Diesel ed Armani lanciano due smartwatch con 1 GB di RAM

di Claudio Stoduto 0

Mai come durante queste ultime giornate dell’IFA di Berlino 2019 abbiamo visto i vari brand di moda concentrarsi su quello che è anche il mondo tecnologico, presentando più di un dispositivo che potremmo inserire di diritto nella categoria degli smartwatch.

Fra questi sicuramente ne possiamo individuare due decisamente interessanti che potranno essere appetibili per il mercato nel corso delle prossime settimane non appena verrà ufficializzata la loro commercializzazione. Parliamo del nuovo Emporio Armani Smartwatch 3 e del Diesel Axial.

Partendo da quest’ultimo citato, possiamo tranquillamente dire che il design è molto nelle linee dell’azienda milanese. Abbiamo questa grande cassa in acciaio che rende il prodotto molto più adatto ad un pubblico prettamente sportivo ma che si potrebbe anche prestare all’evenienza ad una cena di gala, magari nella sua versione tutta in acciaio. La cassa è da 44mm di dimensioni con uno spessore complessivo di 12mm che lo rendono molto sottile nonostante quello che possa sembrare. Interessante poi è il display che è un pannello OLED da 1,28 pollici di diagonale che sicuramente renderà molto bene in ogni condizione di luce. Disponibilità? A partire da ottobre.

Armani invece ha già una discreta esperienza nel settore e sta lavorando molto bene ormai da qualche anno. Con questo suo terzo modello si è cercato di offrire una maggiore vastità di scelta per l’utente finale in maniera tale da permettergli di avere a disposizione quello che potremmo definire forse lo smartwatch con Wear OS più interessante del mercato. La cassa anche in questo caso sarà da 44mm con i cinturini intercambiabili da ben 22mm, uno standard in pratica. Molto carine le varie colorazioni che sono state pensate e che giocano tutte quante con il nero centrale della scocca.

Come detto entrambi questi prodotti hanno una caratteristica in comune. Montano infatti la bellezza di ben 1 GB di memoria RAM a disposizione che sicuramente potrà essere utile nell’uso quotidiano e nell’elaborazione di più applicazioni una dietro l’altro. Il merito va anche al processore Snapdragon 3100 di ultima generazione che in tal senso sicuramente migliorerà la produttività sui dispositivi di questo genere.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link