Doogee S90, il rugged phone MODULARE! – RECENSIONE

di Andrea Cervone 0

Da un po’ di anni gli smartphone rugged non sono più solo sinonimo di resistenza, ma anche di concretezza: non è infatti difficile trovare oggi dei dispositivi performanti e dotati di tutto il corredo di caratteristiche che ci si può aspettare da uno smartphone pronto per la vita più estrema. Non è però scontato trovarsi dinanzi ad un dispositivo come il Doogee S90, il primo rugged phone modulare.

Design

Il design è quello di un classico rugged, con uno spessore importante e un peso tutt’altro che piuma. Sul fronte troviamo uno schermo in linea con la maggior parte dei trend attuali (notch, angoli arrotondati, ecc) mentre sul retro campeggiano le due fotocamere del dispositivo, il doppio LED flash, il sensore di impronte e il connettore magnetico per aggiungere i moduli allo smartphone. Tra i moduli che abbiamo potuto provare figurano un comodo power-band magnetico, una videocamera per la visione notturna e con ottica leggermente grandangolare, nonché il curioso modulo che aggiunge un’antenna e trasforma il Doogee S90 in un pratico walkie-talkie. Tutti i connettori e anche l’ingresso per la SIM sono al sicuro sotto due comode linguette che servono a garantire la certificazione IP68 allo smartphone.

Hardware

L’hardware di questo smartphone è sicuramente degno di nota, in quanto l’azienda cinese non si è assolutamente risparmiata: il Doogee S90 è infatti equipaggiato con il processore MediaTek Helio P60 e viene accompagnato da ben 6 GB di RAM; numeri e sigle che non ti aspetteresti in un dispositivo di questo tipo. Le prestazioni sono davvero solide e convincenti, anche durante l’utilizzo dei giochi (che non sono proprio il focus principale del dispositivo). Nell’uso quotidiano il Device non mette mai in luce rallentamenti o intoppamenti, anzi si dimostra sempre molto reattivo e fluido. Ridotti a zero sono poi i riscaldamenti e anche i consumi vengono gestiti in modo parsimonioso.

Schermo

Lo schermo montato su Doogee S90 è un IPS LCD da 6.18 pollici in risoluzione FullHD+. Anche qui il brand cinese non ha badato a spese e i risultati si vedono tutti: quello di Doogee S90 è uno tra i migliori pannelli montati, fino ad oggi, su uno smartphone rugged. Non solo perché si tratta di un’unità al passo con i tempi, ma anche perché convince per luminosità, contrasto e definizione generale. Certo non sarà un OLED o un QHD, ma questo è davvero un bello schermo, tanto più per un rugged.

Connettività

Al di la del concetto di smartphone modulare, insospettabilmente completa è anche la connettività: a disposizione degli utenti c’è infatti un’antenna 4G (con banda 20) il WiFi dual band, il Bluetooth 4.2, l’NFC, la radio FM e la porta USB-C per la ricarica. Molto buona anche la ricezione e la qualità generale dell’audio in chiamata, sia in uscita che in ingresso. Tra le mancanze segnaliamo l’assenza del connettore jack e del blaster IR.

Fotocamera

Parliamo però anche delle fotocamere. Questo smartphone ne monta tre, ma l’aspetto più interessante è un altro: il flash. Su questo device troviamo infatti due distinti moduli a destra e a sinistra della fotocamera. Si attivano simultaneamente all’occorrenza in fase di scatto ma anche quando attiveremo semplicemente la torcia. Ne consegue un illuminazione davvero notevole e soprattutto ben distribuita. Tornando però ai sensori, sul fronte troviamo una fotocamera singola da 8 megapixel con apertura f/2.0, mentre sul retro è previsto un sensore principale da 16 megapixel e un sensore secondario da 8 megapixel. A livello teorico la seconda cam dovrebbe consentire l’utilizzo di un angolo ultra-wide, ma purtroppo le impostazioni del dispositivo non permettono di raggiungere questa funzione. Ne consegue che con questo smartphone – almeno allo stato attuale – si possono effettuare solo degli scatti con la fotocamera principale che comunque vengono fuori in modo dignitosissimo. Di notte la situazione peggiora e il rumore trionfa, ma basterà utilizzare il modulo con la visione notturna per sopperire ad ogni mancanza. Meno bene i video, un po’ traballanti e soprattutto con un livello di dettaglio rivedibile. Promossi invece i selfie che possono essere acquisti con una lente tanto grandangolare da non impacciare le cose durante lo scatto.

Software

Doogee S90 arriva con ancora Android 8.0 Oreo a bordo: non c’è da farne un dramma dato che nel mondo dei rugged phones è difficile vedere già oggi dei prodotti con Android 9.0 Pie. Non è comunque un grosso problema dato che, essendo basato su piattaforma MediaTek, il pacchetto di funzioni previsto con Oreo non sarebbe poi stato stravolto basando il software su Pie. Ad ogni modo le funzionalità a disposizione dell’utente sono parecchie: troviamo intanto una completa app chiamata “Toolbox” che permette di accedere a diversi strumenti utili sul lavoro (barometro, giroscopio, altimetro, ecc); è prevista poi la possibilità di nascondere la tacca, nonché quella di programmare l’accensione e lo spegnimento del dispositivo; vengono ovviamente riconosciuti i tag NFC (e questo ha applicazioni importanti in ambito aziendale) e il telefono si presenta con la classica interfaccia AOSP leggermente rivista dal punto di vista prettamente estetico. Nel complesso il telefono si lascia utilizzare senza problemi e i bug da noi notati sono pochi e poco influenti (anche se uno piuttosto fastidioso c’è e riguarda lo zoom 2X nell’app fotocamera che apparentemente sembra non funzionare).

Batteria

Con ben 5.050 mAh di batteria, Doogee S90 si è dimostrato sempre all’altezza anche quando è stato chiamato a dire la sua in una due giorni intensissima: il telefono si è spento mostrando un totale di 9 ore di schermo e di quasi due giorni interi trascorsi dall’ultima ricarica. Risultati davvero appaganti, se non fosse per una ricarica non velocissima. Sicuramente l’autonomia è un altro dei punti di forza di questo smartphone che mette in luce davvero pochissime mancanze e che può risultare perfetto per la vita “da cantiere” che non da modo di connettere lo smartphone all’alimentazione in caso di estrema necessità. A farcire il tutto ci sono anche le pratiche modalità di risparmio energetico di Doogee che danno una bella mano quando serve.

Prezzo e Conclusioni

Con un prezzo di 399€ su Amazon, Doogee S90 si propone come uno dei migliori smartphone Android di tipo rugged attualmente in circolazione. Certo, il prezzo non è tra i più accessibili, ma è certamente giustificato da un design modulare esclusivo e da una scheda tecnica senza sbavature clamorose. Doogee ha realizzato un ottimo dispositivo, nonché un serio contendente al titolo di “smartphone rugged dell’anno”. I moduli sono quel tratto distintivo in più che contraddistingue questo smartphone dalla moltitudine di esemplari simili.

7.5

Resistente, impermeabile, batteria longeva, ottime prestazioni, ottimo schermo e ha anche i moduli. A questo Doogee S90 era davvero difficile poter chiedere di più. Ci troviamo senza dubbio dinanzi ad uno dei migliori smartphone rugged dell'anno.

Design
6.5
65%
Hardware
8.0
80%
Display
8.0
80%
Connettività
9.0
90%
Audio
6.5
65%
Fotocamera
7.0
70%
Software
6.5
65%
Batteria
8.0
80%
Qualità/Prezzo
8.0
80%

Pro

- Design modulare
- Buone prestazioni
- Ottima autonomia
- Buono schermo

Contro

- Design da "rugged"
- Software rivedibile

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link