Huawei invita gli USA ad affrontare diversamente le questioni di sicurezza informatica

di Francesco Siciliani 0

huawei

Huawei ha presentato una mozione di giudizio sommario e ha invitato gli USA a cambiare approccio per la gestione di questioni di sicurezza informatica.

Il colosso cinese ha presentato quindi una mozione di giudizio sommario come parte del processo per contestare la costituzionalità della Sezione 889 del 2019 NDAA (National Defense Authorization Act), invitando gli Stati Uniti a interrompere la campagna mossa contro il brand, controproducente ai fini della stessa sicurezza informatica.

“Bannare Huawei usando la sicurezza informatica come scusa non renderà i network più sicuri. […] I politici in USA stanno usando la forza di una nazione intera per prendersela con un’azienda privata. Tutto questo non è normale, quasi mai visto nella storia. […] Il governo degli Stati Uniti non ha prove su Huawei come minaccia alla sicurezza.” – dichiara Song Liuping, capo dell’ufficio legale.

Vi aggiorneremo sulla questione, sempre sulle pagine di TEEECH.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link