HTC Wildfire X: dopo 10 anni HTC riparte da qui | UFFICIALE

di Nikolas Pitzolu 0

HTC Wildfire X è UFFICIALE e la società ripropone il brand storico che richiama gli anni in cui la società era il fiore all’occhiello Taiwanese nel mondo.

Era il 2010, HTC Wildfire era stato presentato come uno smartphone davvero completo dal punto di vista delle caratteristiche tecniche. Uno dei primi dispositivi con una fotocamera da 5 MegaPixel e con Android 2.2 Froyo che per l’occasione era vestito dalla rinomata interfaccia proprietaria Sense.

Di anni ne sono passati, stessa cosa con quello che sono diventati gli smartphone oggi, ed ecco che HTC Wildfire X è ufficiale ma dello storico logo Wildfire ha davvero poco e nulla, magari solo il fatto che può telefonare per essere onesti! Ma com’è questo Wildfire X? Bhe, lo vedete da voi, nulla di estremamente elaborato. Diciamo che la società Taiwanese non sta certo provando con tutti i mezzi di risalire la china, si accontenta di fare il compitino con ormai pochissimi smartphone a catalogo. E gli ultimi risultati finanziari sono abbastanza disastrosi mentre l’azienda pare essere ormai rassegnata.

In ogni caso al frontale lo smartphone è molto anonimo, si allinea al design attuale della maggior parte degli smartphone e il primo telefono che mi viene in mente, se vogliamo trovargli una somiglianza, è OnePlus 6T. Forse in questo HTC Wildfire X c’è addirittura il mento più pronunciato.

Al posteriore diventa un po’ meno anonimo, ma semplicemente perché c’è il logo HTC che ce lo fa riconoscere! Sensore delle impronte digitali standard posizionato dove ci si aspetta e fotocamera formata da 3 sensori verticali. Il retro sarà in vetro ma NON ci sarà la ricarica Wireless per ovvie ragioni di posizionamento di fascia economica. In ogni caso il display è un’unità da 6,2 pollici a risoluzione HD+ e a tecnologia IPS LCD. Il SoC è Mediatek Helio P22 e sarà configurato rispettivamente con versioni da 4 GB di RAM e 32 GB di memoria interna e da 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Ovviamente garantito il DUAL SIM con uno slot apposito che condividerà anche il posizionamento di una Micro SD al suo interno e connettività 4G LTE. Interessante il discorso autonomia con una batteria da 3300 mAh e le fotocamera saranno così configurate:

  • Primo sensore standard da 12 MegaPixel;
  • Secondo sensore teleobiettivo 2X da 8 MegaPixel:
  • Terzo sensore grandangolare circa 100 gradi da 5 MegaPixel;
  • Quarto sensore al frontale da 8 MegaPixel.

Il sistema operativo è Android 9 Pie ma ovviamente non ci sarà più la Sense, prima scremata dalle funzioni “di troppo” e poi ripulita dalle doppie applicazioni (Google e Proprietarie) ma sarà utilizzata una versione il più stock possibile di Android.

Infine veniamo ai prezzi e alle colorazioni scelte.

HTC Wildfire X 4/32 costerà 138 euro circa (importo tradotto dalla Cina senza tener conto di dazi);

HTC Wildfire X 6/128 costerà 163 euro circa (importo tradotto dalla Cina senza tener conto di dazi).

L’unica colorazione per il momento è la Sapphire Blue ma se ne aggiungeranno di altre. Così come si aggiungeranno anche i paesi in cui sarà commercializzato, per ora solo l’India ma è quasi certo che molto ma molto difficilmente lo vedremo dalle nostro parti.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.