Trump prova a mettere una pezza al Huawei Ban

di Claudio Stoduto 0

Sicuramente fa molto strano dirlo ma finalmente ci potrebbero essere delle novità interessanti dal punto di vista del Huawei Ban che ormai capeggia da mesi al centro della cronaca del mondo Android e non solo.

Non stiamo qui a riprendere quanto è accaduto nei mesi passati, quanto invece a riportare una svolta che ha quasi dell’incredibile. Secondo quanto è emerso nel corso di queste ore, parrebbe che il Presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump sia al lavoro per mettere a punto la prima di una serie di mosse dedicate proprio al disgelo nei confronti di Huawei e dei potenziali accordi fra aziende americane ed il governo cinese.

La notizia è inizialmente emersa nel corso della mattinata salvo poi ripercuotersi durante tutta la giornata fra i vari siti di settore che hanno trovato conferme nella stessa Casa Bianca. Il The New York Times conferma che l’amministrazione americana sia al lavoro per cercare di dare nuovamente il via ad alcuni rapporti commerciali fra le varie aziende statunitensi e la stessa Huawei. In questo modo l’obiettivo potrebbe essere quello di sbloccare questa situazione di blocco generale che stiamo vivendo ormai da mesi senza alcuna sosta.

Attenzione perché, se in un primo momento potrebbe sembrare una bella notizia, bisogna comunque andare a filtrare quanto è emerso per capire gli eventuali problemi aggiuntivi. I rapporti prima citati infatti non dovrebbero essere estesi per intero a tutte le collaborazioni e/o tipologie di accordi, ma limitati solamente ad una parte di essi. Infatti potrebbero essere circoscritti a quelli che dovrebbero comportare lo scambio di merci considerate come non sensibili. Questa etichetta verrebbe applicata niente di meno che dalla stessa amministrazione americana, eretta quindi a giudice superiore ancora una volta. Quindi Google e via dicendo sono salve? Per il momento parrebbe di no con invece in questo senso delle concessioni che dovrebbero assumere un carattere più speciale e meno tradizionale su cui però possiamo dire che entrambe le parti ci stiano lavorando.

Insomma non c’è niente ancora di realmente concreto, ma di fatto un primo mezzo passo si potrebbe vedere in questo genere di mossa. Basterà per sistemare tutta la questione?

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.