Google Pixel 3a: niente Android Q Beta

di Claudio Stoduto 0

Torniamo a parlare dei Google Pixel 3a e questa volta non lo facciamo per quelle che possono essere considerate ancora delle disamine relative ad una o alcune delle novità che questi dispositivi hanno portato con sé con il loro arrivo sul mercato.

Entrando più nel dettaglio della notizia, stiamo parlando di quello che potremmo facilmente definire come un semplice problema burocratico che si risolverà nel più breve tempo possibile. Ok, ma di che cosa stiamo parlando? Della attuale impossibilità di provare l’ultima versione di Android rilasciata da Google sotto forma di beta pubblica, ovvero Android Q 10.

Come confermato anche dalla documentazione ufficiale della stessa azienda americana, al momento sembra che tra i dispositivi compatibili con il programma di beta ufficiale non ci siano gli ultimi arrivati della famiglia Pixel. In questo modo infatti Google avrebbe commentato le numerose richieste arrivate da parte degli utenti e le prime segnalazioni da parte di coloro che sono già entrati in possesso dello smartphone, che sia esso il modello standard o XL non importa.

Non c’è da disperarsi perché ci sono già delle date certe e delle informazioni a riguardo. Infatti la stessa Google ha confermato come i prodotti faranno parte del programma di beta con la sola eccezione che dovranno vedere spostate più in là le loro attenzioni. Infatti giugno sarà il mese scelto per il loro ingresso all’interno del programma in questione che dovrebbe quindi anche garantire una migliore stabilità di quello che poi gli utenti andranno effettivamente a provare e toccare con mano. Infatti, in questo modo, si “rischierebbe” di vedere i Pixel 3a con quella che potrebbe essere una seconda, terza o chi lo sa beta pubblica e quindi a conti fatti con un sistema operativo decisamente più stabile.

Le ragioni del ritardo non sono state comunicate, ad oggi. Noi ipotizziamo che Google possa semplicemente aver voluto prendere del tempo in più per analizzare la piattaforma hardware del tutto nuova per lei e con cui non aveva mai avuto nulla a che fare prima di questi nuovi smartphone. Di conseguenza l’adattamento dei driver e tutto quello che ne consegue potrebbero aver comportato questo slittamento, anche se sembra molto strano che Android 10 Q non sia stato nemmeno provato sui Pixel 3a. In secondo luogo invece, la seconda ipotesi potrebbe riguardare le tempistiche di lancio a cui la stessa azienda non è abituata e che quindi potrebbero averle sfasato i piani legati al software.

E voi avete già provato il nuovo Android Q?

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link