Android 10: funzioni nascoste e strane che non ti aspetti [Pt.2]

di Nikolas Pitzolu 0

"]

Android 10, funzioni nascoste? Ce ne sono sugli smartphone Pixel e anche su alcuni dispositivi di produttori partner. Ma, come per le altre versioni, contiene dei segreti!

Come per Android 9 Pie, anche Android 10 contiene dei segreti, delle funzioni nascoste, delle stranezze che accompagneranno il vostro smartphone che a lungo lo supporterà. Ma cosa intendiamo per funzioni nascoste e/o funzioni strane?

Delle impostazioni cui per accedere serve selezionarle di proposito (vedi guida opzioni sviluppatore appena sotto), delle funzioni che ti aspetti che si attivino alle nostre gestures e invece non è più così, fino ad una cache dedicata che preserva i nostri errori in giro per i menù dell’interfaccia utente.

Dopo la prima guida per scovare i primi 5 che vi abbiamo segnalato sulle nostre pagine, ecco che riprendiamo l’argomento con nuovi segreti e stranezze che voi possessori di Smartphone con Android 10 potrete verificare.

  • La notifica di umidità potrebbe essere visualizzata anche quando non è veritiera, che strano. Che succede?

Android 10 è capace di avvisarvi se nel connettore di ricarica è presente umidità o succede qualcosa che non va. Ma come può un “software” da solo saperlo?

Bisogna fare un distinguo perché un dispositivo potrebbe avere installato Android 10 ma non avere un rilevatore di umidità. Qui Google ha integrato un algoritmo – visionabile tramite le varie stringhe del codice del suo OS – che verifica come la corrente dalla porta USB viene assorbita. Se i valori sono quelli standard tutto tacerà, in caso contrario Android 10 farà visualizzare una notifica che qualcosa non va. Il tutto senza effettivamente avere un sensore.

Certo, non è come avere un qualcosa che ci avvisa in maniera circoscritta a livello hardware ma ognuno si arrangia come può. E la risposta è si, ci potrebbero essere dei falsi positivi, accadono anche negli smartphone più recenti figuratevi!

  • Ma per mandare avanti e indietro una canzone devo per forza aprire l’applicazione che la sta riproducendo?

Se avete uno smartphone con Android 9 o versioni precedenti, probabilmente questa funzione potrete già utilizzarla, a patto che il vostro dispositivo sia coperto da una personalizzazione software, MIUI, EMUI, Samsung Experience, etc. Ma ora tutti, ma proprio tutti gli smartphone dotati di Android 10, potranno farlo in due tap. Come?

Mentre il brano andrà in riproduzione, basterà abbassare la tendina delle notifiche e lì sarà presente la barra lungo la quale potrete spostarvi per cercare il momento che più vi piace della canzone. Semplice ed immediato no?

  • Ci sono altri metodi per aprire Google Assistant, oltre la pressione prolungata di un tasto virtuale o la relativa icona? Ovvio che si!

Ormai ci sono le gestures, ormai usare il telefono è semplicissimo e immediato. Certo, se avete due mani a disposizione! La maggior parte degli smartphone infatti hanno display di grandi dimensioni e talvolta usarlo con una mano e arrivare dalla parte opposta del display, può essere molto pericoloso per i gesti che dovreste fare. E’ un attimo farlo cadere!

Ma invece di scrivere possiamo parlare, ma se non è attiva l’hotword OK Google potete usare la scorciatoia che tutti gli smartphone con Android 10 hanno: se dall’angolo basso del display, sinistra o destra a secondo della vostra mano di riferimento, disegnate con il dito una gesture seguendo una linea retta, si attiverà magicamente Google Assistant che sarà pronto a venirvi incontro!

Se avete le mani occupate e vi serve l’aiuto dell’assistente vocale di Big G, tenete a mente questo consiglio!

  • Risparmio batteria, questo sconosciuto?

Le versioni Stock di Android sono sempre ridotte all’osso per quanto riguarda le possibilità di modificare l’interfaccia. E fino alla versione 9 anche il Tab batteria era scarno di opzioni rispetto alle controparti versioni di Android partner.

Ebbene, con la decima versione del robottino verde il divario delle funzioni viene quantomeno ridotto con un algoritmo che si occupa di stabilire – secondo il nostro personale utilizzo – quando è il momento di attivare il risparmio della batteria.

Un risparmio batteria più aggressivo finalmente che non si limita a spegnere le connessioni e ridurre la luminosità ma esegue interventi sula CPU, sulle App più esose, sui servizi che sfruttano la batteria anche in Idle, etc.

Se volete provare l’algoritmo, lo trovate in Impostazioni, batteria, imposta un programma batteria e scegliete “basato sulla routine”.

  • Una funzione personalizzata avviabile sempre e ovunque con due dita, grazie alle impostazioni di accessibilità.

Il menù accessibilità esiste da una vita su Android ma, molte volte, alcune delle sue funzioni potrebbero tornarci utili per attivare funzioni differenti, esclusive e comode. Tramite il menù accessibilità sviluppato per Android 10 è possibile effettuare una gestures dal bordo basso verso l’alto per attivare una funzione a scelta.

Queste le troverete in una lista all’interno del menù dedicato e con Android 10 ce ne sono di più svariate, ad esempio usare la gesture per abilitare una sorta di “amplificatore dell’audio” che può tornare utile durante le nostre frenetiche vite quotidiane.

E anche per ora è tutto, presto ci saranno altre guide per rovistare ancora tra i meandri di Android 10!

"]
Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.