HTC non getta la spugna, Android One su tutti i medio gamma!

di Nikolas Pitzolu 0

HTC starebbe lavorando ad un nuovo smartphone mid range di interessante fattura ma che non sarà più dotato dell’interfaccia proprietaria HTC Sense.

Che HTC non navighi in buone acque è ormai risaputo da diverso tempo. Nonostante questo, l’azienda non sta brillando nemmeno in annunci per quanto riguarda smartphone top di gamma ma nemmeno di altre fasce minori.

Sebbene paia che la strategia per risalire la china vacilli notevolmente, un minino invece esiste e si distende verso l’Oriente per valutare l’idea di concedere in licenza il marchio. Tutto ciò permetterebbe un controllo sul software e gli aggiornamenti (patch di sicurezza incluse) ma l’idea è di affidare a fabbriche terze la costruzione e la produzione degli smartphone. In questo modo il brand continuerebbe ad esistere e per HTC sarebbe un risparmio nulla male, sappiamo bene che le filiere di produzione costano e Samsung ne sa qualcosa.

Ebbene, qualcosa si affaccia all’orizzonte con l’avvistamento di uno smartphone dell’azienda che ha registrato parte della sua scheda tecnica presso Geekbench con il nome in codice di 2Q7A100.

Servono sicuramente idee fresche e smartphone interessanti visto che a distanza di un anno, a parità dello stesso trimestre, HTC ha perso il 53% (la metà) del proprio fatturato. Oltre allo spostamento della produzione in fabbriche terze, il produttore sembrerebbe intenzionato a tagliare ancora dismettendo il team che si occupa di customizzare le proprie versioni di Android con l’interfaccia Sense in favore di una classica versione Android Stock che sarà verosimilmente Android One. Chiaramente anche Android One ha bisogno di un minimo di ottimizzazione per i propri smartphone ma in ogni caso ne servirebbe meno per rimodellare la Sense.

Venendo allo smartphone, la parziale scheda tecnica parla di uno Snapdragon 710 come SoC e 6 GB di RAM come memoria volatile di supporto. Probabilmente ci saranno altre versioni ma per ora sappiamo che il sistema operativo sarà Android 9 Pie, appunto, in versione Android One. Si parla di alluminio nella parte laterale e vetro nella parte posteriore con un display che non sarà dotato di alcun notch centrale.

Non sappiamo a che famiglia di smartphone si unirà questo device appena “svelato” ma siamo sicuri che arriverà entro il terzo trimestre 2019, unito probabilmente al top di gamma HTC U13 Plus, quello che sarà dotato di Snapdragon 855 e atteso per la presentazione entro il secondo trimestre 2019.  Arriveranno presto altre informazioni legate alla strategia di HTC, sperando non questa non sia ritardataria vista l’attuale condizione.

Fonte: Gizchina

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link