OnePlus 7T Pro è UFFICIALE con lo Snapdragon 855+

di Claudio Stoduto 0

Finalmente siamo arrivati al giorno in cui, dopo il lancio del OnePlus 7T, l’azienda ha annunciato anche il nuovo OnePlus 7T Pro con non poche novità interessanti che analizzeremo meglio nel dettaglio.

Partiamo con il dire che sono state presentate due differenti versioni. La prima è quella tradizionale mentre la seconda è la bellissima McLaren Edition realizzata ancora una volta in collaborazione con l’omonima scuderia di F1.

Analizziamo da vicino quelle che sono le novità del modello che sicuramente vedremo più diffuso nel corso delle prossime settimane, quello standard. Partiamo dalle dimensioni che saranno pari a 162,56 x 76,2 x 10,16 mm per 204 grammi di peso. Il display è ora un pannello Fluid AMOLED da ben 6,67 pollici di diagonale con una risoluzione Quad HD+ pari a 3120 x 1440 pixel. Nessun problema per quanto riguarda il tanto chiacchierato refresh rate che rimane anche qui sui 90 Hz tanto decantati. Il processore è il nuovo Snapdragon 855 Plus che lavorerà insieme agli 8 GB di memoria RAM di base ed i 256 GB di memoria interna di tipo UFS 3.0 ed alla GPU Adreno 640.

Parlando delle fotocamere invece avremo anche su questo modello tre differenti sensori tra cui uno principale da ben 48 megapixel. Entrando nel dettaglio, si tratta del Sony IMX 586 con apertura f/1.6 ed OIS integrata. La seconda camera invece è da ben 16 megapixel grandangolare con apertura f/2.2 ed un angolo di visione di 117 gradi. Infine il terzo sensore è da 8 megapixel con uno zoom ottico 3x, un’apertura focale f/2.4 e stabilizzazione OIS. Un grande lavoro sembra essere stato fatto sul nuovo sistema di autofocus che ora si basa su un sistema a rilevamento di fase (PDAF) aggiunto ad un AF laser ed un autofocus continuo (CAF). Insomma c’è praticamente tutto all’interno di questo sistema con la speranza di avere una delle migliori esperienze del settore.

Spostandoci sulla batteria ed il comparto energetico, abbiamo a disposizione un piccolo upgrade rispetto al OnePlus 7 Pro. Si passa infatti a 4085 mAh che permetterà di avere dei risultati alla fine in linea con il vecchio modello senza poi dimenticare la ricarica rapida Warp Charge 30T. Dovrebbe essere più intelligenze ed in grado di preservare le celle della batteria con delle temperature nel complesso più contenute.

A bordo troviamo la nuova OxygenOS 10.0 che porterà con sé ovviamente anche la medesima versione di Android 10. Ci sono alcune novità che sono state mostrate sul palco ma che non dovrebbero essere esclusive di questi modelli visto che la compatibilità è stata garantita fino al vecchio OnePlus 5.

La versione McLaren Edition, come da copione, è ben poco differente rispetto al modello descritto fino ad ora. Cambia leggermente la dotazione di RAM che sale a 12 GB di base, ma la vera novità consiste nella colorazione particolare ed a modo suo unica.

OnePlus 7T Pro sarà disponibile a partire da 759 euro nella configurazione da 8 GB di RAM e 256 GB di spazio interno e nella colorazione Haze Blue. Questo lo rende sicuramente più caro di 50 euro del modello precedente pur con delle novità che forse non ci sono più di tanto e non possono ridursi al solo upgrade di memoria. Invece OnePlus 7T Pro McLaren Edition sarà disponibile dal 5 novembre al prezzo di 859 euro con 12GB RAM e  256GB storage.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.