Ecco Asus ZenFone 6: potenza bruta, tanta autonomia e Flip Camera

di Luca Ansevini 0

Si è da poco concluso l’evento di Valencia organizzato da Asus, evento che ha svelato finalmente in via ufficiale il nuovissimo Asus ZenFone 6.

Grande lavoro da parte dell’azienda che sembra aver sfornato un prodotto decisamente interessante non solo sul fronte delle specifiche tecniche ma anche a livello costruttivo. Il nuovo smartphone di punta dell’azienda si compone di un LCD IPS NanoEdge da 6,46 pollici con risoluzione Full HD+ e un aspect ration pari a 19.5:9, con cornici ridotte e un rapporto schermo-superficie pari al 92% in linea con le soluzioni adottate da una buona parte della concorrenza, superando l’ormai (apparentemente) vetusto notch.

Sotto il cofano batte il grintoso cuore targato Qualcomm con il fiammante Snapdragon 855 , GPU Adreno 640 ed un quantitativo di RAM disponibile nei tagli da 6 e 8 GB LPDDR4X. Per quanto riguarda la memoria interna di massa saranno disponibili due varianti rispettivamente da 128GB e 256GB UFS 2.1 con possibilità di espansione fino ad 1TB tramite microSD. Installata a bordo ritroveremo la consueta ZenUI nella sua versione 6 basata su Android 9 Pie, con l’azienda che ha fatto sapere di voler dare massimo supporto ad Android Q ed Android R.

Una delle novità certamente più interessanti riguarda il comparto fotografico. Lo smartphone è infatti dotato unicamente di una una doppia fotocamera posteriore che grazie ad un meccanismo davvero interessante può flippare di 180 gradi diventando di fatto anche fotocamera frontale, con la possibilità quindi di offrire anche lo sblocco mediante il riconoscimento del volto. Il modulo girevole della camera è composto da metallo liquido, così da ridurre il peso del 20 percento e aumentare la sua forza di quattro volte. La doppia fotocamera posteriore si compone di un sensore da 48 megapixel Sony IMX586 (f/1.8) ed un secondo obiettivo da 13 megapixel (f/2.4) ultra grandangolare da 125 gradi.

Sul retro ritroviamo inoltre un sensore di impronte digitali mentre per i più affezionati fruitori di musica ritroviamo l’inossidabile jack audio da 3,5mm. Il comparto connettività si completa infine di modulo 4G VoLTE, WiFi 802.11 ac, Bluetooth 5, GPS + GLONASS e connettore dati USB Type-C. Anche con questo Zenfone 6 l’azienda vuole confermarsi sul fronte autonomia, introducendo una batteria da ben 5000 mah con ricarica rapida QuickCharge 4.0 ma senza ricarica wireless.

Decisamente aggressivi anche i prezzi, dimostrando come Asus questa volta voglia davvero fare su serio. Per acquistare Zenfone 6 in versione 6/64 GB serviranno 499€, 559 euro per la versione 6/128GB e 599 euro per la versione top di gamma con 8/256GB.

Le presumesse insomma sembrano decisamente interessanti. Riuscirà l’azienda a fare breccia nel cuore dei consumatori con questo Asus ZenFone 6? Non ci resta che attendere la sua data di uscita, fissata per il 25 maggio.

 

 

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link