Galaxy Fold non è l’unica famiglia di smartphone pieghevoli, ecco la nuova!

di Nikolas Pitzolu 0

Galaxy Fold non è l’unica famiglia di dispositivi pieghevoli made in Samsung, tramite un brevetto originale veniamo a conoscenza di un’altra serie di prodotti.

Se il futuro della tecnologia Mobile (e non solo) è segnato dai dispositivi pieghevoli, si può dire che ciò ancora non rappresenta il presente, visto e considerato che per arrivare ad un foldable pienamente funzionante e vendibile sul mercato di massa ci sono voluti anni di ingegnerizzazione e sviluppo.

Non solo perché gli sforzi sono stati vani nella maggior parte dei casi e la storia recente insegna, Galaxy Fold docet. Ma gli smartphone pieghevoli arriveranno, volenti o nolenti, e Samsung già sta pensando ad una linea parallela che accompagnerà la serie Galaxy Fold attuale.

Riferendoci ad un brevetto certificato il 29 agosto 2019, l’azienda Sud Coreana ha tutta l’intenzione di creare una molteplice serie di smartphone paralleli ma con delle caratteristiche in comune che ne faranno calare il prezzo finale.

Il brevetto ci mostra un prodotto costruito con due display, uno esterno decisamente importante e uno interno ancora più grande, quando il foldable verrà aperto in modalità “tablet”.

Particolare il modulo fotografico nel suo complesso che utilizza un solo set di sensori per ottemperare alle funzioni di camera principale e camera selfie, ergo, posteriore e anteriore. Questo design è voluto da Samsung per risparmiare sul prodotto finale e poter imporre un prezzo minore al dispositivo una volta sul mercato. Si sa, moduli fotografici costano e, ad esempio, l’attuale Galaxy Fold ne ha ben 6!

Il brevetto include anche un fascicolo che mostra come lo smartphone potrebbe avere anche una versione con una fotocamera sotto al display, quest’ultima implementazione sarà possibile solo se la tecnologia al momento della commercializzazione sarà all’altezza delle aspettative.

Samsung ipotizza realizzabile tale risultato con un display che in quella porzione non faccia vedere la fotocamera nascosta ma desse la possibilità di utilizzarla senza problemi. Oppo e Xiaomi stanno già lavorando a questa tecnologia ma all’atto pratico non c’è nulla in commercio che ci faccia convincere da consigliarvi un prodotto del genere. Aspettiamo per verificare se sarà valida tale tecnologia.

Insomma, come ogni oggetto tecnologico di consumo, pian piano anche il prezzo scenderà in modo tale da far divenire appetibile a molte più tasche il prodotto. Quando avverrà questo non lo sappiamo ma il tempo ci darà una risposta.

E voi sareste interessati a cambiare il vostro smartphone “standard” con uno pieghevole ad un prezzo ragionevole?

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.