il Re dei COMPATTI e della FASCIA MEDIA – Recensione Xiaomi Mi 9 SE

di Luca Crocco 0

Dopo tutti i ”padelloni” usciti nel 2019, Xiaomi si discosta dalla massa, con questo Xiaomi Mi 9 SE. Bello, piccolo e performante. Ma soprattutto piccolo.

Design

Xiaomi Mi 9 SE è costruito come un top di gamma: vetro sul retro, frame laterale in alluminio. Nonostante non si tratti di un top di gamma, l’azienda ha deciso di adottare dei materiali molto pregiati per questo smartphone, e in mano restituisce una sensazione di estrema qualità anche grazie all’assemblaggio impeccabile.

Questo gioiellino è piccolo, ma non sottovalutatelo. Il corpo ha delle dimensioni di 147,5 x 70,5 mm in uno spessore di 7,45 mm. Mi 9 SE è compatto! Finalmente. l’utilizzo ad una mano non porta alcun problema, si arriva ad ogni porzione di schermo con il pollice, senza fare movimenti innaturali. Il retro come detto prima è in vetro, e trattiene un sacco di impronte. Specialmente in questa colorazione blu.

Colorazione blu, che è anche la migliore del lotto. Quando colpita dalla luce trasmette dei bellissimi riflessi arcobaleno. Davvero un peccato coprirlo con la cover. Cover che è presente in confezione, ma di color fumé. Sicuramente sarebbe stata più apprezzata in una variante trasparente. Sul retro risalta un sacco poi il modulo fotografico, composto da tre fotocamere, e la lente wide ha l’iconico cerchietto cangiante che troviamo anche sul fratello maggiore Xiaomi Mi 9.

Sul lato destro del frame abbiamo il bilanciere del volume e il tasto di accensione, in alto troviamo il sensore infrarossi per comandare eventuali televisori. Invece in quello inferiore c’è la porta Type C, per la ricarica e il trasferimento dei dati, il microfono e l’unico speaker di sistema mono. Sul lato sinistro invece troviamo solo il carrellino per la SIM.

Schermo

La parte frontale è occupata dal display da 5.97 pollici. Tecnologia OLED, risoluzione FULL HD+, 19:9 e con un piccolo notch a goccia al centro. Non abbiamo mai avuto il minimo problema a visualizzare contenuti anche sotto la luce diretta del sole, inoltre, la certificazione HDR ci consente di vedere contenuti di altissima qualità sia su Netflix che su Youtube.

La luminosità minima del display è molto bassa, nota positiva se si vuole salvaguardare la vista nelle ore notturne o appena svegli. Quella massima invece, è molto alta e ci permette vedere bene il display sotto ogni condizione, non uso molto la luminosità automatica, ma online si leggono lamentele, sul fatto che il sensore di luminosità risulta essere un po’ pigro. Sinceramente, non abbiamo riscontrato alcun problema di sorta.

Hardware

 

Mi 9 SE colpisce per il design e per la compattezza, ma è anche potente. Lo Snapdragon 712 infatti garantisce prestazioni sempre molto alte, non parliamo di un top di gamma, ma nell’utilizzo quotidiano non rimpiangerete lo Snapdragon 855 del Mi 9. Le applicazioni girano sempre fluide, ogni tanto c’è qualche impuntamento, ma nulla di catastrofico. Anche per quanto riguarda il comparto gaming, nessun problema, Asphalt 9 gira davvero benissimo.

Il modello proposto in recensione è la variante con 6GB di RAM e 128 GB di storage interno. Ma sappiate che esiste anche una versione da 64GB. Se siete interessati ad acquistare questo smartphone vi consigliamo di capire bene le vostre esigenze e scegliere il taglio di memoria più adatto a voi, in quanto non è possibile espandere la memoria tramite Micro SD.

Non manca la possibilità di sbloccare lo smartphone con il volto, solo 2D. Ma funziona molto bene anche quando ci troviamo in un ambiente non troppo illuminato. Chicca non da poco è il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali, posto sotto al display che funziona benissimo, non sbaglia mai un colpo, anche se non è troppo veloce.

Software

La MIUI non ha bisogno di presentazioni. Bella, colorata e piena zeppa di impostazioni e personalizzazioni per renderla adatta ad ogni tipo di utenza. La versione che gira su questo Mi 9 SE è la MIUI 10 basata su Android 9 Pie con patch di sicurezza (ad oggi) aggiornate al 1° Aprile. Non manca la possibilità di abilitare le gesture e godere a pieno dello schermo, impostare un secondo spazio di lavoro o attivare la modalità dark su tutto il sistema.

Anche per questo piccolino, troviamo il problema delle notifiche, che non persistono nella barra in alto, ma vengono visualizzate solo per pochi secondi. Inoltre, dovrete andare ad agire su molte applicazioni per poterne visualizzare le notifiche pop-up o i banner nella lockscreen.

Audio e Connettività

Manca il jack da 3.5mm, ma in confezione c’è un adattatore USB C to Jack per utilizzare le vecchie cuffie cablate. A colmare questa mancanza viene in nostro aiuto il Chip NFC tanto richiesto sui medi di gamma. Troviamo inoltre Wi-Fi Dual Band, GPS e la connessione è stata sempre molto stabile durante il periodo di test. Il 4g Plus non ha avuto nessun problema e il cambio cella davvero molto veloce. L’audio in chiamata è buono, anche il volume del vivavoce è molto alto e l’interlocutore ci sente sempre molto bene.

Fotocamera

Xiaomi Mi 9 approdò sul mercato con un triplo modulo fotografico, e il piccolo SE non è da meno. Ma attenzione, perché i due smartphone non hanno le stesse lenti. Infatti sul Mi 9 SE abbiamo un sensore grandangolare da 13 megapixel, mentre la lente tele è da 8 megapixel. La fotocamera standard rimane la stessa del fratello maggiore da 48 megapixel.

Gli scatti sono davvero buoni per la fascia di prezzo a cui appartiene questo prodotto e la presenza della camera grandangolare non è assolutamente da sottovalutare. Di notte ovviamente la resa cala, le foto presentano parecchio rumore, e come nella maggior parte degli smartphone di questa fascia, la modalità notte non fa miracoli.

IMG_20190704_233107 (1) IMG_20190703_192234 IMG_20190703_190749 IMG_20190703_190738

La fotocamera per i selfie è da 20 MP. Decente, niente di più. Purtroppo le foto escono tutte con il cielo bruciato e anche in post produzione è davvero difficile recuperarlo. Per quanto riguarda i video, è possibile registrare fino al 4K con la fotocamera principale e fino e 1080p con quella frontale, la stabilizzazione c’è, ma si poteva fare meglio.

IMG_20190703_192418 IMG_20190703_192424

Batteria

Xiaomi Mi 9 SE è uno smartphone estremamente compatto, e per forza di cose non poteva starci una batteria gigante, ma vi assicuro che il modulo da 3070 mAh è più che sufficiente per coprire la giornata lavorativa con un 20% di batteria residua. Per un eventuale dopo cena però necessita di una ricarica.

Prezzo e conclusioni

Circa 310 euro per uno smartphone piccolo con buone performance e qualità fotografica. Best buy? Se rispecchia le caratteristiche che cercate in uno smartphone assolutamente si. Ci sono sicuramente smartphone che costano leggermente meno e che offrono quasi le stesse performance, anche nella stessa casa Xiaomi. Ma a questo prezzo, solo Xiaomi Mi 9 SE potrà offrirvi: compattezza, performance, un bel design, e ottime foto. E i contro? Sicuramente l’assenza del jack da 3.5, la mancata certificazione ad acqua e polvere e l’assenza dell’espansione di memoria, ma nel 2019 se ne può benissimo fare a meno.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.