Recensione Huawei Watch GT 2: due settimane di autonomia! – VIDEO

di Andrea Cervone 0

Huawei Watch GT 2 è il nuovo smartwatch dell’azienda cinese che si propone come alternativa ad Apple Watch (su iOS) e a tutti gli smartwatch Wear per quanto riguarda il panorama Android.

Design e Display

Huawei Watch GT 2 è un dispositivo che unisce l’eleganza di un vero orologio con le funzionalità di uno smartwatch. Il prodotto viene offerto in una confezione che include ben due cinturini, uno in pelle e uno in silicone, intercambiabili in pochissimi secondi. La cassa del nostro modello è in acciaio, ma in fase d’ordine potrete scegliere tra i modelli classici e sportivi, nonché tra le casse in dimensione da 42mm o da 46mm. A livello costruttivo il prodotto non presenta debolezze e risulta davvero ben studiato e piacevole alla vista; inoltre la comodità al polso è davvero notevole, anche dopo diverse ore di utilizzo e con alcune ore di attività fisica all’attivo.

Su Huawei Watch GT 2 troviamo un bellissimo display AMOLED circolare da 1,39 pollici che unisce una gamma cromatica davvero ampia con un’ottima luminosità che rende leggibile senza problemi le varie informazioni anche in esterna e sotto la luce diretta del sole, arrivando ad una luminosità di picco di 1000 nits. Questo schermo può essere inoltre utilizzato in modalità Always-on – disattiva di default – oppure può essere attivato al tocco , opzione consigliata per chi vuole risparmiare batteria.

Hardware e Audio

All’interno di Huawei Watch GT 2 è presente il primo chip sviluppato da Huawei e pensato proprio per i dispositivi indossabili. Parliamo del Kirin A1, un chip in grado di assicurare delle ottime prestazioni a questo orologio, anche se ogni tanto si potrà notare qualche leggera indecisione. Nulla di preoccupante in ogni caso e si tratta comunque di un qualcosa che viene facilmente compensato tramite il software, in cui Huawei ha scelto di eliminare ogni genere di transizione per offrire agli utenti un dispositivo il più possibile immediato nell’eseguire le varie operazioni.

Nonostante l’estetica lasci presagire il contrario, Huawei Watch GT 2 è un dispositivo davvero molto resistente, non solo per quanto riguarda lo schermo che in questi giorni di utilizzo – senza rinunciare ad attività fisica e ad altri scenari meno favorevoli – non ha assolutamente evidenziato graffi o rotture, ma anche per quanto riguarda la resistenza ai liquidi, essendo certificato con lo standard IP68 fino a 50 metri.

Da segnalare anche l’aggiunta, rispetto al precedente modello, di uno speaker integrato che consente al Huawei Watch GT 2 di riprodurre contenuti multimediali anche in assenza di cuffie o di smartphone connessi. In più grazie alla memoria integrata sarà possibile caricare fino a 500 brani musicali per avere sempre a disposizione una libreria audio ben più che sufficiente durante l’attività fisica o in altre situazioni in cui ci potrebbe far piacere ascoltare qualcosa.

Funzioni e Sensori

L’abbinamento del dispositivo avviene come sempre tramite l’app Huawei Health in modo abbastanza rapido ed è da qui che potremo gestire tutte le varie opzioni messe a disposizione dal dispositivo, anche se abbiamo notato che molte di queste funzionalità vengono rimosse utilizzando l’app su iOS; su Android invece abbiamo a disposizione un parco funzioni decisamente più ampio.

La connessione resta sempre stabile e il range in cui il dispositivo mantiene il segnale è davvero ampio per via della presenza del Bluetooth 5.1. Tra gli altri sensori presenti segnaliamo un precisissimo GPS (che batte anche quello di altre proposte del mercato) e il sensore per il rilevamento della frequenza cardiaca, anche se purtroppo manca una funzione per realizzare un ECG direttamente dal Huawei Watch GT 2.

Molto interessante è anche la componentistica di tracciamento dell’attività fisica in questo Huawei Watch GT 2. Il brand cinese ha infatti incluso addirittura 15 modalità per il tracking di attività sportive, anche se va sottolineato che alcune sono dei semplici duplicati, suddivisi tra relativa attività indoor e outdoor. Il tracciamento delle calorie e dei chilometri ci è sembrato davvero molto preciso e affidabile, un po’ in tutte le modalità di utilizzo. Apprezzabile anche la presenza del monitoraggio del sonno, con l’analisi intelligente dei cicli e delle fasi, e la possibilità di tracciare anche il livello di stress nell’arco della giornata. Presente anche l’app per la respirazione per aiutare l’utente a rilassarsi.

OS e Batteria

Su Huawei Watch GT 2 l’azienda cinese ha scelto di portare un sistema operativo proprietario, distaccandosi dalla soluzione più logica che sarebbe stato Android Wear di Google. Il prodotto che ne vien fuori è comunque improntato alla semplicità e ripone massima attenzione, come abbiamo visto, alla componente di attività fisica. Nell’OS di Huawei si sente però la mancanza di uno store di app terze e la personalizzazione dei quadranti è davvero limitata. Su questi due aspetti ci aspettiamo che il brand possa lavorare per offrire qualche soluzione in più agli utenti. La componente software dell’orologio può comunque essere gestito per buona parte dalla specifica applicazione Huawei Health, semplificando notevolmente il processo e accedendo ad opzioni che non sono invece visibili tramite le impostazioni del wearable. Segnaliamo una mancanza davvero fastidiosa: le notifiche “attive”. Infatti su Huawei Watch GT 2 riceveremo praticamente qualsiasi notifica, anche con una grafica particolarmente curata, ma purtroppo non sarà possibile rispondere a queste ultime; l’unica interazione messa a disposizione da Huawei Watch GT 2 riguarda la possibilità di rispondere direttamente dall’orologio alle chiamate che riceverete sullo smartphone.

Parliamo infine di autonomia, uno dei veri selling point di questo dispositivo. Con una singola carica siamo praticamente riusciti a completare le due settimane di autonomia dichiarate da Huawei, alternando fasi di utilizzo standard a sessioni di allenamento con tracking attivo in modalità sport e con GPS in funzione. Stando ai dati, difficilmente verificabili, il dispositivo dovrebbe essere in grado di completare circa 30 ore continuative di tracking attivo dell’allenamento con una singola carica. Un dato davvero impressionante e che farà sicuramente gola a tutti coloro che vedono in questo prodotto un vero e proprio sportwatch prima ancora che uno smartwatch. La ricarica completa del dispositivo è parecchio veloce e avviene tramite l’apposito caricatore magnetico in circa 2 ore.

Conclusioni

Huawei Watch GT 2 è probabilmente una delle migliori opzioni che possiate valutare, ad oggi, nel panorama smartwatch. Con questo dispositivo Huawei punta ad offrire ai suoi utenti un prodotto da indossare in qualsiasi momento della giornata, con un’autonomia longeva e con una serie di funzionalità pensate per l’utenza più attiva. Il prezzo, poi, è decisamente interessante, così come la gamma di modelli e configurazioni. Abbiamo trovato in questo dispositivo un fedele compagno delle nostre giornate, in grado di offrirci tutto ciò che non può mancare in uno smartwatch con un’autonomia davvero invidiabile. Consigliato soprattutto per chi possiede Android, per via della maggiore integrazione, ma sicuramente valido anche su iOS se non si vuole spendere circa il doppio per un Apple Watch.

8.4

Piace all'occhio e non solo. Huawei Watch GT 2 è un dispositivo elegante da incollarsi al polso in ogni momento della giornata, monitorando un po' tutti i nostri parametri; dall'attività fisica allo stress e al sonno. Il tutto con delle ottime prestazioni e un'autonomia davvero da primo della classe.

Design
9.0
90%
Hardware
8.0
80%
Audio
6.0
60%
Connettività
8.0
80%
Funzioni
9.0
90%
Batteria
10.0
100%
Qualità/Prezzo
9.0
90%

Pro

- Autonomia stellare
- Tracciamento sonno e allenamenti
- Schermo di ottima qualità
- Due cinturini in confezione

Contro

- Poca personalizzazione software
- No app di terze parti

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.