OnePlus 7 è il VERO Best-Buy del 2019?

di Andrea Cervone 0

Dopo aver provato il suo fratello maggiore, il OnePlus 7 Pro, è arrivato finalmente il momento di mostrarvi in azione il OnePlus 7, quello che per molti potrebbe essere il vero best-buy dell’anno.

Design

Squadra che vince, non si cambia… almeno esteticamente! Infatti OnePlus 7 riprende in tutto e per tutto le linee di OnePlus 6T, il suo predecessore. Notch a goccia (o “a slip”… che volete, io ce lo vedo!) e lieve cornice inferiore. Per il resto zero bordi e schermo ultra-immersivo, anche se meno di quello di OnePlus 7 Pro. Qui la fotocamera non si nasconde e non riappare e sul retro le fotocamere sono due e non tre. Cambia il tastino della modalità sonora, adesso più piccolo ma in grado di offrire un miglior grip, e cambiano anche leggermente le colorazioni, anche se questo nuovo grigio lucido non mi convince tantissimo.

Hardware

A livello tecnico il OnePlus 7 riprende in tutto e per tutto la scheda tecnica di OnePlus 7 Pro. All’interno troviamo infatti il processore Snapdragon 855 accompagnato dalla GPU Adreno 640 e da 6 o 8 GB di RAM, a seconda delle configurazioni. La memoria interna è invece da 128 GB, non espandibile tramite microSD. Vengono inoltre confermati i sensori di sblocco già visti su OnePlus 7 Pro, ossia il riconoscimento del volto (bidimensionale, affidato alla fotocamera nel notch) e il riconoscimento dell’impronta 2.0, ora più veloce e preciso rispetto a quello di 6T.

Schermo

Lo schermo di OnePlus 7 è una nostra vecchia conoscenza: qui non troviamo infatti l’affascinante OLED QHD con refresh rate fino a 90hz di OnePlus 7 Pro, ma un ben più consueto OLED da 6.2 pollici – quindi leggermente più compatto – con risoluzione Full HD+ e refresh rate a 60hz. Rispetto a OnePlus 7 Pro la qualità percepita è chiaramente inferiore, ma il dispositivo si fa apprezzare maggiormente durante l’utilizzo con una mano per via delle dimensioni decisamente più umane, seppur manchi ancora una modalità one-hand nel software Oxygen. I contrasti sono pronunciati, la luminosità massima è parecchio elevata e gli angoli di visione sono praticamente perfetti. Trattandosi di un OLED i neri sono totali e per questo OnePlus non rinuncia ad introdurre il supporto allo schermo Always-On anche su OnePlus 7.

Connettività

Come sempre OnePlus non delude neanche in tema di connettività, infatti OnePlus 7 ha tutto al posto giusto: questo smartphone è dotato di WiFi dual-band, di modulo 4G/LTE (niente 5G, purtroppo) e di NFC. La ricezione si è dimostrata sempre all’altezza e anche la qualità dell’audio in chiamata ha stupito, in positivo, sia in entrata che in uscita. Promosso!

Audio

L’audio di OnePlus 7 è di livello paragonabile a quello di OnePlus 7 Pro: anche qui, infatti, troviamo una capsula auricolare di dimensioni esagerate che viene sfruttata come secondo speaker, in modo da restituire un audio stereo durante l’ascolto dei contenuti multimediali. La qualità e il volume sono ai vertici della categoria, mentre la risoluzione sonora potrebbe essere lievemente migliore. Piccola nota negativa: manca il jack delle cuffie e anche un adattatore in confezione per poter usare le tradizionali cuffie con cavo.

Software

A bordo di OnePlus 7 troviamo lo stesso, identico software previsto per tutti i dispositivi OnePlus più recenti. Parliamo, ovviamente, della nuova OxygenOS che non è cambiata nelle forme e nelle funzionalità rispetto a quanto visto su OnePlus 7 Pro. Arriva sempre con Android 9.0 come base e si distingue per la sua fluidità e per la sua versatilità in fase di personalizzazione. Senza dubbio una delle interfacce Android più snelle e simili ad Android stock senza rinunciare, però, a qualche personalizzazioni azzeccata.

Fotocamera

Se c’è un aspetto su cui OnePlus ha voluto differenziare in modo netto i suoi dispositivi, questo è la fotocamera. Infatti su OnePlus 7 non arriva la terza ottica che troviamo invece su OnePlus 7 Pro, ossia la fotocamera ultra-grandangolare. Una mancanza che potrebbe farsi sentire, data l’offerta sempre crescente di smartphone (anche a minor costo) che offrono una fotocamera di questo tipo. Rispetto alla nostra originale recensione di OnePlus 7 Pro abbiamo però notato degli importanti miglioramenti nella resa fotografica degli altri due sensori: adesso il bilanciamento del bianco è perfetto a prescindere dall’ottica scelta e gli scatti con la fotocamera principale da 48 megapixel trasferiscono all’occhio un’infinità di dettagli. Molto buone anche le modalità ritratto e Nightscape 2.0 (comunque inferiore alla relativa funzione che troviamo su Huawei) e positivi anche i selfie che possono essere acquisiti con la fotocamera anteriore da 16 megapixel. Per quanto riguarda i video, questi possono essere acquisiti fino alla risoluzione 4K a 60 fps usufruendo anche della stabilizzazione ottica.

Ecco alcuni sample fotografici da OnePlus 7 Pro.

IMG_20190620_112736 IMG_20190621_115540 IMG_20190621_115543 IMG_20190621_115539 IMG_20190620_182838 IMG_20190620_230603 IMG_20190620_182143 IMG_20190620_230716 IMG_20190620_182748 IMG_20190620_182236_Bokeh

Batteria

La batteria di OnePlus 7 è in linea con quella di OnePlus 6T. Sono previsti 3.700 mAh di batteria che riescono a garantire la copertura di una giornata intera di utilizzo, anche nelle situazioni di uso più intense. Una piccola nota negativa riguarda l’assenza della ricarica rapida Warp Charge – introdotta su OnePlus 7 Pro – sostituita su OnePlus 7 dalla classica Dash Charge che permette di caricare il dispositivo del 50% in 30 minuti. A livello software vengono confermate tutte le modalità di risparmio energetico intuitive che abbiamo già visto in passato all’interno del software OnePlus.

Conclusioni

Più compatto, più economico, ugualmente prestante. OnePlus 7 non è un dispositivo da sottovalutare, nonostante viva nell’ombra del modello più avanzato, il OnePlus 7 Pro. Anche in questo caso OnePlus fa centro con un device alla portata di (quasi) tutti che offre tutto ciò che vi aspettereste da una normale evoluzione del OnePlus 6T.

Il suo unico difetto è quello di essere anche involontariamente confrontato con il vero top di gamma dell’azienda cinese, ossia il OnePlus 7 Pro. Se siete disposti a spendere di più, allora fiondatevi assolutamente sul OnePlus 7 pro, altrimenti il vero candidato al titolo di best-buy del 2019 è proprio OnePlus 7.

8.6

Più compatto, più economico, ugualmente prestante. OnePlus 7 non è un dispositivo da sottovalutare, nonostante viva nell'ombra del modello più avanzato, il OnePlus 7 Pro. È il vero candidato al titolo di best-buy del 2019, a patto che siate disposti a rinunciare alla fotocamera grandangolare.

Design
7.0
70%
Hardware
9.0
90%
Schermo
8.5
85%
Audio
8.5
85%
Connettività
9.0
90%
Software
9.5
95%
Fotocamera
8.5
85%
Batteria
8.5
85%
Qualità/Prezzo
8.5
85%

Pro

- Ottime prestazioni
- Fotocamera migliorata
- Buono schermo
- Software sempre eccellente
- Connettività completa

Contro

- Design già visto
- Manca la terza cam grandangolare
- Niente jack e niente adattatore

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link