Huawei è ufficialmente vietata in USA, Trump ha firmato il divieto | AGGIORNATO

di Francesco Siciliani 0

Huawei

Si conclude oggi la battaglia che ha visto Huawei e gli Stati Uniti combattere negli ultimi tempi. Ora è ufficiale: scatta il ban sul produttore cinese e Huawei viene ufficialmente vietata in USA, stando al divieto firmato da Donald Trump.


AGGIORNAMENTO: ecco la dichiarazione ufficiale di Huawei

Huawei è leader globale nello sviluppo e implementazione della tecnologia 5G. Siamo disponibili e pronti a collaborare con il governo degli Stati Uniti per identificare misure efficaci al fine di garantire la sicurezza dei prodotti. Limitare la possibilità per Huawei di operare negli Stati Uniti non renderà il Paese più sicuro né più forte. Al contrario, questa decisione costringerà gli Stati Uniti a usare prodotti di qualità inferiore e più costosi, relegando il Paese in una posizione di svantaggio nell’adozione delle reti di ultima generazione e, in ultima analisi, danneggerà gli interessi delle aziende e dei consumatori statunitensi. Inoltre restrizioni ingiustificate violeranno i diritti di Huawei e solleveranno ulteriori questioni legali.

Huawei si oppone alla decisione presa dal Bureau of Industry and Security (BIS) del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti. La decisione presa non è nell’interesse di nessuno. Comporterà un grave danno economico per le aziende americane con cui Huawei collabora, inciderà su decine di migliaia di posti di lavoro americani e interromperà la collaborazione e la fiducia reciproca che esiste attualmente nella catena di approvvigionamento globale. Huawei cercherà immediatamente rimedi e troverà una soluzione a questo problema. Cercheremo anche di intraprendere azioni proattive al fine di mitigare gli impatti che deriveranno da questo caso.


Donald Trump ha quindi firmato un documento di divieto per Huawei negli Stati Uniti. Ma cosa succederà nello specifico? Il documento vieta all’azienda cinese di acquistare qualsiasi tipo di tecnologia statunitense se non con autorizzazione specifica e, soprattutto, vieta al colosso cinese di vendere e installare i propri prodotti e infrastrutture su suolo americano. 

Di fatto, Huawei è nella lista nera del commercio statunitense (Entity List) insieme ad altre settanta aziende affiliate. Questo causerà non pochi problemi all’azienda ma, in senso più ampio, anche al mercato intero. Tutto ciò, oltre ad avere una grossa ripercussione sulle telecomunicazioni (ora più che mai in vista del 5G), mette a rischio le linee di produzione della casa cinese che, per realizzare diversi dei suoi prodotti, impiega componenti acquistati dagli Stati Uniti.

La replica non si è fatta attendere. La società cinese definisce “irragionevole” questa scelta e afferma che ci saranno conseguenze legali. Inoltre, Huawei sostiene che non sarà con questi blocchi che gli Stati Uniti saranno più sicuri. Vi aggiorneremo sugli sviluppi di questa vicenda che è destinata a far discutere a lungo.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link