Redmi SD855: nuovi avvistamenti per il primo top di gamma

di Claudio Stoduto 0

Snapdragon 855

Torniamo a parlare di Redmi e questa volta lo facciamo non per un dispositivo di fascia medio bassa, ma per quello che dovrebbe essere il top di gamma della nuova società cinese creata come costola di Xiaomi ad inizio 2019.

Sono mesi ormai che se ne parla ed ogni settimana emergono sempre maggiori dettagli in merito a questo smartphone che dovrebbe prima o poi arrivare confermando e mettendo quindi fine a tutte le voci del caso e facendoci godere quello che sembra essere un potenziale best buy di turno.

In queste ore sono state condivise su Weibo delle fotografie che dovrebbero ritrarre da vicino proprio quello che tutti noi dovremmo iniziare a conoscere come il Redmi SD855. Speriamo ovviamente che il nome venga cambiato nel corso dei mesi successivi, ma senza ombra di dubbio si dovrebbe trattare dello smartphone di punta della società cinese. Le fotografie sono state condivise sul noto social network cinese che spesso è ormai la casa di questo genere di anticipazioni ed indiscrezioni. Chi è ritratto nella fotografia non è altro che un dipendente di Redmi che mostra più da vicino quello che sul tavolo dovrebbe essere lo smartphone in questione.

Da quel poco che si riesce a notare per bene, riusciamo a carpire alcuni dettagli che potrebbero andare a differenziare lo smartphone sia dal resto della concorrenza ma anche dal resto dei prodotti Xiaomi. Infatti pare che si tratti di un dispositivo che sicuramente vedrà il ritorno del jack delle cuffie dalla sua parte e che la sua posizione sia stata scelta per la parte superiore della scocca generale. Accanto ad esso poi abbiamo e notiamo quello che a prima vista potrebbe sembrare un carrellino per la classica SIM Card ed un’eventuale microSD. In realtà, secondo le stesse fonti, si dovrebbe trattare di quella che comunemente definiamo ormai come una camera pop-up. Ora bisognerà capire si tratterà solamente della variante anteriore o se invece potrebbe anche essere la camera posteriore dello stesso smartphone. Ultima constatazione che facciamo su di esso riguarda lo spessore del corpo in generale. Non sembra essere un dispositivo tanto sottile il che ci potrebbe anche far pensare ad una possibile batteria “monster” da anche 4500 se non 5000 mAh.

Insomma c’è tanta carne al fuoco per questo dispositivo ed attendiamo solamente delle conferme da parte di Redmi e Xiaomi nel corso delle prossime settimane così da chiudere anche questo cerchio che si è creato da inizio anno.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link