Fondatore Huawei VS Trump: l’ascesa di HarmonyOS non si fermerà

di Nikolas Pitzolu 0

Huawei continua nella sua contro battaglia per assicurarsi almeno i servizi Google in questa transizione, dopodiché l’ascesa di HarmonyOS non si fermerà.

La diatriba tra Huawei e l’amministrazione Trump continua e, in mancanza di aperture certe da parte di quest’ultimo, la società Cinese continua a fare da se e a modificare nettamente la propria strategia in modo tale da essere pronta a utilizzare HarmonyOS come unico sistema operativo (non solo sugli smartphone e tablet).

Trump continua con le proroghe, rinviando di fatto la decisione definitiva di mese in mese. E’ chiaro come il presidente USA stia cercando di trarre il massimo profitto dalla vicenda – non solo in termini economici – ma dall’altra parte ha una Huawei agguerrita che non si lascia sopraffare .

E dopo le parole per cui se non ci fosse stato questo Ban suoi propri prodotti avrebbe superato Samsung in termini di vendite, sempre il Fondatore Huawei in un’altra intervista ha detto che potrebbe raggiungere il primato anche senza il supporto di Google. Si ma come? La società sa che se in Europa non associa i suoi smartphone al software di Google, le vendite scenderanno inevitabilmente.

Huawei

E la notizia della FCC che ha chiesto agli operatori USA di non usare, anzi, smantellare le antenne Huawei e ZTE rovina ancora la reputazione dell’azienda Cinese, arrivando a farla odiare dai cittadini.

Attualmente le vendite sono sempre alte in termini numerici, trainate dalla propria Nazione che essendo filo-patriottica preferisce acquistare tecnologia proveniente dal proprio paese. Ma anche l’Europa è un bacino esagerato di potenziali clienti e da qualche anno a questa parte Huawei si aveva fatto un’ottima reputazione.

La risposta è sempre HarmonyOS, la risposta a tutto è HarmonyOS. Il sistema operativo sta cercando di crescere e ospitare le applicazioni più importanti alla propria corte. D’altro canto il fondatore di Huawei ne è convinto, è solo questione di tempo affinché il nuovo sarà il più utilizzato al mondo. Oltretutto si parla di un ecosistema di prodotti che porterà gli utenti ad avere un set di dispositivi tecnologici Huawei che si “parlano” tra di loro.

Ci crederà seriamente all’onnipotenza di HarmonyOS o è la solita frase analoga di come chiedere all’oste com’è il vino?

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.