Huawei Nova 4e si mostra nei render stampa

di Claudio Stoduto 0

A distanza di qualche ora ed ormai a poco dalla distanza dalla presentazione ufficiale ecco che arrivano delle conferme importanti per il Huawei Nova 4e, il prossimo dispositivo che però potremmo non vedere in Europa tanto facilmente purtroppo per tutti noi.

Andiamo con ordine. Sono emerse nel corso di poche ore fa alcune delle specifiche complete dello smartphone. Abbiamo parlato del processore il Kirin 710 prodotto dalla stessa Huawei che verrà supportato da ben 4 GB di memoria RAM o eventualmente 6 GB a seconda del modello scelto in fase di acquisto. Non dovremmo avere nessun tipo di problema da questo punto di vista, anzi possiamo essere praticamente certi che si tratti di un prodotto certo sotto questo aspetto e su cui si potrà sicuramente andare a contare. Lo storage interno non dovrebbe poi mancare con i 128 GB di base che vedremo più ovviamente la classica espansione tramite una microSD.

Spostandoci però su quanto emerso in queste ore, le immagini sono sicuramente chiare e mostrano molto da vicino quello che il design finale del nuovo 4e che ci potrebbe interessare da vicino. Ricordiamo che, come già detto più di una volta, siamo davanti al clone cinese di quello che sarà il nostro Huawei P30 Lite. Questo sarà presentato ufficialmente durante il prossimo evento del 26 marzo con l’evento di Parigi, mentre il nuovo Nova 4e sarà disponibile fra meno di 48 ore sul mercato cinese. Andando oltre notiamo come il notch sia stato cambiato con un formato a goccia molto più simile a tutti quelli visti nell’ultimo periodo. Non viene poi assottigliata la parte inferiore che purtroppo rimane bella marcata e purtroppo presente ahinoi. Sarebbe stato bello vedere delle cornici effettivamente uniformi sotto tutti punti di vista, ma Huawei non sembra essere proprio convinta di questa possibile soluzione. Che ci siano dei sensori? O che sia un problema strutturale effettivo? Peccato però.

Detto questo l’altra grande novità riguarderà da vicino il modulo fotografico che potrebbe fare la differenza con tutto il resto della gamma dei prodotti di fascia media. Avremo ben tre sensori a disposizione composti da un modulo principale da ben 24 megapixel, uno secondario da 8 megapixel ed infine uno da 2 megapixel che aiuterà in determinate situazioni. Huawei ha investito molto in questo ambito anche sui P30 e crediamo che parte di questi investimenti siano stati spostati anche sul modello Lite, con le relative precauzioni giustamente. Non parleremo di uno smartphone di riferimento assoluto, ma magari fra i più interessanti della sua fascia di prezzo.

L’appuntamento è quindi per il prossimo 14 marzo, giovedì di questa settimana, per vedere dal vivo questo nuovo Huawei P30 Lit… no scusate Huawei Nova 4e. Scherzi a parte potrebbe essere un buonissimo assaggio per capire se e come potrà essere il futuro della società cinese da qui alle prossime due settimane in attesa di vedere dal vivo anche il nuovo P30 Lite in Italia ed in Europa. Le voci di corridoio ci dicono che possa essere realmente un vero Best Buy da tenere in considerazione e che farà la differenza con tutto il resto dei modello offerti. Secondo voi sarà cosè?

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link