Nuovo anno, nuovo Best Buy! – RECENSIONE Xiaomi Mi A3

di Luca Crocco 0

Nuovo anno, nuovo Best Buy! - RECENSIONE Xiaomi Mi A3

Al tempo abbiamo messo le mani su Mi A2 e Mi A2 Lite. Oggi, dopo un anno, eccoci a recensire Xiaomi Mi A3. Che dire, Best Buy assoluto!

Design

Xiaomi Mi A3 è uno smartphone abbastanza compatto, un po’ come tutti gli altri prodotti a marchio Android One. In mano sta davvero benissimo, spesso appena 8,5 millimetri. I 174 grammi lo rendono davvero piacevole da utilizzare quotidianamente. Già dal primo utilizzo, non sembra di avere in mano uno smartphone economico. I materiali usati per la costruzione sono molto pregiati: retro in vetro e frame in metallo lucido, con un’attenzione ai dettagli davvero scrupolosa, in quanto il frame e la back cover hanno praticamente lo stesso colore, pur essendo di due materiali diversi. Il design non brilla per innovazione, a colpo d’occhio direi che è il classico medio gamma del 2019. Facilmente confondibile con altri smartphone della stessa fascia.

La back cover regala dei bellissimi riflessi, quando colpita dalla luce, peccato avere in test la versione Nera, in quanto Xiaomi assieme a questa variante ha presentato anche altre due colorazioni: una Bianca, e una Blu. Nettamente più belle rispetto a questa proposta in recensione. Se volete vederle, vi invitiamo a dare uno sguardo alla nostra anteprima, realizzata qualche settimana fa.

Nuovo anno, nuovo Best Buy! - RECENSIONE Xiaomi Mi A3

Impossibile non far caso al grande modulo fotografico, composto da tre sensori, estremamente simile a questo già visto sullo Xiaomi Mi 9. La scelta di Xiaomi di riportare su tutti gli smartphone questo modulo fotografico ci è piaciuta molto, è come se l’azienda stesse cercando di dare un dettaglio unico ai propri smartphone. Peccato non ci sia il bellissimo cerchietto cangiante sulla lente grandangolare (spoiler) come per Mi 9 e Mi 9 SE.

La parte frontale invece è occupata dal display, che analizzeremo dopo, in quanto ha creato davvero parecchio scalpore in rete. C’è un piccolo notch che contiene la fotocamera anteriore, le cronici attorno al display non sono simmetriche, anzi, sembra quasi che le due laterali siano uguali, ma quella superiore e quella inferiore abbiano altre due dimensioni diverse tra loro. Quindi un lavoro di ottimizzazione un po’ da rivedere.

Sul frame destro troviamo il pulsante di accensione/spegnimento (posto un po’ troppo in basso per il mio utilizzo) e subito sopra il bilanciere del volume (che io avrei preferito sul frame sinistro). Frame sinistro che ospita solo il carrellino per la SIM e la Micro SD. In basso troviamo la porta USB-C per la ricarica ed il trasferimento dei dati, altoparlante mono, e microfono. In alto invece, troviamo il blaster ad infrarossi, secondo microfono per soppressione dei rumori ambientali e il Jack da 3,5mm.

Display

Il display di Xiaomi Mi A3 è un pannello in risoluzione HD+ (720 x 1560 pixel). Si, veramente meno risoluto rispetto al Mi A1 di due anni fa. Xiaomi è stata costretta ad arrivare a tanto per implementare il lettore di impronte digitali sotto al display. Sempre per lo steso motivo però almeno l’azienda ha dovuto implementare un pannello AMOLED, sicuramente più costoso di un pannello LCD.

Nuovo anno, nuovo Best Buy! - RECENSIONE Xiaomi Mi A3

Lo schermo è poi PenTile, abbassando ancora di 1/3 la risoluzione effettiva finale. Nulla di catastrofico, non noterete i pixel del display, ma se confrontate questo pannello, con uno più risoluto, allora si, la differenza sarà lampante. La luminosità invece è molto buona e i contrasti sono davvero molto alti e piacevoli alla vista. Presente il Gorilla Glass 5 per la protezione ai graffi sul display.

Software

Nuovo anno, nuovo Best Buy! - RECENSIONE Xiaomi Mi A3

Questo Xiaomi Mi A3, come le due precedenti generazioni, monta Android One. Una versione completamente Stock di Android. Dunque, se amate la MIUI montata sui classici Xiaomi, lasciate perdere. Non è il telefono che fa per voi. Se al contrario, avete sempre avuto la scimmia di mettere le mani su un prodotto Xiaomi, ma la MIUI non vi è mai andata a genio, allora si. Correte ad acquistarlo. Probabilmente è sbagliato giudicare uno smartphone solo per il software, ma per quanto mi riguarda, è la prima cosa da valutare. Utilizziamo lo smartphone tutto il giorno, e muoverci in un software che non ci aggrada, vi assicuro che non è il massimo.

Qui non abbiamo tutte le personalizzazioni e le impostazioni che troviamo solitamente sulla MIUI. C’è il minimo indispensabile che ci permette di utilizzare il telefono al meglio. Ho sempre pensato che l’accoppiata tra il software di Google e l’hardware di Xiaomi fosse una delle migliori mai viste nel campo smartphone. E questo Mi A3 non ha fatto altro che confermare la mia tesi.

A bordo troviamo Android 9 Pie e montando Android One, questo smartphone sarà uno dei primi ad essere aggiornato ad Android 10.

Leggi Anche: Xiaomi Mi MIX 4 potrebbe essere dotato della ricarica wireless inversa

Tra le poche implementazioni software è giusto nominare: l’ambient display, la possibilità di abilitare tema scuro o tema chiaro manualmente o in base allo sfondo selezionato, il benessere digitale che ci da una panoramica completa sull’utilizzo dello smartphone e la possibilità di sbloccare lo smartphone con il volto.

Hardware e Prestazioni

Nuovo anno, nuovo Best Buy! - RECENSIONE Xiaomi Mi A3

Questo Mi A3, ricordiamo essere un medio gamma. Monta una CPU Snapdragon 665 octa core da 2 GHz, una GPU Adreno 610 e 4 GB di RAM LPDDR4X. I tagli di memoria interna a disposizione dell’utente sono 64GB o 128 GB, entrambi espandibili tramite Micro SD. Buono anche il reparto connettività: LTE fino a 450 Mbps, Wi-Fi ac, Bluetooth 5.0, ma come Xiaomi ci ha ormai abituati, manca il chip NFC. L’audio è solo mono, quindi non aspettatevi chissà quale qualità. Troviamo però anche il jack audio da 3,5mm, la porta ad infrarossi e la radio FM. Molto buona la qualità in vivavoce e anche quella della capsula auricolare. Per quanto riguarda le modalità di sblocco c’è il lettore di impronte digitali sotto al display: abbastanza preciso, ma non proprio veloce, e anche il riconoscimento facciale solo 2D.

Nel complesso questo smartphone risulterà appagante sotto il punto di vista delle prestazioni praticamente per tutti. Sappiamo bene quanto Google One sia ben ottimizzato per gli Xiaomi della linea ”Mi A”. Anche quest’anno, le due aziende sono riuscite a portare sul mercato un vero e proprio gioiellino. Le applicazioni solite che si utilizzano girano davvero bene, anche le storie Instagram non danno problemi. La navigazione web è davvero fantastica, anche con più di qualche tab Chrome aperto, nessun problema. Lato gaming niente da dire, è uno smartphone medio di gamma si, che però si comporta bene sotto ogni punto di vista.

Lo riterrei il classico bambino che gioca a fare il grande.

Fotocamera

Nuovo anno, nuovo Best Buy! - RECENSIONE Xiaomi Mi A3

Come detto prima, Xiaomi Mi A3 è dato di una tripla fotocamera. Il sensore principale è il famosissimo 48 megapixel ƒ/1.8 che scatta però in automatico a 12 megapixel interpolando 4 pixel in 1. Per scattare in 48 megapixel dovrete spulciare le impostazioni, ma come detto già per altri smartphone Xiaomi, i 48 megapixel non hanno troppo senso. Poi troviamo una 8 megapixel grandangolare ƒ/2.2 e una 2 megapixel ƒ/2.4 per l’effetto bokeh. Pur avendo Android One, questo smartphone non dispone della Google Camera preinstallata. Peccato. Abbiamo quindi l’HDR automatico, la modalità ritratto, la modalità notturna e anche una modalità manuale. Presente anche l’intelligenza artificiale che ottimizza la resa delle foto per le singole scene. Insomma tutte funzioni che abbiamo già visto e rivisto su altri smartphone Xiaomi.

IMG_20190805_174521 IMG_20190805_174957 IMG_20190805_175047 IMG_20190805_175419 IMG_20190805_175525 IMG_20190805_175532 IMG_20190805_223101 IMG_20190805_224125 IMG_20190805_224134 IMG_20190805_224240 IMG_20190805_224249 IMG_20190805_224506 IMG_20190805_224517 IMG_20190805_224637 IMG_20190805_224646

Le foto sono ottime con buona luce e godono di un buon HDR, sempre tarato correttamente, mai troppo forzato. Nelle ore serali, la situazione però cambia non poco. La modalità notte però funziona bene e nella maggior parte dei casi riuscirà a salvarvi gli scatti. Non male anche la fotocamera frontale da 32 megapixel ƒ/2.0. Anche per questa lente presenti sia effetto bokeh che HDR. C’è la possibilità di registrare video in 4K, ma lasciate stare. Troppo contrastati e assolutamente non stabilizzati.In compenso si possono fare video con la fotocamera grandangolare, ma solo in Full HD. E in nessun caso è possibile passare da una fotocamera all’altra durante la ripresa.

Batteria

Nuovo anno, nuovo Best Buy! - RECENSIONE Xiaomi Mi A3

Un comparto di questo Mi A3 che mi ha piacevolmente colpito è sicuramente la durata della batteria. Batteria da 4030 mAh che garantisce sempre la copertura della giornata di utilizzo, io non ci sono riuscito, ma probabilmente con qualche accortezza, riuscirete anche ad arrivare al giorno e mezzo di utilizzo. La batteria poi supporta la ricarica rapida a 18W, ma attenzione, perché l’alimentatore in dotazione è da 10W.

Prezzo e Conclusioni

Xiaomi Mi A3 costa 240 euro al momento della nostra prova. Disponibile su Amazon, sullo store ufficiale Xiaomi e anche nei Mi Store fisici al medesimo prezzo. Questo capitolo della serie Mi A presenta un grosso passo in avanti rispetto ai precedenti modelli, eccezion fatta per il display, ma nonostante tutte le critiche che ha smosso in rete, a meno che non abbiate un occhio di falco, probabilmente non risentirete della basse risoluzione del pannello. Altro difetto è la mancanza del chip NFC, ma troviamo una super batteria, un bel design, ottime prestazioni, jack audio e blaster infrarossi.

La domanda a questo punto sorge spontanea: Xiaomi Mi A3 può essere considerato un best buy? Assolutamente si, specialmente tra qualche mese, dopo un calo del prezzo.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link