno all’apparenza sembrerebbe tutto ok; peccato che poi, utilizzando il dispositivo, ci si accorge che queste gesture in stile One UI di Samsung non vengono sempre “comprese” a dovere dal software che spesso tende a confondere queste ultime con altre azioni (come ad esempio l’apertura del drawer delle app). La speranza è quella che con i prossimi aggiornamenti l’azienda possa trovare una quadra a questo problema.

Fotocamera

Il comparto fotografico di UMIDIGI One Max prevede un sensore anteriore da ben 16 megapixel e una doppia fotocamera da 12+5 megapixel: la qualità dei selfie ci è sembrata piuttosto buona e grazie all’ottica grandangolare si possono catturare degli ottimi panorami con la fotocamera anteriore. Buoni anche gli scatti con il modulo posteriore anche se non ci torna cosa faccia, effettivamente, la seconda fotocamera: sulla carta dovrebbe permettere di eseguire scatti in modalità ritratto, ma questa opzione non è comunque presente nell’acerbo software di UMIDIGI. Mistero! Comunque di giorno la qualità delle foto è nella media del settore, mentre di notte si nota un leggero impastamento delle immagini che sicuramente delude un po’. In generale e senza mezzi termini, su questa fascia di prezzo si trovano telefoni con fotocamere più interessanti. Assolutamente bocciati i video che mettono in mostra una stabilizzazione ballerina e un dettaglio al di sotto delle aspettative.

Batteria

Con la sua batteria da ben 4.150 mAh, UMIDIGI One Max riesce ad offrire risultati molto interessanti sotto il profilo dell’autonomia, complice anche un processore poco energivoro come il già citato Helio P23. Durante le sessioni di utilizzo più intenso i consumi ci sono sembrati comunque regolari, tanto da consentire di chiudere una giornata intera di utilizzo stressante ancora con il 20-25% di autonomia residua. Con un utilizzo più blando non è invece impossibile chiudere addirittura due giornate di utilizzo con una singola carica e con circa 8 ore di schermo attivo. La ricarica non è velocissima con l’alimentatore in dotazione ma si apprezza particolarmente la presenza della ricarica wireless su questo dispositivo, nonostante anche in questo caso le velocità di ricarica non siano particolarmente interessanti.

Conclusioni e Prezzo

Con un prezzo di 174€ su MyEfox, UMIDIGI One Max è un dispositivo onesto ma logicamente pensato per chi vuole un buon device che non alleggerisca troppo il portafoglio. È infatti un dispositivo ideale per chi cerca un buon muletto con autonomia da vendere o semplicemente per chi preferisce sacrificare un buon display in favore di un’ottima autonomia e di una buona fotocamera. L’esperienza di utilizzo è buona e il telefono si dimostra sempre all’altezza dei task che verranno affidati dell’utente. Certo, non aspettatevi miracoli dalla piattaforma Mediatek, ma UMIDIGI One Max sarà in grado di accompagnarvi nelle vostre giornate fornendovi un valido supporto per tutte le vostre attività.

7.0

Costa poco ed offre quello che ci si aspetta. Si risparmia sullo schermo e si investe sulla batteria e (con qualche riserva) sulla fotocamera. Buone le prestazioni, ma chiaramente non al vertice. Il software è ok ma sarebbe ora di svecchiare un po' l'interfaccia AOSP.

Design
7.5
75%
Hardware
6.5
65%
Schermo
5.0
50%
Connettività
7.0
70%
Audio
6.0
60%
Fotocamera
7.5
75%
Software
7.0
70%
Batteria
9.0
90%
Qualità/Prezzo
7.5
75%

Pro

- Ottima autonomia
- Design piacevole
- Fotocamera all'altezza

Contro

- Software AOSP
- Schermo poco definito
- Prestazioni non esaltanti

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link