Google sta sviluppando il programma Game Device Certification

di Giuseppe La Terza 0

Gli smartphone da gaming sono diventati abbastanza popolari e la loro categoria piccola è in crescita, tanto che abbiamo già due categorie ben distinte, quella dei top di gamma come ASUS ROG II, Black Shark 2 Pro, Nubia Red Magic 3S e Razer Phone 2 e quella di fascia media come Redmi Note 8 Pro.

Con il passare del tempo ci saranno sempre più smartphone da gaming e Google vuole assicurarsi che questi dispositivi siano abbastanza potenti e “si comportino in modo prevedibile” per gli sviluppatori di giochi. Da qui parte lo sviluppo di un programma di certificazione di questi dispositivi chiamato Game Device Certification.

I ragazzi di XDA-Developers sono stati in grado di ottenere una copia dell’ultima versione dei requisiti GMS (Google Mobile Suites) di Google per OEM e ODM che elenca i requisiti che i produttori di smartphone devono soddisfare prima di poter installare i servizi GMS sui loro dispositivi. È stato scoperto che il documento ha ora una nuova sezione intitolata “Game Device Certification”.

Game Device Certification

Dal documento notiamo che un dispositivo per avere la certificazione di dispositivo da gaming, deve soddisfare una serie di requisiti:

  • Prestazioni prevedibili: i dispositivi certificati devono comportarsi in modo prevedibile in modo che gli sviluppatori non debbano affrontare eventi come limitazioni, perdita di core della CPU e altri comportamenti insoliti del sistema.
  • Comportamento GPU corretto e ad alte prestazioni: i dispositivi certificati devono disporre di GPU moderne e aggiornate ad alte prestazioni e visualizzare le API e consentire una ragionevole introspezione dei frame.
  • Comportamento e requisiti della memoria: i dispositivi certificati devono fornire accesso alla memoria in modo prevedibile. I giochi dovrebbero essere in grado di allocare quantità ragionevoli di memoria e non far interrompere inaspettatamente i loro processi. I dispositivi certificati devono consentire l’allocazione di almeno 2300 MB di memoria prima che il dispositivo possa killare il processo.
  • Il dispositivo deve supportare Vulkan 1.1 e passare la versione più recente di dEQP.

Google sembra aver già creato un team che gestirà il tutto tanto da pubblicare un annuncio di lavoro pochi mesi fa per un Developer Relations Manager per la certificazione dei dispositivi da gaming Android.

Nessun dispositivo al momento ha ricevuto la Game Device Certification poiché Google non ha nemmeno svelato ufficialmente il programma. Si ritiene che quando Google lo annuncerà, rilascerà anche un elenco continuamente aggiornato di dispositivi certificati, proprio comeaccade con i dispositivi Android Enterprise consigliati.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.